Giugno 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quiz – The Masquerade Swansong: Storytelling a basso budget

Se i fan del franchise hanno atteso con impazienza Bloodlines 2, il minimo che possiamo dire è che hanno avuto molto a che fare negli ultimi mesi con BloodHunt e Swansong, due giochi ambientati nel mondo di Vampire The Masquerade, che osano differire nell’approccio .

Ispirato al popolare gioco di ruolo Vampire The Masquerade, Swansong si presenta come un gioco di ruolo narrativo in cui la scelta di ogni giocatore influenza lo scenario. L’editore francese Nacon ha affidato il progetto al piccolo studio Big Bad Wolf, che ci ha piacevolmente sorpreso con l’amichevole The Council. Con quel pedigree, ci aspettavamo un titolo molto lungo, che sfiorasse i capelli dei fan del franchise.

Sei stato avvisato: il gioco è troppo lungo. Tuttavia, la sceneggiatura è molto interessante da seguire.

Ed è proprio quello che ci offre il piccolo studio francese. Prima di procedere con questo test, è opportuno chiarire: Swansong è chiaramente un gioco destinato a un pubblico di nicchia. I fan del mondo di Vampire The Masquerade. perché? Innanzitutto perché a livello di scenario abbiamo diritto a qualcosa di pesante. I dialoghi sono numerosi, anche i relatori lo sono e il giocatore lambda a volte avrà difficoltà a orientarsi in questo complesso universo. Anche le meccaniche di gioco non sono necessariamente facili da memorizzare per i principianti… Poi, perché in termini di gameplay, qui ci troviamo di fronte a un titolo ben preciso: a metà strada tra un gioco narrativo fatto di scene e dialoghi e uno Sherlock Gioco investigativo in stile Holmes.

Per coloro che non conoscono affatto il franchise, Swansong fa un ottimo lavoro di presentazione, con un’introduzione molto lunga che espone i problemi. L’azione si svolge nel cuore di Boston. Interpreti Emem, un vampiro che possiede il club più esclusivo della città. Si unisce al clan Caramilla, guidato dal “Principe” Hazel, che è responsabile dell’applicazione della legge fondamentale di tutti i vampiri: Masquarade. Concretamente, se fossero consentiti scontri tra fazioni diverse, i vampiri dovrebbero rimanere invisibili agli occhi della società a tutti i costi. Comunque sono loro che lo controllano…

READ  Angry Birds revient sur iOS et Android, ricostruisci il tuo amore e la combinazione con il motore Unity.
Sarà necessario mangiare regolarmente per placare la sua sete di sangue.

Dal punto di vista narrativo, Swansong è un vero successo. Il gioco prende letteralmente la forma di un film interattivo in cui entriamo molto poco. Si compone di una serie di cut scene intervallate da alcuni dialoghi in cui è possibile influenzare il corso dello scenario e da alcune brevi sequenze di gioco – il più delle volte, l’indagine. Se ci hai mai giocato, qui ci stiamo avvicinando a Detroit.

Lo sentiamo, gli sviluppatori sono entusiasti dell’esistenza di The Masquerade. I dialoghi sono scritti molto bene, il corso è imprevedibile e la storia è fantastica dall’inizio alla fine. Elegante anche la presentazione del gioco, con angoli di ripresa ben scelti per ottime scene tagliate e doppiaggio in inglese (sottotitolato in francese) e una colonna sonora efficace. Attenzione però, non è necessariamente tutto alla portata dei principianti, che spesso dovranno esplorare il glossario per avanzare.

Il character design non è proprio il punto forte del gioco…

L’unica critica che facciamo al titolo, per quanto riguarda la sceneggiatura, riguarda la galleria di personaggi che qui ci vengono presentati, che sono del tutto inespressivi – viste le animazioni facciali di un’altra epoca – in genere troppi per ricordali tutti particolarmente francamente. Tecnicamente riuscito. È piuttosto semplice, a parte Emem, è difficile affezionarsi ai personaggi di questa storia. Il loro aspetto stravagante si adatta sicuramente al mondo dei giochi di ruolo, ma è difficile trovare fascino in loro.

Se, dal punto di vista narrativo, Big Bad Wolf ottiene risultati quasi impeccabili, il risultato sarà molto meno avvincente in termini di gameplay e percezione. Chiaramente, allo studio non mancava l’ambizione. Swansong fornisce una narrazione lunga e complessa con molti rami narrativi e include anche alcune idee eccellenti. Tuttavia, tecnicamente il titolo è piuttosto scadente, anche su console di nuova generazione. I set sono vuoti, le animazioni facciali sono identiche a quelle prodotte dieci anni fa, gli errori (soprattutto le trame che arrivano in ritardo) sono contati a decine e sentiamo che tutto non riesce a sborsare crudelmente. Sorprendentemente, questa sensazione è più evidente nelle scene tagliate realizzate con il motore di gioco che nelle poche scene di esplorazione, dove il gioco sembra quasi “bello”.

READ  Sony e Nintendo sospendono le spedizioni verso la Russia
Alcune sequenze di gioco si intersecano con scene tagliate.

In termini di gameplay, il gioco fatica anche a trovare la propria identità. Prendere in prestito oggetti di diverso tipo. Come abbiamo detto, il titolo è molto prolisso. Le cut-scene sono numerose e, a differenza di Telltale, non avrai molto da fare durante esse perché non è interattivo. Tra le due scene tagliate, sarà necessario condurre il dialogo con gli NPC. Durante queste conversazioni, puoi usare le abilità del tuo personaggio (impostate all’inizio del gioco). Concretamente, il tuo personaggio ha determinate capacità di parlare. È in grado di mostrare retorica, persuasione, seduzione… Ogni elemento all’inizio del gioco è determinato dal giocatore, ma può essere migliorato con l’esperienza maturata. In base alle tue statistiche, puoi far pendere la bilancia a tuo favore con i quiz verbali. Verranno confrontate le statistiche dei due personaggi. La persona con le migliori statistiche vincerà il duello. Tuttavia, non è così facile come potresti pensare, poiché dovrai essere strategico nelle tue scelte, aumentare temporaneamente la tua forza di volontà con i booster o persino correre dei rischi aumentando il tuo livello di fame, anche se ciò significa diventare una bestia feroce. Divora una persona non appena la attraversa. Il sistema di dialogo è intelligente e sicuramente impressionerà i fan dei giochi narrativi. Tuttavia, per il giocatore medio, non è facile capire tutto questo, soprattutto i menu di miglioramento delle abilità.

A volte dovrai affrontare l’uno o l’altro enigma.

La cosa interessante di questo sistema è che il minimo errore o il minimo successo in questi giochi possono influenzare notevolmente lo scenario. Quindi c’è un po’ di riavvio.

E poi, naturalmente, c’è la parte investigativa, la sequenza di gioco in tempo reale, in cui puoi esplorare aree di mini-gioco per interagire con gli NPC, saziare lo spargimento di sangue attraverso un mini-gioco, risolvere alcuni mini-puzzle e scoprire tutta una serie di oggetti e interazioni per offrire (un po’) la storia. Anche in questo caso, l’accessibilità non è perfetta: il gioco offre pochi indizi su cosa fare, i principianti faranno fatica e bisogna ammetterlo, queste sequenze di gameplay generalmente non sono molto godibili rispetto a quelle di Sherlock Holmes.

READ  Una nuova famiglia di materiali per la produzione di idrogeno rinnovabile solare

Conclusione

Con Swansong, lo studio francese Big Bad Wolf (The Council) ci regala un gioco narrativo molto lungo, fedele al mondo di Vampire The Masquerade, che dovrebbe interessare seriamente i fan del franchise. Il titolo offre una serie di scene tagliate, dialoghi e brevi sequenze investigative. La parte narrativa è quella di maggior successo perché la storia è emozionante da seguire dall’inizio alla fine. Swansong non è però un titolo accessibile al grande pubblico: il mondo di gioco è complesso e i principianti si perderanno sicuramente. Se la scommessa viene vinta narrativamente, il titolo avrà un’esperienza molto più difficile da convincere in termini di gameplay, con meccaniche di gioco difficili da padroneggiare per i principianti e sequenze di esplorazione poco interessanti. Anche esteticamente il titolo è piuttosto scadente. Soffre di diversi errori di visualizzazione e di un motore grafico obsoleto. L’immersione prende un colpo. Soprattutto perché il titolo tende a raddoppiare sui primi piani di volti inespressivi durante i dialoghi. Se i personaggi sono numerosi, a nessuno piace la magia, tranne forse Emem… Tuttavia, sarebbe un errore perdere la visione di Swansong, soprattutto se sei un fan della serie. Il testo è emozionante dall’inizio alla fine, i dialoghi sono eleganti e l’universo è molto ricco. Swansung aveva un vero potenziale, ma sfortunatamente è stato sprecato per mancanza di risorse.

_
Segui Geeko su FacebookE Youtube e altri Instagram Per non perdere nessuna novità, test e consigli.

Travestimento da vampiro: Swansung

Amore :