Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Stade Rennes – Dalla spazzatura alla mossa da record: Arthur Theatt, Two Years of Crazy Rise

Marbella. Il Belgio incontra la sua nazionale under 17 con il Giappone in una doppia amichevole. Pur non essendo incluso nella selezione iniziale, Arthur Theate sta cogliendo l’occasione per intrufolarsi in Base 11. Con il caldo che sale a un ritmo frenetico e la partita in pieno svolgimento, un uomo dal bel nome di Patrick de Vlaminck sta sugli spalti: “Quel giorno, quando l’ho visto come difensore centrale. Mi sono detto: “È qui che farà la sua carriera!” Conoscevo già Arthur perché all’epoca giocava nella stessa categoria di uno dei miei giocatori. Allo Standard de Liège si destreggiava tra le classi U16 e U17 come centrocampista, ma non era il suo posto migliore.

Dopo aver visto la famiglia Liegua…»Tutto va bene“-, Patrick de Flamenck è diventato il suo agente. C’è da dire che il destino lo tormentava demone rosso. Dopo aver superato il centro di allenamento del KRC Genk in Belgio, è tornato allo Standard de Liège nel 2015 ma ha lasciato dopo due stagioni con lo stesso club del Limburgo.

Lega francese 1

Lacazette ha chiamato il capitano OL: “Ho il ruolo del Grande Fratello”

2 ore fa

Alla fine è crollato e ha ritrovato lo Standard de Liège, attirandolo per la seconda volta nel 2018. Non c’è dubbio che il club di Liegi avrebbe avuto bisogno di un terzo effetto “boomerang” perché Arthur Theate è stato licenziato nell’aprile 2020 dalla dirigenza RochesA quel tempo, quest’ultimo non credeva che avrebbe visto abbastanza potenziale per diventare un giorno un professionista… Insight.

READ  Un jeune garçon lui emprunte son portable pour "passer un appel" et se vire 1.600 euros sur son compte

Nessuna soluzione prima di fare clic

Nella primavera del 2020 nessuno vuole Arthur Thyatt. Alcuni conoscenti del giocatore cercano soluzioni per lui e Arthur bussa a tutte le porte. Anche il suo agente. Invano… fino a quel giorno in cui Gauthier Ganey, Presidente di KV Ostenda, disse: “Sto cercando un belga Accetta di accogliere la persona che viene attualmente presentata come difensore sul lato sinistro.

Nei 10 giorni di prova, questo è il tempo che il residente di Melin ha avuto per dimostrare il suo valore agli occhi di Alexander Plessin, il suo nuovo allenatore:Lo presento come un difensore sinistro che può giocare anche come terzino sinistro. Ostenda prende Arthur Theatt per giocare come terzino sinistro, ma in quel momento è certo nella testa di tutti che arriveremo a terzino sinistro. Pochi giorni dopo il suo arrivo, Ostenda recluta l’altro lato sinistro. Con Arthur, ci diciamo ‘Ecco fatto, è morto’.

Ma in assenza di due difensori, il tecnico tedesco lo mette alla sinistra di una difesa a quota 3 durante un’amichevole. Arthur ha colto l’occasione e ha anche segnato alcuni gol nelle partite di riscaldamento… abbastanza da consentire a un club vicino al Mare del Nord di assegnargli un contratto professionale minore. Arthur intraprende un’avventura – forte della sua stagione con il KV Ostenda – diventando uno dei difensori più apprezzati del campionato belga. È dorato ed è già stato ottenuto che non durerà a lungo…

Oltre alle sue qualità di difensore, il suo carattere è interessante: “Ha un certo candore. Quando ha qualcosa da dire, non prende le pinzette per trasmettere il suo messaggio, ma non è mai negativo. Arthur vuole andare avanti. Se dice cose, il punto è evolvere ma anche far evolvere le cose e le persone intorno a lui”. In tutti i casi, Arthur Thiat riesce a ignorare il contesto. Quando è in campo non sente la pressione, fa da traino, lo motiva: “Non gli importa contro chi sta giocando! “ Lo conferma il suo agente Patrick de Vlaminck. Artù avanza come un ariete e questa mentalità vivace (l’avidità…) lo trasformerà in un leone quando arriverà a Bologna.

Arthur Theatt è impegnato con PRINCE

Credito: Getty Images

“Il Leone” di Bologna

In prima divisione, Arthur Theatt ha imparato a diventare un giocatore di football. In Italia impara a gestire il suo lato iperattivo. vivere solo. Senza la sua famiglia, questo è il bozzolo da cui Lijua deve ancora essere tenuta lontana. Lontano anche dalla sorella con la quale ha un rapporto unico. La solitudine lo aiuterà a costruire se stesso e rimanere radicato nelle sue verità. I primi ostacoli con il suo allenatore Siniša Mihajlović gli hanno anche insegnato a gestire la sua personalità istintiva e talvolta impulsiva. La sua stagione sotto l’allenatore serbo gli ha permesso di incanalare le sue energie di riserva: una tappa fondamentale per la sua crescita e una delle aree chiave per il miglioramento del nazionale belga da quando è arrivato nella scarpa.

Arthur Thiat ama fare impressione… Mentre la sua prima partita con la maglia rossonera bolognese è terminata con una sconfitta per sei a uno al Giuseppe Meazza, il difensore belga ha finalmente trovato l’occasione per segnare. Dalla partita, questo è a pochi minuti dall’ingresso in partita, partita essenziale per capire la sua ascesa. Quanto al problema, seguiranno due esibizioni altrettanto cruciali, una allo Juventus Stadium il 16 aprile 2022 e l’altra contro l’Inter allo Stadio Renato Dallara. Mercoledì 27 aprile 2022, con il suo nuovo status di nazionale belga, Arthur Thiat entra in una nuova dimensione e diventa il leader difensivo dei Rossoble.

Alla conquista della Bretagna: “Può ancora andare oltre”

A giugno ho saputo che Ren stava cercando un difensore centrale sinistro. Lo abbiamo presentato. Florian Morris ha chiesto di prendere un appuntamento con me. Ha confermato il suo interesse e le esibizioni che sono seguite. Sabato 23 luglio abbiamo raggiunto un accordo con Ren sui termini del contratto.. Il club ha quindi limitato le offerte per impressionare il club italiano. I primi 17 milioni di euro e 2 bonus domenica. Poi, un secondo 18 milioni di euro con un bonus di 2 milioni di euro a mezzanotte del giorno successivo prima di vedere l’affare rallentare. “Fu allora che decisi di salire sull’aereo e di andare a Bologna”. Ci affida il suo agente, Patrick de Vlaminck.

Una saggia decisione ha permesso di trovare l’accordo definitivo la sera del 26 luglio per un importo di 19 milioni di euro più tre bonus e regalare così ad Arthur Thiat Simsim il difensore più costoso della storia del calcio belga. .

Raggiunto l’accordo, Arthur Theatt dialoga con l’allenatore del Rennes. Impaziente per l’idea di essere accolto, Genesio ‘Pep’ avverte il Belgio della sua volontà di installare un solido quad difensivo. Un fatto nuovo a cui un giocatore Liegi deve abituarsi, è colui che ha generalmente giocato in un sistema a tre difensori. Il suo agente è d’accordo:cosìSi adatta… In una difesa a 4, sarà più forte quando troverà una difesa a 3. Il suo profilo si adatta al sistema: può essere molto difficile nei duelli quando devi uscire con un ragazzo, ma ha oltre a sfrecciare per catturare il suo avversario diretto con le sue qualità in accelerazione”.

Tra due anni, il calciatore belga avrà vissuto le montagne russe. Una salita sorprendente solleva la questione dei suoi limiti. L’hai aggiustato? “Non avevamo obiettivi prefissati. Quello che ha fatto, pochi giocatori sono capaci. Penso che possa ancora andare avanti”, Sussurrato dal suo consigliere, Patrick de Flamenck, con il quale Arthur mantiene anche la sua passione per gli investimenti immobiliari. Con Il Leone, lo Stade Rennais ha un vincitore con una mentalità d’acciaio.

Lega francese 1

Finito: PSG raggiunge l’accordo con LOSC per Sanches

4 ore fa

Lega francese 1

Sanchez arriva all’OM: svelati i dettagli del suo futuro contratto

Ieri alle 07:54