Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Anderlecht: Kasper Schmeichel è riluttante a firmare nuovamente nonostante abbia raddoppiato lo stipendio!

Mentre all’Anderlecht mancano 270 minuti per conquistare il primo titolo in sette anni, il CEO Jesper Friedberg si sta già preparando per la prossima stagione. Ha iniziato i colloqui con Daniel Peretz (24 anni) del Bayern Monaco soprattutto perché Kasper Schmeichel rischia di partire. Basterà il suo stipendio decisamente più alto – guadagnerà più di 500.000 euro mentre in questa stagione ha firmato per 250.000 euro – a convincerlo a restare?

Schmeichel è stato fantastico all’Union. ©JDM

Dowden Park, domenica sera. Abbiamo giocato per 94 minuti e 38 secondi quando Cameron Puertas ha finalmente alzato le braccia al cielo. Il suo tiro al volo è perfetto, vedendo la palla in fondo alla rete dell’Anderlecht. Ma con un grilletto molto elegante, Kasper Schmeichel è riuscito a impedire alla pelle di oltrepassare la sua linea di porta. La pausa è passata inosservata perché l’arbitro Van Driesch ha chiamato per un precedente fallo di mano di Sykes. Altrimenti la parata di Schmeichel avrebbe potuto bloccare il titolo. Thibaut Courtois ha rappresentato nel 2011 per il Genk all’86 ‘contro Alois Nong dello Standard.

Schmeichel è lo stesso portiere che ha avuto difficoltà a tirare da lontano Kento Misao dell’OHL (5-1) sullo 0-1 del 21 ottobre dello scorso anno. Sembrava che il danese fosse arrivato all’Anderlecht con qualche chilo di troppo, il che ha sollevato dubbi tra i sostenitori di Maxime Dube e scatenato risate sarcastiche tra gli avversari. L’insulto finale è stato il discorso di Karl Höfkens (“Ha tirato in angolo, il portiere non sa saltare sul palo”.) Negli spogliatoi durante il primo tempo della partita Anderlecht – Standard.

Schmeichel ha giocato solo 8 partite in Champions League. Il titolo iridato sarà la carota?

Da quel momento imbarazzante – o da quando Dobby è partito per Nizza? La performance di Schmeichel segue una curva ascendente. Stanno affrontando un picco in questi playoff. Schmeichel è il miglior portiere dei sei, non ha ancora commesso il minimo errore e trasferisce la sua furia per la vittoria unita alla sua calma olimpica al resto della squadra. Senza dimenticare le capacità di recupero. Free agent dagli anni ’80, Schmeichel divenne improvvisamente uno dei giocatori più affidabili e importanti della squadra.

READ  Champions League: Quando Mbappé cade basco

Anche se ci sono dubbi interni, la partenza del numero 1 danese sarebbe una grossa perdita. Il giocatore crede di non aver ancora preso la sua decisione. Come nel caso di Jan Vertonghen, non è improbabile che aspetterà la fine dell’euro per decidere. Nel contratto da rookie firmato all’inizio di settembre ha aggiunto una clausola secondo la quale in caso di prolungamento del contratto avrebbe ricevuto il doppio del suo stipendio attuale. Anche se dovesse superare i 500mila euro, non sarà uno stipendio esagerato per un giocatore del suo livello.

Ma per chi è stato il numero 1 della Premier League per otto stagioni, il denaro non è più l’unico criterio per firmare per il club X o Y. La sua situazione familiare è altrettanto importante. Sua moglie e i suoi figli vogliono vivere permanentemente in Belgio? Anche l’aspetto sportivo potrebbe convincerlo a restare. Una presenza in Champions League potrebbe essere la carota di cui ha bisogno fino al 2025. Finora ha solo otto presenze in Champions League al suo attivo: il Leicester City è stato eliminato ai quarti di finale dall’Atletico Madrid nel 2016-17. Solo il fuoriclasse belga avrà il biglietto diretto per i gironi di C1.

Peretz (Bayern) è uno dei candidati alla successione di Schmeichel, visto che Kekkenburg non è ancora pronto.

Nel frattempo Friedberg iniziò i colloqui con i potenziali successori. Un candidato è l’israeliano-tedesco Peretz, ma ce ne sono altri. L’Anderlecht vuole un portiere esperto e forte di corporatura. Ciò potrebbe significare che Schmeichel non rimarrà. Il nome del danese è già stato menzionato in Premier League, perché non voleva andare all’ultimo club dello Sheffield United a gennaio, ma è anche nella lista degli altri club di Seconda Divisione. Il ritorno in Inghilterra deve essere preso sul serio.

READ  Coppa di Lega 2024 - Il Liverpool pareggia con il Fulham (1-1) ma raggiunge il Chelsea in finale

Il fatto che l’Anderlecht sia così attivo nel mercato dei portieri conferma che Mads Keckenborg (24 anni) non è (ancora?) pronto a succedere a Schmeichel. Si è trasferito lo scorso inverno da Lyngby e ha bisogno di più tempo del previsto per adattarsi. Oppure lo Sporting ha sbagliato? Il Kekkenburg è stato addirittura superato da Colin Cosmans, ottimo nelle partite contro il Cercle Brugge. L’Anderlecht non può rischiare di iniziare la stagione con la coppia Kusmans-Keckenborg. Ma nel frattempo i dossier di Schmeichel e dei suoi potenziali successori sono una priorità sulla scrivania di Friedberg.