Agosto 13, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Porsche svela ufficialmente la 911 GT3 R tipo 992

Se sei un avido lettore di Endurance-Info, sai già quasi tutto sulla nuova 911 GT3 R. E per una buona ragione, abbiamo avuto l’opportunità di assistere a una sessione di prova privata della bestia, al Circuit de Spa-Francorchamps . Ma a margine della 24 Ore di Spa – il round principale della GT World Challenge Endurance Cup – la Casa tedesca ha parlato della sua nuova arma, poche ore dopo che l’arcinemico Ferrari ha svelato la sorellina della 488 GT3 (vedi ICI).

Guarda anche: Porsche 911 GT3 R tipo 992 – Le foto!

La nuova GT3R, che si basa sulla 992 e più precisamente sulla 911 GT3 e non sulla 911 GT3 RS, a differenza del suo predecessore. Questo in particolare per motivi di tempismo, la GT3 RS deve ancora essere rivelata. Per quanto sorprendente possa sembrare, lo sviluppo di quest’ultimo è iniziato nel 2019. La priorità era migliorare la maneggevolezza, sia per i piloti professionisti che rispettati, tenendo conto del BoP e del rating. Secondo Porsche, ciò non ha impedito una diminuzione dei costi operativi. In vendita il prezzo della nuova GT3 R è di 511mila euro, tasse e optional escluse.

« La nuova 911 GT3R ha una missione complessa, Michael Dreiser, Direttore Vendite, Porsche Motorsport. Il suo predecessore ha vinto quasi tutto per vincere sulla tappa GT3 in quattro stagioni dal 2019. Tra i successi degni di nota figurano le vittorie complessive nelle 24 ore al Nürburgring e anche qui a Spa-Francorchamps. Gestito dai nostri clienti, il predecessore ha ottenuto vittorie di classe alla 24 Ore di Daytona e alla 12 Ore di Sebring. Il nuovo modello deve gestire carichi di lavoro significativi nelle mani dei team di corse dei clienti Porsche. »

READ  La missione Crew-3 della NASA vola sulla Stazione Spaziale Internazionale

© Porsche

Come sul modello precedente, il motore è un flat-6 raffreddato ad acqua con quattro valvole e iniezione diretta di carburante. Ma nel suo spostamento sta la sua principale novità. La cilindrata è aumentata del 5%, da 3.997 a 4.194 cm3 e la potenza è stata aumentata a quasi 416 kW (565 CV). Ma la cosa più importante è sicuramente ottimizzare la curva di coppia e potenza su tutto il range di giri.

L’unità è inclinata di 5,5 gradi in avanti, consentendo al diffusore di guadagnare efficienza, grazie alla superficie e all’altezza rivolte verso l’alto. L’alternatore e il compressore dell’aria condizionata sono spostati di un buon metro in avanti e verso il basso, il che influisce positivamente sulla distribuzione dei pesi della 911 GT3R.

Il cambio sequenziale a sei rapporti è derivato dall’attuale 911 GT3 Cup. Le sospensioni della nuova 911 GT3R – con molti dettagli modificati – migliorano la trazione, consentono una sterzata più precisa, assicurano una minore usura degli pneumatici posteriori e riducono il tempo necessario per modificare le impostazioni.

© Porsche

A tale scopo, molti componenti e soluzioni tecniche sono stati presi in prestito dalla 911 RSR. All’avantreno, le ruote sono controllate da un avanzato sistema a doppio braccio oscillante. L’asse posteriore è del tipo multi-link. Gli ammortizzatori KW sono migliorati e offrono cinque possibilità di regolazione. Le modifiche alla messa a punto vengono effettuate utilizzando i cosiddetti spessori. Queste piastre consentono regolazioni fini senza dover riallineare le sospensioni in seguito, il che richiede molto tempo. Le ruote posteriori sono state spostate un po’ più indietro, aumentando il passo da 2459 a 2507 mm. Riduce anche il carico sugli pneumatici posteriori e migliora la consistenza degli pneumatici nei lunghi viaggi.

READ  Test - Terraillon NutriTab

Oltre alle pinze freno racing monoblocco in alluminio, i dischi freno sono ora forniti sulla nuova 911 GT3R da AP Specialist. I dischi in acciaio ventilati e scanalati internamente hanno un diametro di 390 mm e sono azionati da sei pistoni. Nella parte posteriore sono state installate pinze e dischi a quattro pistoncini con un diametro di 370 mm.

La cinematica delle sospensioni è stata modificata, con l’obiettivo di garantire una migliore trazione, uno sterzo più preciso e meno danni al pneumatico posteriore. Anche qui, soprattutto per risparmiare tempo… I pedali e la vasca sono regolabili e si parla dell’estate scorsa.