Maggio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Mantenere le scarpe significa mantenersi in salute”, si lancia Marie-Elodie Chadillac nel settore calzaturiero attraverso il suo negozio 7 Leagues.

“Mantenere le scarpe significa mantenersi in salute”, si lancia Marie-Elodie Chadillac nel settore calzaturiero attraverso il suo negozio 7 Leagues.

Di base
Dal 15 gennaio, Marie-Elodie Chadaillac e Joël Caffo innovano nel loro nuovo negozio 7 leghe, ad Agen, per raggiungere il loro obiettivo: far sì che più persone vogliano varcare la porta di un calzolaio.

Avviso a tutti gli Agenai: Styl'Bottes non esiste più. Dal 15 gennaio, il leggendario negozio di scarpe della città ha conquistato 7 leghe. Accompagnata da Joel Cavo che ha lavorato per Styl'Bottes, Marie-Elodie Chadillac, una giovane donna dinamica e sorridente, dona una seconda vita alle vostre scarpe, cinture, borse, ecc.

“Forse era karma.”

Dopo aver trascorso tredici anni lavorando in una delle più importanti case di moda di Parigi, Marie-Elodie ha deciso di intraprendere una nuova avventura: realizzare scarpe. “Mio marito è dovuto andare a lavorare ad Ajin”, dice. “Ero felice dov'ero, ma mi sono detto 'perché no'. All'inizio volevo concentrarmi sull'accessibilità e sulla salute, ma mi sono reso conto che ciò che mi ha sempre tenuto concentrato era la mano umana e l'artigianato.”

Al suo arrivo ad Agen nel dicembre 2022, Marie-Elodie si è dedicata alla calzoleria. “Ho pensato: 'Potrebbe essere fantastico' e mi sono trovato di fronte a una scelta: creare un nuovo marchio o proporre un rinnovamento.” Mentre cercava se ci fosse un negozio gratuito ad Ajin, apprese che era in vendita un negozio di riparazione di scarpe. “Forse era karma. Per me questa non è una ri-trasformazione, è una continuazione.”

Nome in onore di Styl'Bottes

Per imparare il lavoro, Marie osserva molto Elodie e fa molte domande a Joel finché non lo comprende appieno. Quindi ha deciso di esercitarsi con le scarpe prima di iniziare. “Il calzolaio è pieno di trucchi e suggerimenti, più fai, più impari.” Tra scarpe e materiali in evoluzione, Marie-Elodie e Joelle non smettono mai di imparare. “Nel 99% dei casi questo è possibile”, afferma.

READ  La scoperta di un "gene della pensione" nel DNA di alcuni francesi

“Il nome del negozio si riferisce al conte Pollicino e a un'infanzia in cui tutto è possibile”, dice il calzolaio. “È un modo per dire 'Il calzolaio ti lascerà andare oltre e porterà te e le tue scarpe più lontano.'” È anche un omaggio a Styl'Bottes, negozio storico della città.

Etichetta beduina di produzione e rimodellamento di scarpe

La sfida per la coppia di calzolai è: far sì che più persone vogliano varcare la porta del loro calzolaio. “Incoraggiamo queste persone a chiedersi: ‘Non possiamo fare qualcosa prima di buttarla via?’”, spiegano.

Ecco perché, oltre al lavoro nel negozio, praticano quella che chiamano “calzoleria nomade”. Marie-Elodie visita le aziende, i dipendenti vengono e le portano ciò che devono sistemare e lei lo riporta la settimana successiva. “Vogliamo che i dipendenti si sentano bene quando indossano le loro scarpe da ginnastica”, sorride la giovane donna. “Nella zona siamo gli unici a farlo, abbiamo avuto molti feedback positivi quindi speriamo che altri ci contattino presto”.

“Prendersi cura delle scarpe significa preservarne la salute”, afferma Marie-Elodie. “C'è un aspetto molto intimo. Ci viene affidato ciò che altre persone hanno indossato. C'è una storia legata a queste cose. Quindi c'è molta umiltà che dobbiamo avere.” 7 Leagues beneficia anche del marchio Refashion che permette ai clienti di beneficiare di uno sconto sulla maggior parte dei servizi. “Tendiamo a pensare che ripararlo ci costerà di più, ma una riparazione molto grande alla fine può costare fino a 30 euro”, dice il calzolaio. Per continuare a far conoscere il mondo della calzatura, i due progettano di aprire un “laboratorio di scoperta”.