Dicembre 1, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Club belgi in Europa: Gand partecipa con il Partizan Belgrado 1-1 e rimane in testa al Gruppo B, e Genk pareggia con il West Ham (2-2).

La Gantoise è ancora in testa al Gruppo B dopo la scissione

Gantois deve ancora assicurarsi la sua qualificazione per gli ottavi di finale della Conference Football League, giovedì sera. Per fare questo, hanno dovuto battere il Partizan Belgrado nella loro partita di conteggio nel quarto turno della fase a gironi. Le due squadre hanno condiviso i punti 1-1 alla Glamco Arena. Un superbo gol del Partizan firmato da Urosevic (66) è stato compensato dal pareggio del subentrato locale Tissoudali (81). Nell’altra partita del girone, Flora Tallinn e Anorthosis Famagusta si sono divise i punti (2-2).

La Gantoise è ancora in testa al Gruppo B e ha tutte le possibilità di finire primo e quindi di andare direttamente agli ottavi di finale. Ha 10 punti contro 7 nel Partizan e 2 in Flora e Anorthosis due giorni dopo la fine di questa fase iniziale. Gand si recherà a Cipro il 25 novembre il quinto giorno. Gand ha voluto immediatamente ribaltare la decisione. Un gran tiro di Combs trova al posto giusto il portiere Popovic (quinto). Dopo questo, Depoitre è stato catturato a fatica da Vujacic (il settimo) all’ingresso del rettangolo. Castro Montes pensava di essere riuscito a segnare, ma c’è stato un fuorigioco (16)

Poi il Partizan è uscito con la testa fuori dall’acqua ed è stato Bulat a doversi rilassare su un carico di Pantik (ventunesimo). Il portiere dei Buffalos si è addirittura salvato dalla sua posizione dopo che una punizione all’ingresso del rettangolo è stata eseguita da Nacho (28).

Gantoise offre ancora due buone occasioni per sfondare Odjidja (33) e riprendere un colpo di testa fuori porta di Depoitre (39).

READ  Kompany rilanciato contro Murillo: 'La sua esclusione è imperdonabile'

Il secondo tempo si è rivelato più vivace, poiché ogni squadra si è avvicendata alla ricerca del varco. Così, al 55′, dopo due tentativi di Jogic, è Castro Montes ad allertare nello stesso minuto Popovic dall’altra parte del campo.

Infine, è stato il Partizan a essere premiato con un magistrale tiro a giro di Orosevic, ex OHL, che è finito sotto il lucernario. Bulat ha ricevuto il suo primo gol nella competizione (66, 0-1).

Vanheisbroek ha poi effettuato tre sostituzioni al 71′: Tisadoli, Chakvetadze, De Sart Bezos, Odega e Osu. successo. Su cross di Chakvetadze, Tisadoli pareggia dopo dieci minuti (81, 1-1).

La gente di Gand voleva di più. Di fronte ai serbi piegati a metà campo, procedono a gruppi veloci all’ingresso del rettangolo e Tisadoli va vicinissimo al gol (82). Nulla è più segnato. Questa divisione è ovviamente più lavoro per la gente di Gand che per i belgi in corsa per il primo posto.

Il Genk è ancora secondo dietro al West Ham, in attesa di un altro risultato del pool

Il Genk ha condiviso una quota di 2-2 contro il West Ham nel Round 4 del Gruppo H della European Football League. Josef Paintzel (quinto) ha aperto le marcature per i Limburgers, Mohamed Said Benrahma (59, 82) ha portato i martelli in vantaggio ma Autogoal di Tomas Suschek (88) ha portato le due squadre in parità. In classifica resta in testa il West Ham con 10 punti, mentre il Genk (4 punti) occupa provvisoriamente il secondo posto in attesa del risultato della Dinamo Zagreb Rapid Vienna, entrambe a tre punti e in campo alle 21. Di fronte a Zolt Wargame, John van den Prum ha lasciato in panchina Theo Bongonda, preferendo Paintsil. Una buona scelta perché, su passaggio di Junia Eto’o, il ghanese ha segnato il primo gol in questa competizione sugli Hammers (5, 1-0). Un buon inizio per Racingman, che si è dimostrato pericoloso nelle fasi di stallo. Ma Alphonse Areola non è stato sorpreso dai successivi colpi di testa di Brian Heinen e Paul Onwacho (9). In un’accelerazione di Paintsil, Eto’o ha graziato il portiere francese tirando di lato mentre era in regola (20).

READ  Il futuro della MotoGP senza Valentino Rossi: tra speranze e incognite

I Limburg si salvano per un pelo con una punizione di Aaron Cresswell in direzione di Craig Dawson la cui testa viene deviata sopra la propria porta da Martin Vandevoordt (22). Il portiere del Limburgo è stato ancora più caloroso quando è stato sorpreso da un tiro di Michael Antonio, ma Patrick Hrosovsky è arrivato in tempo per liberare la palla dalla linea di porta (43 ° posto).

Se hanno iniziato il secondo tempo meglio del primo, i martelli non sono stati più precisi come Antonio, che è passato sotto un cross di Cresswell e Vladimir Koval, che ha sbagliato il suo tiro (48). Queste azioni hanno spinto David Moyes a dare alla sua squadra un aspetto più offensivo: l’allenatore scozzese ha apportato tre modifiche contemporaneamente, incluso il centrocampista Pablo Formals, al difensore Arthur Maswako (58). La manovra ha pagato subito dopo che Benrahmeh ha messo la palla tra le gambe di Vandevoordt (59, 1-1).

Il Genk, che non ha recuperato il livello del primo tempo, ha ricevuto diversi ammonimenti da Koval (69) e Dawson (73) prima che Benrahma tirasse di nuovo. Dopo che Madjid Sadek è stato cancellato, l’algerino ha spinto nuovamente la palla sul fondo tra le gambe di Vandevoordt (82, 1-2). Le partite non si sono svolte perché dopo un cross di poco di Angelo Preciado nel match (87), Soucek ha messo la palla nella propria rete in una posizione assegnata a Onwacho (88, 2-2).