Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Vivo belga, respiro belga’: Alexandra Morell di Dell conclude l’apertura del ‘nuovo’ negozio a Bruxelles

Rilascia la mia bambina ad Alexandra perché è bionda e ha gli occhi azzurrisamo Stefan Vanhandenhoven, un acquirente belga dallo spettacolo affare fatto Chi possedeva l’apostrofo al 50 di Rue Blaes a Bruxelles. Soprattutto, è una vecchia amica che amo molto. Ho 60 anni e da 4 mesi ho deciso di liberarmi di questo negozio e delle mie attività a favore dell’altro mio negozio, Haute Antiques (Haute Street) eAffare emesso .“Ce lo dice un antiquario “È stato tutto risolto in mezz’ora tre mesi fa.” “L’Apostrophe è mio figlio perché è il mio primo negozio. Il fatto che mi sono fermato per Alex è stata una decisione più facile dal fatto che era lei ad accettare il lavoro, ovviamente. Non l’avrei fatto per nessuno”.

Il nuovo punto vendita, che aprirà sabato dalle 18, si chiamerà semplicemente Alexandra Morel. “senza fronzoli” Scivola il nostro compratoreaffare fattol’antiquario delle famose trasmissioni France 2 e RTBF. Mi passa la torcia. Questo negozio ha una storia speciale perché è il suo primo negozio. Fondamentalmente, non era nella PAAssolutamente indeciso ad affittare il posto. Quindi è stato molto commovente quando abbiamo firmato i documenti. Mi passa la torcia. È un’enorme responsabilità fare qualcosa di buono là fuori. È una tale fiducia che me l’ha data. È un angelo! “

Questo sarà il negozio Molto diverso da La Brocante Quale hai tenuto fino a poco tempo i primi numeri civici?

“Giusto. È finito negli anni ’70, è stato un po’ complicato… quindi vado a 50. Adoro Rue Blaes. Sto rilevando Stéphane’s ma abbiamo fatto del lavoro. Abbiamo diviso il pareti e ristrutturato tutto. Di conseguenza, la galleria è enorme. “La gestiamo con mio fratello. È più adatto alle famiglie rispetto all’altra parte!”

READ  Le ultime indiscrezioni di trasferimento 06/04: Conceicao - Blacic - Kabore - Gideon - Mane - Denis - Kubo - Cornelis

Cosa troveremo qui?

“Uno spazio per i gioielli, uno spazio per l’orologeria, un altro spazio per la moda e tanto antiquariato. Mostriamo anche artisti contemporanei, fotografi e pittori. E soprattutto volevo che aprisse sabato una mostra museale eccezionale: un orso a grandezza naturale di Pompon. Era un grande scultore famoso. Nel periodo Art Déco eseguì molti bronzi di animali. Pompon è meglio conosciuto per il suo piccolo orso di bronzo, ma ha realizzato a grandezza naturale – non bronzo – per il Musée d “Orsay a Parigi. È in mostra lì e sono fortunato a possedere la seconda replica! È enorme da vedere, ha davvero le dimensioni di un orso!”

Il tocco di Alexandra Morell, Come nello spettacolo di Sophie Davant ?

“Questo negozio è proprio quello che volevo fare prima di tutto: tanti ambienti e tanti ambienti perché in galleria ci sono tanti pezzi diversi. Con una sala dedicata all’Art Nouveau, una per strumenti musicali antichi, una antica o addirittura una su Napoleone III con volte Cassetti, orologi, ecc.

E dal lato dei prezzi?

“Tra € 10 e… € 100.000, all’incirca (sorriso)! Ma quando ci vai, non puoi fare a meno di trovare qualcosa che ti piace e che rientra nel tuo budget.”

Quindi avere il proprio marchio in Belgio era d’obbligo?

“Oh sì, perché sono belga (sorriso)! Vivo belga, respiro belga. Ho anche preso un appartamento. Mi sono stabilito a Bruxelles anche se faccio ancora molto avanti e indietro. Ma, francamente, quando torno a Parigi, è angoscia… Sono contento di te, mi sono fatto tanti amici. C’è gioia nella vita. Sinceramente capisco perché i francesi si stabilirono in Belgio… È vero che sei stato un po’ invaso, ma devi capire perché: sei così gentile! Non dovevi essere così, non verremo a casa tua (sorridi)!”

READ  Critérium du Dauphiné: Carlos Verona vince la maglia, la nuova maglia gialla per Primoz Roglic