Aprile 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Brugge spinge Genk tra i primi sei e Della salva la testa (per ora).

Brugge spinge Genk tra i primi sei e Della salva la testa (per ora).

Il Club Brugge si è rassicurato e domenica ha battuto il Genk in una partita molto importante a margine delle qualificazioni (0-3).

Il Brugge si reca a Genk con la voglia di ritrovare slancio dopo l'uscita di coppa dall'Union. In caso di un altro risultato negativo. Ronnie Della Potrebbe avere molta paura per il suo posto. A Genk la situazione è ancora più preoccupante. I Limburger vogliono approfittare della sconfitta di La Gantoise contro lo Standard per fare una scelta seria ai playoff.

Il Bruges prende d'assalto direttamente la gabbia di Genk. La gente del posto è davvero soffocata nei primi minuti. Forrest Olsen Si intrufola nel rettangolo, colpisce e manca (il primo).

La prima svolta: la stupidità di Tolu

Quindi Jenk cerca di reagire. Michelle Ingannato come un livido Bonsu bah. L'errore è chiaro: punizione. Tre arokodar Avanza con totale sicurezza ma l'attaccante del Genk sbaglia completamente il rigore. La palla rotola silenziosamente oltre il palo della porta Jackers ; Bruges può considerarsi molto fortunata (15° posto).

Vettelsen mette Brugge al posto di guida

Ci sono occasioni da entrambe le parti e la partita è equilibrata, ma è il Brugge ad approfittarne. È stato lanciato perfettamente da Giudice Dietro la difesa Sminuire briscola Vandevoordt E conduce 0-1 (26). In questo modo, lo spagnolo è stato molto vicino allo 0-2 ma Vandevoordt ha effettuato una parata fantastica (28esimo).

Il resto e la fine del primo tempo è un susseguirsi di occasioni. Il tuo gene dipende dalla tua velocitàLoro sentono et al El Khannouss E infiltrazioniHenin. Bruges soffre…

La seconda svolta: il doppio salvataggio di Jackers

…Ma resiste grazie al portiere Nordin Jakers. sostituto per Simone MignoletIl giovane portiere ha prima sparato un tiro di Al-Khanous, poi ha fatto seguito un colpo di testa rabbioso da cinque punte di Mackenzie. Non c'è dubbio che il Genk meriti di tornare nello spogliatoio senza farsi ingannare, ma non è così.

READ  Una risorsa in meno: il Red Devil lascia il gruppo... per una buona ragione

I Limburger continuano a provarci nel secondo tempo. Tolo, che non ha certo vissuto una bella giornata, non approfitta di un disastroso recupero della difesa del Brugge e colpisce forte i Jackers (50°). Il Genk si stanca gradualmente e cade su un Club Brugge maturo, che riesce a passare in vantaggio e poi a chiudere la partita.

Odoi e poi Skov Olsen hanno seppellito le ultime speranze del Genk

Ad un ottimo angolo De Cuyper Mi hanno dato il primo lavoro, sto aspettando Si alza perfettamente e inganna Vandevoordt. La partita sembrava chiusa (0-2, 73° posto).

La fine della partita è molto difficile da vedere per il Genk Signor Vergot Puntata al punto di rigore – dopo l'intervento del VAR – per un fallo di mano nel rettangolo. Skov Olsen ha concluso la partita senza problemi (0-3, minuto 85).

Il risultato è pesante e non rispecchia appieno la partita, ma il Brugge ha comunque meritato la vittoria. Blauw e Zwart si stanno rilanciando e vorranno finire tra i primi tre prima dei playoff. Ronnie Della può respirare. Il Genk resta al sesto posto e perde un'occasione d'oro per mettere pressione sull'Anversa.