Maggio 28, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una comune sostanza chimica per la pulizia che causa malattie?

Una comune sostanza chimica per la pulizia che causa malattie?

Uno studio ha collegato il tricloroetilene (TCE), una sostanza chimica comunemente usata per il lavaggio a secco, al morbo di Parkinson. I ricercatori hanno precedentemente collegato la malattia di Parkinson all’esposizione a tossine, come pesticidi e inquinamento atmosferico. Ora gli scienziati dell’Università di Rochester ritengono che anche una sostanza chimica comunemente usata, il tricloroetilene (TCE), possa causare il morbo di Parkinson. Più di 8,5 milioni di persone in tutto il mondo soffrono del morbo di Parkinson, una condizione del sistema nervoso che causa disturbi del movimento, come tremori, rigidità degli arti e problemi cognitivi.

I medici continuano a non capire cosa causi il morbo di Parkinson. Tuttavia, la malattia è stata collegata alla diminuzione dei livelli di dopamina e norepinefrina nel corpo. Inoltre, le persone con determinati fattori di rischio, come l’età e una precedente lesione cerebrale traumatica, hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia. I ricercatori ritengono inoltre che l’esposizione a determinate tossine come i pesticidi e l’inquinamento atmosferico. Ora, i ricercatori dell’Università di Rochester forniscono ulteriori prove collegando il morbo di Parkinson a una sostanza chimica comunemente usata, il tricloroetilene (TCE). Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Parkinson’s Disease.

Cos’è il TCE?

Il TCE è una sostanza chimica liquida incolore che non si trova in natura. Puzza di cloroformio. Questa sostanza chimica può essere trovata in una varietà di prodotti e industrie, tra cui:

Lavaggio a secco commerciale
Sgrassaggio metalli
salviette detergenti
Smacchiatori per vestiti e tappeti
Lubrificante
Spray adesivo

Puoi essere esposto al TCE utilizzando un prodotto contenente TCE o lavorando in una fabbrica in cui è presente la sostanza chimica. Inoltre, il TCE può filtrare nell’acqua, nell’aria e nel suolo intorno a dove viene utilizzato o scartato, contaminando ciò che respiriamo, mangiamo e beviamo.

READ  Quando gli uccelli smettono di migrare verso l'Africa "è come se l'evoluzione stesse accadendo proprio davanti ai nostri occhi".

I sintomi di esposizione a quantità elevate di TCE sono:

Vertigini
mal di testa
confusione
nausea
intorpidimento facciale

Precedenti studi hanno collegato l’esposizione prolungata al TCE a un aumentato rischio di cancro ai reni, cancro al fegato e linfoma non Hodgkin.

TCE e morbo di Parkinson

Il dottor Ray Dorsey, professore di neuroscienze all’Università di Rochester e autore principale dello studio, afferma che lui e il suo team hanno deciso di cercare un collegamento tra TCE e malattia di Parkinson mentre si preparavano a scrivere il loro libro, Ending Parkinson’s Disease.

Il TCE è un noto cancerogeno, che causa il cancro. È stato anche collegato ad aborto spontaneo, difetti del tubo neurale (compresi i bambini nati senza cervello), malattie cardiache congenite e molte altre condizioni mediche. Inoltre esiste da 100 anni e il suo nome è noto da almeno 90 anni.

Evidenze da studi di caso

In questo studio, il dottor Dorsey e il suo team hanno condotto una revisione della letteratura. Hanno messo insieme sette studi di casi di persone che hanno sviluppato il morbo di Parkinson dopo l’esposizione alla sostanza chimica sul posto di lavoro o nell’ambiente. Tra questi casi di studio c’è il giocatore NBA Brian Grant, a cui è stato diagnosticato il morbo di Parkinson all’età di 36 anni. Secondo i ricercatori, è stato probabilmente esposto al TCE durante la sua infanzia quando suo padre era di stanza a Camp Lejeune nel North Carolina. I sistemi di approvvigionamento idrico del campo sono stati contaminati dal TCE all’inizio degli anni ’80.

I ricercatori hanno anche profilato un capitano della marina che ha prestato servizio a Camp Lejeune e 30 anni dopo gli è stato diagnosticato il morbo di Parkinson. Il gruppo di ricerca ha anche evidenziato il defunto senatore statunitense Johnny Isakson, che ha prestato servizio nella Georgia Air National Guard, che ha utilizzato il TCE per ridimensionare gli aerei. Al senatore Isakson è stato diagnosticato il morbo di Parkinson nel 2015.

READ  Le cause non sono ancora ben comprese, ma probabilmente hanno una componente genetica

Attualmente, la letteratura mondiale sul tricloroetilene e sul morbo di Parkinson è limitata a 26 studi basati su una ricerca su PubMed. Alla luce dell’uso diffuso e della contaminazione da TCE e percloroetilene (PCE), ampiamente utilizzati nel lavaggio a secco, e del numero crescente di casi di morbo di Parkinson, sono necessarie ulteriori ricerche. È importante notare che la maggior parte delle persone non è consapevole della propria esposizione perché non l’ha mai sperimentata prima ed è successo decenni fa.

Come ridurre l’esposizione al TCE?

Per ridurre l’esposizione a TCE, TCE e PCE dovrebbero essere vietati secondo i ricercatori perché il TCE “rappresenta un rischio irragionevole per la salute umana. Non guidavamo più auto o aerei negli anni ’20, quando iniziò la produzione commerciale di TCE, perché gli ingegneri svilupparono alternative più sicure I chimici possono fare lo stesso.

In secondo luogo, il pubblico, in particolare quelli che vivono vicino a siti contaminati, deve essere informato, contenuto e impedito loro di entrare nelle case, nelle scuole e nei luoghi di lavoro con sistemi di trattamento relativamente economici, simili a quelli usati per il radon (un gas radioattivo).

Il TCE ha una serie di effetti avversi sulla salute noti e diversi studi negli ultimi decenni hanno indicato che l’esposizione al TCE è stato un fattore di rischio per il morbo di Parkinson, anche se l’esposizione si è effettivamente verificata decenni prima dell’inizio della malattia.

Per le persone che cercano di ridurre la loro esposizione al TCE, la maggior parte dell’esposizione al TCE avviene per inalazione. La qualità dell’aria interna può essere migliorata aumentando la ventilazione o utilizzando filtri dell’aria a carboni attivi, sebbene siano più raccomandati sistemi più sofisticati utilizzati per mitigare il radon. Poiché l’acqua potabile può essere contaminata da TCE, il modo più semplice per ridurre i livelli di TCE è filtrare l’acqua potabile con filtri a carbone attivo. I sistemi di filtrazione dell’acqua per tutta la casa possono aiutare a prevenire un’ulteriore esposizione durante la doccia, il lavaggio dei piatti o altri usi domestici. Inoltre, evitare di utilizzare prodotti di consumo che contengono TCE. Verificare che svernicianti, smacchiatori, adesivi, sgrassanti e sigillanti, tra gli altri, non contengano TCE nell’elenco degli ingredienti.

READ  Ecco cosa vi aspetta nei prossimi giorni...

* Presse Santé si impegna a diffondere la conoscenza della salute in un linguaggio accessibile a tutti. In ogni caso, le informazioni fornite non possono sostituire il parere di un professionista della salute.