Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sketch Cup: il Club Brugge espelle senza brividi Zulte Waregem e l’Ostenda sorprende ed elimina il Genk

Sketch Cup: il Club Brugge espelle senza brividi Zulte Waregem e l’Ostenda sorprende ed elimina il Genk

Grazie alle doppiette di Andreas Skov-Olsen e Igor Thiago, il Club Brugge ha avuto poche difficoltà a superare 4-0 lo Zulte-Waregem e ad accedere ai quarti di finale della Coppa del Belgio mercoledì.

A Bruges, Ronny Deila, che ha optato per la rotazione, ha esonerato Ferran Gutgla, Rafael Onyedika e Philipp Zinkernagel in favore di Joel Ordonez, Bjorn Meijer e Michal Skouras. Da titolare anche il norvegese Skov Olsen, rimasto in panchina contro lo Standard. Il danese, capocannoniere del torneo di Blauw & Zwart, è stato cinico quando ha recuperato rapidamente un cross di Igor Thiago (16esimo, 1-0). Ancora una volta Skov Olsen ha fatto saltare di gioia i tifosi del Brugge con uno splendido tiro al volo sul servizio di Skouras (19, 2-0).

Mentre la partita andava bene, Zolte Wargem, secondo nella Challenger Professional League dove giocavano due ex giocatori del club, Vossen e Vormer, ha avuto due occasioni per ridurre il deficit ma Traoré non ha approfittato del passaggio ritirato di Ordonez per Simon. Mignolet (36) e Jelle Vossen non hanno effettuato il tiro mentre era in una posizione vantaggiosa (39).

All’inizio del secondo tempo, Thiago non ha tardato a completare il gol di Issefi con un cross di testa di Kasper Nielsen (50, 3-0) e Christian Prols ha evitato un passaggio di Major (58, 4-0).

L’Ostenda fa una sorpresa ed elimina il Genk

La magia della Coppa del Belgio si è consumata alla Diaz Arena di Ostenda, dove la squadra Challenger si è qualificata al campionato professionistico con un punteggio di 3-1 dopo i tempi supplementari raggiungendo i quarti di finale a spese del Racing Genk, vincitore della evento cinque volte e non oltre il 2021. .

READ  Thibaut Courtois ha risposto dopo aver lasciato il gruppo Devils e attaccato Tedesco: "Le sue dichiarazioni non corrispondono alla realtà".

In viaggio verso i Kustboys, Wouter Vrancken ha cambiato ancora una volta il suo cuore e ha mantenuto solo tre giocatori da domenica. L’allenatore del Genk, che ha optato anche per una rotazione in porta, si è schierato con Hendrik van Crombrugge. La squadra del Limburgo ha dominato per una ventina di minuti, ma Andy Zakiri (9), Luca Owen (11, 13) e Anwar Ait El Haj (21) non hanno approfittato di questo momento potente. Alla fine, la squadra dell’Ostenders è andata vicina al gol quando il tiro di Ewan Henderson ha colpito la traversa (34′).

All’inizio del secondo tempo, Thomas Basella ha portato in vantaggio Cottier con un colpo di testa (65, 1-0) e Anwar El Haj ha completato uno splendido attacco sulla fascia destra (69, 1-1). Fino alla fine dei tempi regolamentari e durante i tempi supplementari, il Genk ha avuto il maggior numero di occasioni ma si è liberato dal fondo, dando nuovamente a Robbie Dessie il vantaggio per i Kustboys (112esimo, 2-1). Dopo aver vinto la partita contro Patrik Hrosowski, il sostituto Louis Hartwig ha infilato con calma la palla in rete (120+2, 3-1).

I tifosi di Knokke (N1) spingono l’Oud-Heverlee Louvain ai rigori ma perdono 2-4 (1-1 dopo i tempi supplementari) negli ottavi di finale.

Mentre il punteggio era 1-1 dopo 120 minuti, la squadra dell’OHL si è qualificata ai quarti di finale della Coppa del Belgio ai rigori mercoledì sera allo stadio N1 Knokke Club (2-4).

Tra i Louvanistes, Oscar Garcia ha lasciato in panchina il suo capitano Seppie Shrivers e ha ceduto la carica di capitano a Ewood Pletinks. L’allenatore ospite ha riposto la sua fiducia nella coppia d’attacco Konan Nedry-Jon Thorsteinsson. Dopo pochi minuti per i Coasters, l’OHL ha preso il sopravvento e ha aperto le marcature con Jorren Dom (24, 0-1). Successivamente non ci sono stati molti momenti forti, ma la squadra dell’OHL, che sembrava in vantaggio, è stata punita da un colpo di testa di Justin Peters (45 + 3, 1-1).

READ  L'ex marcatore dell'Anderlecht e del Brugge è morto all'età di 75 anni

Al rientro dagli spogliatoi, la squadra dell’OHL ha mantenuto la palla nella sua formazione senza rappresentare una vera minaccia. Il ritmo degli ospiti è rimasto troppo lento per eliminare Knokke dalla gara. La differenza di livello tra la squadra della Jupiler Pro League e la Nazionale 1 non era affatto evidente. Dopo i tempi supplementari con poche occasioni, i leuveniani sono stati più cinici ai calci di rigore: Shrivers, Thorsteinsson, Brunis e Holzhauser hanno segnato tutti e quattro i gol. Dei Côtiers, Aelterman e Bailly hanno trasformato le prime due mete ma Jaloh e Adu non le hanno copiate, ponendo fine alla corsa di Knokkois che aveva eliminato Seraing e Malines in rapida successione nei turni precedenti.