Aprile 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché nulla ferma le teorie del complotto sulla principessa del Galles?

Perché nulla ferma le teorie del complotto sulla principessa del Galles?

Sembra che nulla possa calmare le teorie complottiste legate alla principessa del Galles sui social network. Neppure le nuove foto la mostrano in buona salute.

Un'eccitazione che nulla sembra riuscire a sedare. Nonostante le recenti foto di Kate Middleton, fotografata sabato 16 marzo, con William al mercato di un contadino vicino alla loro casa a Windsor, le teorie più sfrenate sulla salute della principessa del Galles continuano a diffondersi.

«Non è Kate», confermano alcuni che scrutano le foto – che sono state girate a distanza e quindi un po' sfocate. Per alcuni non è della taglia giusta e non ha la lunghezza giusta dei capelli. “È il doppio”, dicono altri.

Voci “scandalose” confermate in risposta dal corrispondente reale Notizie dal cieloLaura Bondoc. “È lei, puoi credermi”, dice. “Abbiamo analizzato le immagini utilizzando lo strumento di riconoscimento facciale Kate. Dimentica le voci.”

Ma “non esiste alcun elemento realistico che possa placare questa febbre di cospirazione”, ritiene Tristan Mendes-FranciaDocente specializzato in culture digitali.

Queste teorie, nonostante la loro follia e abbondanza, fioriscono, secondo lui, in “un terreno fertile adatto al mondo della cultura popolare”. Questo riassume “l'esagerata eccitazione di molti tabloid e di parte della popolazione per tutte le azioni della famiglia reale”.

“Momento di legittimo dubbio”

Per Tristan Mendes France “la palla non è quasi più nel campo della Casa Reale”. “Non esiste una soluzione davvero valida (per fermare) questi momenti di glorificazione cospiratoria”, analizza per BFMTV.com. “Siamo tutti presi tra due mali, se ne parla per smontarlo, rimettendo così un pezzo nella macchina mediatica, e non se ne parla e si libera uno spazio enorme”.

READ  L'Arciduchessa raggiunge il marito nella cripta dei Cappuccini alla presenza del Granduca Enrico e della Famiglia Imperiale d'Austria

Una foto ritoccata di Kate Middleton e dei suoi figli il 10 marzo, festa della mamma, ha contribuito ad accendere la miccia. Questo “fallimento nella comunicazione aziendale” è arrivato in un momento in cui già circolavano le prime teorie del complotto sull’assenza della principessa, vista l’ultima volta in pubblico il 25 dicembre 2023. È stato creato l’hashtag “WhereIsKate” – “Where is Kate” ?” – E così è apparso alla fine di febbraio.

Ma “pubblicare questa foto è del tutto irresponsabile da parte della famiglia reale”, sottolinea Tristan Mendes-France, in un momento in cui “il grande mondo è già iniziato”.

“Il mondo internazionale, soprattutto quello anglosassone, era immerso in un momento di legittimo dubbio”, alimentato dalle agenzie di stampa, in primis Reuters e Agence France-Presse, che hanno rimosso l’immagine dalle loro banche immagini.

“La morte di Carlo”

Lunedì le teorie del complotto hanno assunto una nuova dimensione, con la diffusione di voci di un “annuncio reale” su Channel X sulla possibile morte di re Carlo. Le voci si sono diffuse soprattutto attraverso alcuni media russi. L’agenzia di stampa russa Sputnik ha riferito ad esempio che “il re Carlo III di Gran Bretagna è morto all’età di 75 anni, secondo quanto riportato dai media”.

Queste false informazioni alla fine hanno portato a una dichiarazione ufficiale da parte dell’ambasciata britannica in Ucraina. L'ambasciata ha postato sul social network, in un messaggio scritto su sfondo rosso vivo, che “la notizia della morte del re Carlo III è falsa”.

“Non penso che la Russia abbia nulla a che fare con questo momento di eccitazione cospiratoria nel Regno Unito”, ha esclamato Tristan Mendes France, ma “è ragionevole credere che la Russia stia guardando questo con interesse, ed è allora che arriverà il momento. ” Vieni, proverà a gettare benzina sul fuoco.

READ  Potremmo dover presentare un reclamo formale.

Kate è più presa di mira di Charles

Ma più che su Charles si sono scatenate teorie complottiste, soprattutto su Kate Middleton. Ciò è il risultato della disastrosa comunicazione di Kensington, che è rimasto in silenzio sulla salute della principessa, a differenza di Charles, che ha parlato del suo cancro e che appare regolarmente nelle foto, nonostante le cure.

Anche Tristan Mendes-France vede tracce di “una cospirazione abbastanza specifica che coinvolge donne al potere o celebrità”. “Si tratta principalmente di sessualità e relazioni extraconiugali. Questo rientra in una logica più generale di élite con morali perverse. Questo va molto, molto lontano, dall'élite satanica di QAnon negli Stati Uniti, a Brigitte Macron, che “sarà un uomo.' “L’idea che le élite ci mentono e abbiano pratiche malsane”, conclude.

Secondo lui, ormai nulla può fermare quello che lui stesso definisce il “pollo senza testa”. “Le varie storie di cospirazione – e ce ne sono dozzine – si rafforzano a vicenda. Questo si trasforma in un dossier controverso, per coloro che ne sono esposti,” e alimenta il sospetto e la sfiducia su qualunque cosa provenga da Buckingham o Kensington e su ciò che i media seguono.

“La visione del complotto aumenta di giorno in giorno”, continua Tristan Mendes France. “Questo aumento nell'offerta di teorie rafforza i sospetti sulla cospirazione anziché alleviarli. Ciò rafforza i sospetti che “ci stanno mentendo”, “la verità ci viene nascosta” e “tutto viene drammatizzato”.

Questi dubbi sono alimentati anche dalle nuove informazioni che arrivano dalle agenzie di stampa. Alla luce delle “modifiche” apportate alla foto della festa della mamma di Kate Middleton, Getty Images sta riconsiderando la questione. Una foto della regina Circondata da alcuni dei suoi nipoti e pronipoti, che Kensington ha presentato nel 2023. Martedì l'agenzia ha confermato che la foto reca anche tracce di ritocco. Non abbastanza per migliorare la situazione della principessa del Galles.

READ  Faudel presenta ses scusa per avoir soutenu Nicolas Sarkozy

I più letti