Febbraio 27, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Note del Diavolo all'estero: Mago Kevin De Bruyne, Lukaku in un confronto difficile

Note del Diavolo all'estero: Mago Kevin De Bruyne, Lukaku in un confronto difficile

Certo, ha giocato poco più di 20 minuti. Ma ha dato una svolta a tutta la sua squadra. Era una vera calamita, attirava a sé tutti i palloncini e le sue compagne volevano continuamente cercarlo. E lo hanno fatto bene. Cinque minuti dopo il suo ingresso, ha giocato perfettamente tra le linee e ha messo una palla perfetta tra i piedi del difensore, che ha concluso la sua corsa sull'esterno della rete. Grande arte.

Ma cosa c'è dopo questa deliziosa porzione di Oscar Pope? Una palla che solo un giocatore può maneggiare. Non c'è bisogno di specificarlo, KDB è chiaramente di questo calibro. Come ha detto qualche giorno fa Jurgen Klopp, il diavolo è tornato e l'intero torneo comincia a tremare. E ancora, hanno il diritto di avere paura.

Il ritorno di King De Bruyne che cambia tutto: “È l'unico al mondo che può farcela”

Arthur Thiate (Rennes): 7/10

Solido come Theate. Bravo nei duelli, il difensore non lasciava altro che briciole agli avversari. Una partita forte e sobria. Inoltre è intervenuto più volte per interrompere gli attacchi dell'opposizione. Quest'inverno, soprattutto da parte della Roma, si è mostrato in uno stato di concentrazione. È stato anche lui a parlare durante il riscaldamento. Prova della sua importanza all'interno del club tanto quanto della sua partecipazione.

Thomas Meunier (Borussia Dortmund): 7/10

Thomas Meunier torna in campo con il Dortmund. © AFP o i suoi concessori di licenza

Il 2024 è un buon inizio per Satana! Dopo aver iniziato la stagione senza giocare, Meunier ha iniziato il suo ritorno in campo alla fine dell'anno con quattro vittorie consecutive. Meglio ancora, ha iniziato sabato per la terza volta consecutiva e ha completato il traguardo dei 90 minuti per la seconda volta in questa stagione.

L'ex giocatore del Paris Saint-Germain non si è mai preoccupato sulla fascia destra, essendo forte nei duelli e diligente nelle ripartenze completando il 79% dei suoi passaggi.

Johan Bakayoko (PSV): 6,5/10

Grazie alla tripletta di De Jong, il PSV ha continuato la sua forma impeccabile registrando la 17esima vittoria nel maggior numero di partite di Eredivisie, eguagliando così il record. Per quanto riguarda i belgi, Bakayoko ha avuto un grande impatto sulla sua fascia destra fornendo molti buoni cross, incluso uno che è finito in rete nel terzo gol dell'olandese.

READ  Anderlecht: Burnley ha messo Vincent Kompany in cima alla lista!

Tuttavia, l'esterno è stato meno abile nel finalizzare gli attacchi poiché ha mancato il bersaglio in un incontro uno contro uno dopo l'ora.

Amadou Onana (Everton): 6,5/1

In battaglia, come sempre. Non è stato dettagliato anche quando si è scagliato all'impazzata contro Emiliano Martinez. Per inciso, l'allampanato centrocampista avrebbe potuto ferire gravemente l'incubo francese durante la Coppa del Mondo in Qatar.

Per il resto si è comportato bene e ha vinto la maggior parte dei suoi duelli. Una grande sfida, soprattutto perché ha avuto come concorrente un bellissimo bambino nella persona di Douglas Luiz.

Jeremy Doku (Manchester City): 6,5/10

La dinamite non era tutto. Ma ha fatto del suo meglio e aveva ancora pochi eguali nel muovere il muro con la sua abilità nel dribbling. Come il primo gol in cui tutto cade sulla sua strada prima che crei un'apertura brillante sulla fascia destra. Nonostante tutto, è stato comunque spento da Kieran Trippier, che lo ha difeso egregiamente.

Con quattro passaggi chiave, è riuscito a trovare i suoi partner e a metterli a frutto.

Ameen Al-Dakhil (Burnley): 6/10

Buono in difesa, ha gestito bene il suo incontro. Anche se spesso veniva bersagliato dai diagonali alle sue spalle. E ha sofferto un po' la mancata prestazione difensiva di Odebert. Una partita sobria e pericolosa, nonostante le polemiche terminate nel finale con un gol che ha fatto scorrere molto inchiostro.

Koen Casteels (Wolfsburg): 6/10

Desideroso di respingere in più di un'occasione la minaccia del Magonza, l'attuale portiere dei Devils non è stato esente da critiche per il pareggio. Dopo essere stato colto di sorpresa dal cross di Widmer, Casteels non ha potuto fare nulla per evitare il pareggio.

Il risultato finale? Gol ovunque, visto che i Lupi non riescono a lasciare il fondo del campionato.

Luis Obinda (Lipsia): 6/10

Prima sconfitta casalinga per Lipsia e Opinda. ©(c) Copyright 2024, Agenzia di stampa tedesca (www.dpa.de). tutti i diritti sono salvi

11 volte decisive in campionato in questa stagione, l'attaccante è rimasto in silenzio questo fine settimana durante la sconfitta di misura del Lipsia contro il Francoforte (0-1).

READ  Chi è Celine Bizet, la futura moglie di Donum? - Tutto il calcio

E non è per mancanza di tentativi! Chiaramente, Satana era l'elemento offensivo più pericoloso della sua squadra. Ha segnato un gol che alla fine è stato annullato per fuorigioco, e ha fatto altre tre mosse, tutte parate dal portiere avversario. Anche il precedente Lensoi ha tentato la fortuna…nove volte.

I compagni di squadra di Xavi Simons hanno così interrotto una serie di quattro partite senza sconfitte e hanno subito la prima battuta d'arresto in casa.

Aster Franks (Wolfsburg): 5,5/10

Dal terzo avvio consecutivo, il centrocampista si è dimostrato serio, soprattutto completando quasi l'80% dei suoi passaggi.

Unico problema? Ha ricevuto il suo quinto cartellino giallo stagionale in sette presenze. Ha ceduto il suo posto venti minuti prima dell'orario stabilito.

Matz Sels (Strasburgo) 5,5/10

Non irreprensibile per il gol dell'OM. Protegge male la sua area permettendo a Gigot di segnare. Poi si è rivolto alla disoccupazione tecnica. Anche se Sinaia lo ha salvato dal tiro di Vertue.

Wute Weiss (Leicester City): 5/10

Giornata difficile per il difensore. Sul pareggio, il suo ruolo è bloccare la palla. Sfortunatamente per lui, non ci è riuscito mentre l'aggressore era davanti a lui. Un gol evitabile, anche se difficilmente liquidabile come errore evidente. E anche nell'ultimo gol poteva essere più veloce. Si mette alle spalle del suo difensore e non riesce a bloccarlo come avrebbe dovuto. Due azioni che mascherano in qualche modo il suo incontro complessivamente positivo.

Romelu Lukaku (Roma): 4/10

Dobbiamo accontentarci di troppo poco? Non con lui. La Grande Sala è nei guai. Lo si è visto contro il Milan dove il paragone con Giroud fa male agli occhi. Nel primo tempo era fantasma. Non l'abbiamo visto e non è stato servito in buone condizioni.

Nella ripresa c'è stato un leggero miglioramento. È stato lui a dare il passaggio a Pellegrini per l'unico gol del rumeno. Ma una statistica dimostra ancora che non era della partita: non ha tentato la fortuna nemmeno una volta. Prova di ciò è il suo disagio durante le partite più importanti di questa stagione, visto che non ha segnato nelle ultime quattro partite.

READ  Partita interrotta, rissa, mascella rotta: Tribute to Ibrahim è stato davvero pessimo nel mini football

Non hanno giocato molto:

Sostituto per la seconda volta consecutiva Olivier Demann Riesce a gestire solo dieci minuti ma era in campo quando il Werder Bremen ha pareggiato nei minuti di recupero contro il Bochum.

da parte sua, Michy Batshuayi È entrato in partita al 64 'prima di ricevere il cartellino giallo. dopo un minuto. Con il diavolo sulla terra, fiamma Alla fine vinse con un margine minimo e rimase in testa al torneo.

Turi Tielemans È stato sospeso per infortunio dopo essersi guadagnato il suo posto nella squadra. Questo infortunio al polpaccio lo ha tenuto in disparte durante il Santo Stefano, ma è tornato contro Everton e Amadou Onana. Arrivato il 64, non ha avuto un grande impatto su questo incontro.

è salito a 64, Timothy Castagne (Fulham) Deve lottare per il suo posto contro Kenny Tete. La rotazione ha funzionato in un modo o nell’altro e Satan è entrato bene in partita, sul lato difensivo non è stato esposto a nessun dribbling e il gioco del Chelsea non è più passato da questa parte una volta che è stato al suo posto.

Non hanno giocato

Leandro Dendoncker È rimasto in panchina per tutta la partita contro l'Everton.

Charles de Kitaleeri (Atalanta) Questo lunedì sera gioca con il suo club contro il Frosinone.

Yannick Carrasco Al-Shabab giocherà la sua prima partita quest'anno il 15 febbraio Dodi Lukebakio Martedì il Getafe affronterà il Siviglia nella Coppa del Re.

Uriel Mangala Il Nottingham Forest non ha giocato questo fine settimana. Sabato prossimo affronteranno il Brentford.

Leandro Trossard (Arsenal) Giocherà la prossima settimana contro il Crystal Palace.

Alexis Velieri Soffriva di problemi muscolari e non era disponibile durante la sconfitta del Bologna contro il Cagliari.

Sono rimasti feriti

Thibaut Courtois (Real Madrid)