Gennaio 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Molestie sessuali, un problema che esiste già nel metaverso?

Accadendo all’inizio di dicembre presso Horizon Worlds, una piattaforma social di realtà virtuale, il caso di molestie sessuali avrebbe potuto essere considerato un dato di fatto “Per niente felice”.

Problemi del mondo reale che già esistono in metaversoIl futuro di Internet in particolare è stato elogiato da Mark Zuckerberg. annunciato nel 2019, mondi orizzonte È una piattaforma di realtà virtuale sviluppata da Meta. Negli ultimi giorni, è stato disponibile negli Stati Uniti e in Canada per le persone di età superiore ai 18 anni. Prima di allora, era aperto solo ai beta tester, ovvero le persone responsabili del test di un prodotto prima che fosse reso disponibile a un pubblico più ampio. Uno di loro sostiene di essere stato vittima di molestie sessuali all’inizio di dicembre. “Le molestie sessuali sono già pericolose online, ma la realtà virtuale rende l’esperienza ancora più intensa. Non solo sono stato incasinato ieri sera, c’erano anche altre persone che supportano questo comportamento”, ha descritto la vittima sulla pagina Facebook di Horizon Worlds, secondo il sito il bordo.

Fai rapporto a mortoQuesto incidente avrebbe potuto essere esaminato dalla società e considerato “Per niente felice”. Secondo Vivek Sharma, Vice President di Horizon Worlds, il beta tester in questione non ha utilizzato le funzionalità di sicurezza integrate, una delle quali permette di bloccare qualcuno.

Per Vivek Sharma ancora una volta, questo evento costituisce “commenti utili” Perché vuole che gli utenti possano trovare facilmente questa funzione di blocco. Tuttavia, questo incidente fa venire in mente anche Andrew Bosworth, vicepresidente responsabile della realtà virtuale e aumentata di Meta, sui metaversi. In una nota interna che un file Financial Times Ha potuto consultare, qualche tempo fa ha condiviso le sue preoccupazioni su questo mondo virtuale che potrebbe essere “Ambiente tossico”Soprattutto per le donne e le minoranze. Mi rendo anche conto che la moderazione nel metaverso è impossibile.

READ  Lo scanner di impronte digitali è lento ma Google sa perché

12 novembre, giorno in cui l’articolo è stato pubblicato su Financial Times Inserito, Andrew Bosworth ha parlato della sicurezza delle persone nella realtà virtuale, con a Nota sul blog. “Le molestie negli spazi digitali non sono una novità, ed è qualcosa su cui noi e altri attori del settore lavoriamo da anni (…) vogliamo che tutti abbiano il controllo della propria esperienza VR e si sentano al sicuro sulla nostra piattaforma”. Ha spiegato in particolare che a “tampone persistente” Sviluppato per Horizon Worlds. Memorizzato localmente, consente di includere le informazioni acquisite dall’auricolare come prova di un incidente quando qualcuno effettua una segnalazione. Inoltre, Meta prevede di investire $ 50 milioni nella ricerca sulla sicurezza, nell’etica e nella progettazione responsabile, lavorando con esperti accademici e governativi. Per vedere se questi investimenti saranno sufficienti a garantire la sicurezza degli utenti del metaverso, soprattutto i più giovani. pochi giorni fa, gioco robloxÈ un videogioco multiplayer online gratuito rivolto a bambini e adolescenti ed è stato segnalato per molestie sessuali segnalate.