Marzo 1, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La missione belga a Miami: “Non voglio problemi… ma siamo una vera città internazionale”.

La missione belga a Miami: “Non voglio problemi… ma siamo una vera città internazionale”.

Ma nonostante questo, Miami sorprende. La città è relativamente piatta e ha permesso agli edifici di crescere come funghi. Gli edifici hanno forme originali, più arrotondate e più “flessibili” che in altre grandi città americane. Il tutto decorato con palme. Cosa incredibile. La città, nonostante le sue dimensioni e la sua storia, contiene ancora numerosi cantieri. La città è viva.

La vista, al riparo dalla pioggia, su Miami, dagli uffici di Greenberg Traurig. © Antonin Marsac

Se i membri della delegazione di Agoria amano Atlanta, a Miami c’è qualcosa in più che farà brillare i loro occhi.

Perché se Atlanta dà il primo posto alle manifestazioni condotte da gruppi potenti, come Cisco o Microsoft, Miami sembra concentrarsi maggiormente sull’aspetto delle “startup”, degli “unicorni”, della “blockchain”, ecc.

“La mia missione è tenerti fuori di prigione e lasciarti fare affari.”

Molti investitori ma proprietà “impagabili”.

Gli investitori adorano Miami per il suo “ambiente imprenditoriale”. Abbiamo normative interessanti e una comunità forte. Atlanta è un po’ come “Corporate America”, dove Miami sarebbe più una terra di PMI, anche se ci sono colossi come Virgin ecc.“, spiega Ivan Rabin-Smith, amministratore delegato di Watsco Ventures (il braccio finanziario e fondo di investimento del gruppo specializzato in climatizzazione e riscaldamento Watsco) e co-fondatore di Nest’up, un incubatore di startup lanciato… a Mont-Saint- Guibert, nel 2013. Vive a Miami da 12 anni.

“Nei Tech Hubs, qui, non siamo solo aperti alle imprese, ma collaboriamo anche con il governo per vedere come possiamo adattare le politiche e le normative ambientali a questo livello, per rendere le cose più facili per gli innovatori. La sfida climatica ci spinge a trovare soluzioniDa parte sua, Lee Ann Buchanan, capo della Miami-Dade Innovation Authority, lo ha spiegato durante una tavola rotonda organizzata con la delegazione belga presso gli uffici dello studio legale Greenberg Traurig.

READ  Pfizer acquisisce Arena Pharmaceutical Lab per $ 6,7 miliardi | globalismo

“Miami sta iniziando a diventare economicamente inaccessibile, è vero, in termini di proprietà immobiliari. Ma quello che stiamo vedendo è anche che gli stipendi stanno iniziando a seguire il costo della vita, cosa che non accadeva in passato. Quindi sì , ci sono forti forze” di disparità economiche. Ci sono sforzi da fare su tutti gli aspetti. Ma stiamo assistendo ad un “effetto cavallina”. (Andiamo avanti, ndr) In termini di stipendi. Ciò riduce l’impatto dei prezzi eccessivi“, precisare.

Miami è ancora più magica di notte, quando la vita notturna prende il sopravvento, nonostante il rumore dei motori delle auto sportive che sfrecciano su alcune strade.
Miami è ancora più magica di notte, quando la vita notturna prende il sopravvento, nonostante il rumore dei motori delle auto sportive che sfrecciano lungo alcune strade. © Antonin Marsac

Miami è nemica di Atlanta?

Se Atlanta e Miami diventano rivali tra loro, ciò che emerge dal viaggio è un senso di complementarità. Ma approfittiamo della presenza del vicepresidente di Greenberg Traurig, Garrett Davis, per rivolgergli la domanda. “Atlanta afferma di avere una forza lavoro molto più numerosa e produttiva. A cosa rispondi? “, gli chiediamo.

L’omone si siede sulla sedia, che è troppo piccola per lui, e sorride. “Lo sentiamo spesso. Amo Atlanta e la porto nel cuore, ma non è una “città internazionale”. Noi. Giocherò onestamente perché lavoro con Atlanta. Non voglio alcun problema. Ma costruiamo tutti i nostri sogni“, dice con buon umore. Ma si scopre che Atlanta, con le sue varie università e le grandi sedi aziendali, ha un lato “crocevia” verso gli Stati Uniti, che in questo caso potrebbe favorirla. Tuttavia, Miami e la sua apertura verso Il Sudamerica apre altre opportunità.

È quasi uno scherzo, in realtà, questo concorso, perché le città si rivolgono a pubblici diversi. Hanno un’immagine diversa, il che significa che non esiste una concorrenza violenta, come può accadere tra alcune regioni consolidate e altre regioni emergenti. Ma Atlanta è più orientata verso l’“hard tech”, la mobilità elettrica e l’industria. E Miami al posto del Web 3, della finanza, del “venture capital”, ecc.“, spiega Michel Gerbetzoff, Console Generale del Belgio che vive ad Atlanta e ha seguito la missione a Miami.

Nawras

“So che questa non è la scelta migliore per la mia carriera, ma non mi interessa. Ho solo una vita.”

Via Sud di Miami.
Via Sud di Miami. © Antonin Marsac

Chris Omi, il “dentro” e il “fuori” belga del mondo tecnologico americano

Quando incontriamo Chris Omi, co-fondatore di Metaphysic.ai, negli uffici del self-made man e ora miliardario Moish Mana, fondatore di Mana Tech, il personaggio ci offre una straordinaria dimostrazione del suo magistrale colpo di lancio. L’America ha talenti Tra l’altro è riuscito a riportare Elvis Presley sul “palcoscenico” grazie all’intelligenza artificiale. In realtà ha fatto notizia con il suo deepfake di Tom Cruise, “Deep Tom Cruise”, non molto tempo fa. Proteggi la tua identità online? “Sarà molto impegnativo e complesso“, ha ammesso.

READ  E se non ottieni il bonus energia?

Vengo dal Limburgo. Vivo a Bangkok adesso. Sono venuto a Miami perché… me lo ha chiesto la missione“, sorride, mentre la sua azienda ha sede a Londra ma anche nel Delaware e ha un ufficio a Los Angeles.”Bangkok non è il posto migliore per questo lavoro. Nemmeno per niente. Ma quando mi è stato chiesto di venire a Los Angeles (Los Angeles, ndr) L’ho provato per una settimana e non mi è piaciuto. Mi è stato chiesto molto. A Bangkok esco di casa ed è silenzio. Lo amo. So che questa non è la scelta migliore per la mia carriera, ma non mi interessa. Ho solo una vita“, dice francamente.

Chris Omi, co-fondatore di Metaphysic.ai, spiega le sfide della modellazione con e senza intelligenza artificiale per riprodurre i volti umani.  Ed ecco Cristiano Ronaldo.
Chris Omi, co-fondatore di Metaphysic.ai, spiega le sfide della modellazione con e senza intelligenza artificiale per riprodurre i volti umani. Ed ecco Cristiano Ronaldo. © Antonin Marsac

Miami International ha alcune figure chiave

popolazione : 439.000 persone nel 2023.

Stipendio medio : Circa $ 53.000. Ma lo stipendio medio è più alto a seconda del settore. Può arrivare a 89.000 dollari per i dirigenti ed è molto più elevata in alcuni settori di attività.

Affitto medio : $ 2.650 per un appartamento con una camera da letto.

Partecipazione al PIL degli Stati Uniti: Nel 2022, il PIL dell’area metropolitana di Miami-Fort Lauderdale-West Palm Beach era di 483,7 miliardi di dollari. A titolo indicativo, il PIL del Belgio è di 594,1 miliardi di euro.

Non c’è malessere a Miami.
Non c’è malessere a Miami. © Antonin Marsac