Febbraio 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: il disertore russo Wagner vola in Norvegia dopo una spettacolare fuga

Un disertore del gruppo paramilitare russo Wagner è fuggito dal fronte ucraino in Norvegia dopo una drammatica fuga attraverso il confine artico. Il suo avvocato ha detto lunedì che l’uomo intende chiedere asilo in Norvegia.

YuUn uomo russo che finge di essere l’ex mercenario del gruppo paramilitare Wagner è riuscito a fuggire attraversando il confine russo-norvegese nell’Artico e chiederà asilo in Norvegia, ha detto lunedì il suo avvocato.

Andrei Medvedev, 26 anni, è stato arrestato dopo aver attraversato illegalmente il confine giovedì e venerdì notte, ha detto all’AFP l’avvocato norvegese Brynjolf Resens.

Ha detto: “È disposto a parlare della sua esperienza con il gruppo Wagner alle persone che indagano sui crimini di guerra”.

In un’intervista trasmessa dall’ONG Gulagu, l’uomo che si dichiarava un disertore ha spiegato che il suo contratto è stato prorogato contro la sua volontà, dopo diversi mesi di combattimenti in Ucraina al servizio di questa organizzazione russa guidata dall’imprenditore Yevgeny Prigogine.

«I miei ex datori di lavoro hanno cercato di trovarmi, la compagnia Wagner, Prigojine e la sua banda dell’FSB (Russian State Security, ndr), emettendo un mandato di ricerca (contro di me) da parte del ministero dell’Interno russo.

“Ho corso il rischio di essere rapito, ucciso, fucilato o peggio ancora condannato su messe come Negin”, un ex detenuto ed evaso da Wagner la cui raccapricciante esecuzione è stata filmata con la folla. anno a metà novembre.

Afferma di essere stato il comandante di una sezione di dieci uomini e afferma di aver attraversato il fiume Pashvik ghiacciato, che separa la Russia dalla Norvegia nell’estremo nord, con una pattuglia russa alle calcagna.

READ  Washington spinge gli alleati dell'Ucraina a fornire "ciò di cui ha bisogno immediatamente"

“proiettili sibilanti”

Ha detto: “Ho sentito i cani abbaiare, mi sono girato e ho visto persone con torce elettriche, a circa 150 metri di distanza, che correvano nella mia direzione”.

Ha continuato: “Ho sentito due spari, il fischio di proiettili da una distanza lunghissima (…) ho corso sulla neve, aiutandomi alla luce delle case, per circa due chilometri”.


Leggi anche
La guerra in Ucraina: l’economia resiliente della Russia si adegua alle sanzioni occidentali

Secondo il suo avvocato, si è poi recato dai norvegesi, che hanno spiegato loro di aver attraversato il confine illegalmente, prima di essere arrestato dalla polizia poco dopo.

Secondo Brynjolf Resens, il suo cliente ha deciso di non rinnovare il contratto con Wagner dopo aver sperimentato “qualcosa di completamente diverso da quello che si aspettava”.


Leggi anche
La guerra in Ucraina: in bilico tra Wagner e il Cremlino?

E l’AFP non ha potuto confermare in modo indipendente che il giovane russo abbia combattuto sotto Wagner.

Questo gruppo di mercenari, molto presente in Africa, è sospettato di molti abusi in Ucraina. Attualmente sta conducendo la battaglia per la cattura della città di Solidar nell’est di questo paese.


Leggi anche
La guerra in Ucraina: Kiev si aggrappa al destino della battaglia di Solidar