Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Julian, vittima di un “attacco stradale”, ha dotato la sua auto di telecamere di sorveglianza: come potrebbe utilizzare queste immagini?

Julian, vittima di un “attacco stradale”, ha dotato la sua auto di telecamere di sorveglianza: come potrebbe utilizzare queste immagini?

Dopo aver avuto un incidente d'auto, Julian ha deciso di dotare la sua macchina di telecamere per poter dimostrare di essere stato vittima di un incidente stradale. Ma Liégeois ha fatto la cosa giusta investendo in questi strumenti per la sua sicurezza? In quale contesto può utilizzare queste immagini? Cosa dice la legge sulla tutela della privacy?

Julian ha avuto molte esperienze stradali pericolose negli ultimi anni. Frenate improvvise, minacce, un'auto che taglia improvvisamente la strada… Queste situazioni hanno suscitato un crescente senso di insicurezza tra gli abitanti di Liegi. Quando ha voluto sporgere denuncia alla polizia, si è reso conto che la dash cam della sua auto gli avrebbe potuto tornare utile. Questa piccola telecamera posizionata sul parabrezza o sul cruscotto registra tutto ciò che entra nel suo campo visivo.

Perché Julian ha deciso di acquistare questo strumento? Tutto è iniziato con un incidente qualche mese fa. “L'altro giorno ho rischiato di scontrarmi con un veicolo che mi ha tagliato la strada per prendere dei piccoli spazi. Questa persona è scappata e la mia macchina ha tamponato il retro. L'ho graffiata un po'. Per fortuna non avevo niente , ma se non avessi “Se avessi frenato al momento giusto e guidato al momento giusto, avrei tamponato la sua macchina rischiando di uccidere la persona”.dice Giuliano. “Ho dovuto pagarla per il danno che ha causato alla mia macchina. Agli occhi della legge, sono l'unico colpevole. Ecco perché ho voluto dotarmi di una dash cam.

READ  “Il dilemma è terribile”: a Gaza ci sono tra i 100 e i 150 ostaggi, cosa farà Israele mentre si prepara ad attaccare?
-->

Per potersi difendere in futuro in caso di controversia, Julian ha deciso di dotarsi di attrezzature che gli fornissero “immagini di alta qualità”.

“La mia attrezzatura mi è costata 300 euro perché volevo qualcosa di molto efficiente, con una buona qualità dell'immagine. Volevo aggiornarla per avere una visione a 360 gradi della mia auto”, spiega. “Attualmente ho 4 telecamere in 2, ciascuna delle quali riprende l'interno e l'esterno. Se adesso ho un incidente, posso avere la prova che stavo effettivamente prestando attenzione. Questo ci permette di raccogliere informazioni in modo da poterci difendere.”

Dopo aver ricevuto il permesso nel 2019, Julian dice di averlo notato “Gli utenti della strada stanno diventando sempre più impazienti e violenti. Ci sono diversi elementi che rendono le nostre strade sempre più pericolose. Ogni giorno dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi per combattere la negligenza di alcuni conducenti. Ho una guida un po' difensiva e quando Vedo questo genere di cose, lo trovo fastidioso.” . “Non è normale mancare di rispetto alle regole dell'autostrada di questi tempi.”

Un automobilista su dieci ne ha uno

Una telecamera per auto rappresenta un reale valore aggiunto per la sicurezza del conducente? Benoît Godart, portavoce del VIAS (istituto indipendente specializzato in sicurezza stradale), sottolinea che sempre più belgi si doteranno di questo tipo di dispositivi.

“Questa piccola fotocamera è in circolazione da dieci anni. Ci sono paesi, come la Russia o gli Stati Uniti, dove più conducenti possiedono questa attrezzatura. In Belgio, si stima ora che un conducente su dieci ne possieda una,” Lui spiega. “Ma se consideriamo chi lo possiede e chi vorrà acquistarlo nei prossimi mesi arriviamo a una persona su quattro. Quindi è un fenomeno in crescita”.

Benoît Godart aggiunge che il vantaggio di dotare la propria auto di dash cam è duplice. “In caso di collisione è più semplice dimostrare l'eventuale responsabilità dell'altro conducente. Ai fini assicurativi questo può essere molto importante. In secondo luogo, in caso di ingorgo stradale”, è “sempre È importante avere le foto di quanto accaduto anche prima dell'aggressione.”, per esempio. Spetterà al giudice dire sì o no se tiene conto delle immagini che gli vengono presentate”.

READ  Svezia: una persona cade da sette piani in una sala da concerto, uccidendone due
-->

Telecamera di guida, utile per la sicurezza ma…

Un portavoce di VIAS afferma che un conducente con una dash cam non può farlo “Trasformati in una guardia stradale.” “Non si può postare un video in cui si possa identificare la targa di altri conducenti. Questo può essere appropriato in caso di incidente a fini assicurativi, ma non deve trasformare il conducente in una guardia. Esistono leggi sul rispetto della privacy Se non le rispetti potresti essere punito, dal chiederti prima di rimuovere queste foto e chiederti di pagare una multa.Lo scopo della telecamera dell'auto è quello di chiarire le responsabilità in caso di incidente, in caso di guida aggressiva ma non pubblicare di tutto sui social network.

E per aggiungere: “La telecamera sul cruscotto filma costantemente, quindi protegge l'auto anche in caso di vandalismo o furto, quando l'auto è parcheggiata. Le immagini possono poi essere utilizzate solo per la polizia. Non è consentito pubblicare un video di un ladro che arriva e vandalizzare l'auto.”

Cosa dice la legge sulla tutela della privacy?

La legge stabilisce la regolamentazione della raccolta e del trattamento di queste immagini. “Non possiamo raccogliere e trasmettere video senza il consenso delle persone che appaiono nel video.”“, conferma l'avvocato Aurélie Junkers. “D'altra parte, possiamo usarlo per scopi di sicurezza stradale, per proteggerci in particolare se abbiamo un incidente stradale e possiamo filmare le circostanze dell'incidente. Fai attenzione, se hai un incidente, hai una macchina fotografica, e hai un contatto diretto con la controparte, devi informarla che esiste un video “È stato girato a loro insaputa o senza il loro consenso”.

La Dashcam è consentita quasi ovunque in Europa (ci sono 4 eccezioni: Grecia, Austria, Portogallo e Lussemburgo). “In Austria, la multa può arrivare fino a 10.000 euro per l'utilizzo e l'installazione di una dash cam nella tua auto. Se vai in Austria, devi rimuoverla. ““, avverte O'Reilly Junkers.

READ  4 morti in un terribile incidente stradale in Francia e due bambini gravemente feriti

L'avvocato sottolinea inoltre che i belgi si proteggono sempre più dagli incidenti, ma anche dagli attacchi, acquistando queste telecamere.