Dicembre 1, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Intervista personale di Salah Adslam. Cosa conserva del suo passato dopo l’indottrinamento islamico? (in diretta alle 12:30)

Dopo diverse settimane di ascolto delle testimonianze delle vittime degli attentati, è arrivato il momento di mettere in discussione il carattere dell’imputato. Passaggio importante in un processo penale, questo consente generalmente alle parti di conoscere meglio il percorso di vita dell’imputato, a livello familiare, professionale e penale, nonché sugli elementi generali del contesto in cui le azioni promosse dinanzi la corte ha avuto luogo. stato commesso. Ma nel contesto di questo processo per omicidio in un contesto terroristico, Salah Abdeslam ha rapidamente dimostrato di non aver intenzione di sottostare alla logica di un normale processo penale.

Seguici in diretta qui sotto:

Salah Abdel Salam non soccombe alla giustizia degli uomini

inizia a pronunciareChahada‘, la professione di fede islamica, dal suo primo discorso Salah Abdeslam ha subito spogliato la giustizia degli uomini a favore della giustizia di Dio. Per Michael Dantine, criminologo di Liegi specializzato in questioni di estremismo, è anche un altro modo di dire ai suoi giudici : Non vi riconosco come giudici e non ho alcun conto con voi». lui è “In un’altra logica, in un’altra naturale e in un’altra razionalità.

Atteggiamento Il che conferma se è ancora necessario Salah Abdeslam non ha la stessa logica né le stesse conclusioni di quelli là fuori per giudicarlo.

Un vicolo cieco nel suo passato ora è solo un combattente



4 foto





© Palix RTBF

Sulla questione sollevata dal Presidente della Corte circa la professione da lui esercitata, La risposta di Salah Abdeslam:Ha rinunciato a tutta la sua carriera per diventare un combattente per lo Stato Islamico. Per Michael Dantine, questo riferimento a “combattenteCome professione significa che è diventata la sua “identità dominante”:Non è più il figlio dei suoi genitori, non più di un soldato al servizio di una causa o di un’ideologia, e forse seguirà fino in fondo questa logica.“.

La negazione del passato è costante nel processo di radicalizzazione

In risposta ad un’altra domanda sollevata dal Presidente della Repubblica sulla sua discendenza, l’imputato risponde senza esitazione: “Il nome di mio padre e di mia madre non ha nulla a che fare con questa storia». Parole che preannunciano cosa potrebbe accadere durante un colloquio dove si tratterà necessariamente di rievocare il passato, i parenti e le influenzeÈ un momento necessariamente delicato per tutti i radicali perché ci ricorda Michael Dantine: “Una delle costanti del processo di radicalizzazione è vedere un punto o un’altra rottura nel momento in cui la persona radicalizzata volta le spalle al suo passato a vantaggio esclusivo della sua nuova identità.“.

Sii un leader, difensore e portavoce delle vittime dall’altra parte



4 foto





L’imputato nel box © Palix RTBF

Durante la prima parte del processo, Salah Abdeslam ha mostrato di voler essere allo stesso tempo leader, difensore e portavoce delle vittime dell'”altro campo”, quelle e quelle che considerava. Un processo come quello di Parigi in cui si è fatta giustizia per gli attentati del 13 novembre. Se saranno assolti gli altri imputati della dogana venuti a prenderlo a Parigi la sera degli attentati : “Mi hanno fatto dei favori quando non sapevano proprio niente” O per stabilire armonia tra le vittime dei due campi : “Le vittime sono lì in Siria e in Iraq, potranno parlare?” , Salah Abdel Salam finge Che non intende mantenere un profilo basso durante il processo, cosa che Michael Dantine spiega anche dalla posizione che occupa: SA livello giudiziario occupa una posizione di prima linea. È il personaggio principale e ovviamente sa che prenderà più soldi per questo. Quindi non è più in gioco come gli altri imputati per ridurre il suo turno per ridurre la pena, non c’è proprio.“.

Stabilire la coerenza tra due legalità in conflitto

Per illustrare cosa comporterà questa situazione, ricorderemo l’unico momento in cui all’imputato è stato consentito di prendere posizione in relazione ai fatti addotti.

Quando François Hollande ha deciso di attaccare

A differenza degli altri imputati che si sono tenuti nascosti, Salah Abdeslam ha messo al centro del processo la questione della giustizia, creando una coerenza tra due opposte legalità:Gli aerei francesi non fanno discriminazioni tra uomini, donne e bambini. Volevamo che la Francia soffrisse lo stesso dolore che soffriamo noiPrima di fare riferimento alla responsabilità del Capo di Stato francese:Quando François Hollande prese la decisione di attaccare, sapeva che a causa di questa decisione, i francesi avrebbero affrontato la morte“.

Usa l’esperienza come una tavola armonica



4 foto





© Palix RTBF

Per il criminologo Michael Dantine, queste parole sono in linea con ciò che ci si aspetta da qualcuno che ha anni e mesi per prepararsi a comparire davanti ai propri giudici:La sua intenzione è quella di utilizzare questa prova spazio-temporale come cassa di risonanza per affermare le sue idee e anche la sua personalità, presentandosi a sua volta come vittima della giustizia di parte.“.

Effetto pubblicitario per una piccola minoranza di persone

Questa è la dimensionetruffatoreDalle stime del processo a Michael Dantain, questo effetto propagandistico può raggiungere una piccola minoranza di persone, ma oltre a questo, è necessario anche lo svolgimento di un processo penale per riportare la pace civile richiamando una norma immateriale che la vuole in un Stato di diritto come può la Repubblica francese Salah Abd Peace è pensare ed esprimere ciò che vuole, ma non il diritto di ottenere giustizia in nome della religione o dell’ideologia impugnando le armi per ristabilire l’equilibrio dei morti.

Informazioni sulla newsletter

Ricevi le principali notizie ogni mattina.


READ  Attivista belga spiata