Febbraio 25, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il mancato incontro tra Jeremy Doku e Liverpool a causa di Romelu Lukaku: “Bisogna dirgli perché dovrebbe restare all’Anderlecht”

Il mancato incontro tra Jeremy Doku e Liverpool a causa di Romelu Lukaku: “Bisogna dirgli perché dovrebbe restare all’Anderlecht”

La storia è piena di giocatori che avrebbero potuto giocare nel campo avversario. Nel caso di Jeremy Doku, il destino era vicino ad essere diverso. Il miglior dribblatore del momento è quasi arrivato al Liverpool e non ha mai giocato per il Manchester City o l’Anderlecht.

Un incontro mancato quello tra il Diavolo Rosso e i Reds, che lo affronteranno sabato nello scontro di Premier League, cosa voluta dalla volontà del belga ma non solo. La storia è ambientata nel 2017. Scopriamo che la maggior parte degli eroi combatterà tra poche ore.

Un anno prima di diventare l’ottavo giocatore più giovane a vestire la maglia viola in prima squadra, l’adolescente si trova ad affrontare un delicato dilemma. Il grande giocatore del Liverpool, Jurgen Klopp, è interessato a lui al punto che vuole assicurarsi la sua prestazione nonostante abbia 15 anni.

Red Devils: Doku è il miglior dribblatore dei playoff ma deve imparare a segnare

Un incontro importante con Manny

“Avrei avuto 16 anni, quindi è allora che puoi firmare un contratto professionale. Ci sono molte band che sono venute a vedermi, Mi sono ricordato dell’ex giocatore dell’Anderlecht due anni fa. Tutti parlano del Liverpool perché era il più realistico ma c’erano l’Arsenal e il Chelsea in particolare.

Resterà però a Melwood, centro di allenamento del Liverpool, fino al 2020 prima del trasferimento al Kirkby, dove l’esterno si recherà a visitare gli impianti. “Ho potuto parlare anche con l’allenatore, Mane, Wijnaldum e Gerrard. Mi ha anche mostrato dei video di… me”.

La comunicazione passa direttamente tra i senegalesi, con i quali è ironico che parli più di vita in generale che di calcio al Mercy Club. “Abbiamo parlato di tutto ma non proprio di calcio. Mi ha chiesto quanti anni avevo e mi ha detto: ‘Devi essere gentile con tua madre’. È stato soprattutto uno scambio e un rapporto umano. Mi ha detto che ero ancora giovane, che avevo ancora tempo… e lui no “Non era per convincermi o per dire: ‘Vieni qui, ce la farai.'”

Nawras

“Devi essere gentile con tua madre”, mi ha detto Manny.

Alla fine, Doku deciderà di restare su Nerpeede visto il successo che stiamo riscontrando. “Ho preferito essere vigile. Sapevo quale doveva essere la mia strada. Ecco perché dico che quando avevo 15 anni per me la cosa è diventata una cosa seria, perché in quel momento ho intravisto la mia carriera. Conosco la strada che dovevo fare e sapevo che in quel momento dovevo restare all’Anderlecht.

READ  Domenico Tedesco definisce il paragone del mini-ragazzino con Roberto Martinez: "Ha davvero lasciato il segno" secondo Manu José

Senza alcun rimpianto. “E appena qualcuno mi chiede se mi pento, rispondo sempre di no. Perché se il Liverpool arriva a 15 anni, se gli piaccio, tornerà più tardi, questo è sicuro”.Disse allora.

Jeremy Doku ha superato ogni aspettativa negli ultimi mesi: “Un fenomeno sulle orme di Eden Hazard”

Chiamata decisiva di Lukaku

Ciò che non ha detto durante questa intervista è che Romelu Lukaku ha giocato un ruolo importante nella sua selezione. La scena si svolge nell’ufficio di Jan Kindermans. ““Ho detto a Romelu che è la prima volta nella storia che ho difficoltà a convincere i giovani a restare all’Anderlecht”.ricorda l’iconico ex manager di Neerpede a The Athletic.

“Klopp voleva fare di Jeremy il successore di Sadio Maneci confidava padre David Doku nel 2020. “Per me era chiaro: dovevo firmare per il Liverpool”.

Romelu Lukaku poi convince il prodigio a restare all’Anderlecht in un video. “Ha parlato per un minuto e mezzo, in modo molto diretto, spiegando perché doveva restare. Sono sicuro che questo abbia motivato il padre di Jeremy.“Continua Kindermans.

Nawras

La chiamata di Lukaku ha motivato il padre di Jeremy.

Non c’è nessuna offerta da parte del Liverpool quest’estate

Da allora, gli Scouser sono tornati ad attaccare come si aspettava il 21enne? E dopo il 2020, quando si sono espressi nuovamente per l’Anderlecht, le voci di interesse da parte della dirigenza dei sei volte campioni d’Europa sono riemerse l’estate scorsa prima che il Manchester City concludesse l’offerta. “Non hanno fatto un’offerta.”Chi lo circonda ce lo racconta.

Il semplice interesse non è andato oltre. A rischio di pentirsene un sabato pomeriggio.

READ  L'ex campione del mondo Cesc Fabregas chiude la sua carriera e diventa allenatore