Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

È ufficiale: l'IA di Elon Musk ha una funzionalità che ChatGPT non avrà mai e che tutti aspettavano

È ufficiale: l'IA di Elon Musk ha una funzionalità che ChatGPT non avrà mai e che tutti aspettavano

Notizie sulla tecnologia Jvi È ufficiale: l'IA di Elon Musk ha una funzionalità che ChatGPT non avrà mai e che tutti aspettavano

condivisione :


L'intelligenza artificiale sviluppata dalla società xAI di Elon Musk sta facendo scalpore. Si chiama Grok e ha una caratteristica che gli permette di distinguersi nettamente da ChatGPT, l'IA di OpenAI contro cui il miliardario sta attualmente facendo guerra.

Elon Musk è un perdente irritato, questo è un fatto provato. Quando si è reso conto che OpenAI, la società che ha contribuito a creare, non aveva intenzione di offrire ChatGPT senza scopo di lucro, il miliardario si è affrettato ad attaccare direttamente le scelte del suo CEO. Per Elon Musk, ChatGPT avrebbe dovuto rimanere “libero” per servire gli interessi umani. Ma la storia è completamente diversa: OpenAI ha siglato una partnership multimiliardaria con Microsoft.

L'anno scorso, nel pieno dell'esplosione di OpenAI e ChatGPT, Così Elon Musk ha annunciato la creazione di XAIuna nuova società che mira a sviluppare la propria intelligenza artificiale. Così è nato il tuo cucciolo, una bella mattina di dicembre 2023. Al momento questo chatbot dalle capacità limitate è accessibile solo nella versione beta per gli utenti di X Premium+, cioè per le persone che pagano per utilizzare il social network.

Elon Musk stuzzica ancora una volta OpenAI

In questo momento, il tuo cucciolo non sta impressionando le masse. Tuttavia, questa situazione potrebbe cambiare presto. L’11 marzo, infatti, Elon Musk ha annunciato su X che Grok diventerà open source questa settimana. Il messaggio è breve, ma abbastanza chiaro.

READ  Grande polemica nell'azienda Engie, che ha promesso una ricompensa di 1.500 euro e poi l'ha "recuperata" a 10.000 lavoratori: un "errore"

In risposta ad un altro post in cui si sostiene che OpenAI dovrebbe fare lo stesso poiché la società ha la parola “open” nel suo nome, Elon Musk ha risposto semplicemente “OpenAI è una bugia”. Il miliardario non usa mezzi termini riguardo alla società di Sam Altman, che di recente ha deciso di portare in tribunale. “Sotto il suo nuovo consiglio di amministrazione, OpenAI non sta solo sviluppando l’intelligenza artificiale, ma la sta migliorando per massimizzare i profitti di Microsoft, non a beneficio dell’umanità”.spiega in particolare la denuncia presentata all'inizio di marzo alla Corte Suprema della California.

“OpenAI è una bugia”

Il tempismo, ovviamente, è importante qui. Elon Musk ha annunciato l'apertura di Grok quando è iniziata la copertura mediatica della sua denuncia contro OpenAI. Dimostra così di poter fare ciò che OpenAI non fa, pur rimanendo indipendente e integro sull'argomento. Nel giro di pochi giorni, se la promessa verrà mantenuta, Gli sviluppatori potranno accedere al codice di programmazione di Grok, da utilizzare nel proprio software, gratuitamente e senza dover pagare nulla.

Ma, Grok non sarebbe la prima IA generativa a diventare open source : Altri lo hanno già fatto, come Meta con Llama 2 e Google con Gemma. Anche la startup francese Mistral AI si è concentrata sull'open source nei suoi primi giorni, ma ha dovuto limitare parzialmente questa proposta includendo demo commerciali nella sua proposta.

Resta ora da vedere se Grok sarà di reale interesse per gli sviluppatori. L'intelligenza artificiale di Elon Musk è ancora al di sotto di ChatGPT oggi e immaginiamo che sia insoddisfatto di questa situazione. Ma la situazione potrebbe cambiare nei prossimi mesi, soprattutto se ciò dovesse accadere Intorno al tuo cucciolo si crea una comunità sufficientemente attiva.

READ  I prezzi dell'energia elettrica sono sotto zero per alcuni clienti in Belgio: ecco perché