Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Covid, vaiolo delle scimmie, vaccini… Proprio da sbagliato!

Non ci sarà davvero un’ottava ondata

Vero: il virus non ha confini. Diverse misure sono state adottate nei paesi europei: alcuni sono più permissivi, altri più severi. Ma hanno tutti gli stessi indizi sull’evoluzione del virus. Tedeschi e italiani hanno avuto la stessa settima ondata quest’estate, che però è stata un po’ “sparsa”, in più non dovremmo nemmeno più usare il termine onde quando si parla di inquinamento.

Ci sarà un rimbalzo in autunno con il freddo

Vero: in autunno, i nostri stili di vita cambiano: siamo più al chiuso e quindi i virus si diffondono di più. Adottiamo quindi misure di “buon senso” nel lungo periodo: laviamoci le mani più volte al giorno; Ventiliamo, perché la ventilazione elimina la concentrazione virale nella stanza; Siamo vaccinati se siamo in pericolo; Indossiamo una mascherina quando siamo malati e, per gli anziani, indossiamo una mascherina FFP2 nei luoghi in cui la popolazione è concentrata. Queste sono misure accettabili e accettabili per tutti questo inverno. E con la sua adozione, non solo ci sarà meno contaminazione con il virus Covid, ma avremo anche meno influenza e gastroenterite… come durante il parto! Le misure di barriera sono universali per tutti i virus.

I protagonisti: 20142 nuovi casi positivi giornalieri Secondo gli indicatori di salute pubblica francese, l’epidemia continua a diminuire, anche se sono stati identificati 20142 nuovi casi positivi entro le 24 ore dell’8 settembre, il che corrisponde a un leggero recupero del 4,7% rispetto alla scorsa settimana. Il tasso di infezione è salito a 170 casi ogni 100.000 residenti, in calo del 9%. Nelle zone turistiche quest’estate – Grand Est, Auvergne Rhône-Alpes, Occitania e Provenza-Alpi-Costa Azzurra, così come Corsica e Riunione dove è stata confermata la ripresa dalla pandemia, Guadalupa e Martinica – il tasso è rimasto al di sopra della media nazionale. I nuovi casi osservati erano quasi interamente (95%) dovuti alla variante infettiva di Omicron e al suo sotto-lignaggio BA.5. Tuttavia, il Covid-19 continua a uccidere con 254 morti registrate il 30 agosto, nel corso di una settimana. In tutto, abbiamo denunciato, il 7 settembre, il triste numero di 154.379 persone che hanno ceduto alle conseguenze di questa malattia in Francia, dall’inizio dell’epidemia.

READ  Dipartimento di Neurologia sotto copertura causa Covid-19

I gesti giusti per rafforzare il nostro sistema immunitario:

  • Dieta equilibrata (con vitamine e oligoelementi)
  • Trattamento vitaminico in autunno
  • Fai attività fisica quotidiana: esci, cammina e prendi una boccata d’aria fresca. Tutto ciò che muove il corpo rafforza le nostre difese…
  • Sii ottimista e soprattutto positivo.

Monkey Box è un nuovo virus

Falso – È una malattia benigna simile alla varicella e colpisce il 99% delle persone che hanno più partner sessuali. Si trasmette per lesioni cutanee. Non vi è alcun rischio di trasmissione per via aerea. Richiede un contatto molto stretto e principalmente un contatto sessuale. Il vaccino è efficace in Francia per la popolazione a rischio ed è composto principalmente da omosessuali ed eterosessuali con più partner. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) afferma che stiamo assistendo a un rallentamento dell’epidemia iniziata in Africa e poi diffusa in tutto il mondo in diversi focolai distinti.

I nuovi vaccini si adattano molto bene

Vero – Il 31 agosto, la Food and Drug Administration statunitense ha autorizzato la commercializzazione di nuovi vaccini bivalenti, mirati a diverse varianti di Omicron (BA.4 e BA.5). Il 1° settembre le autorità europee hanno seguito queste direttive, che la Francia sicuramente attuerà presto. Avremo quindi una versione del vaccino adattata alle varianti che circolano in autunno.

Il Covid è ormai un virus stagionale

Errore – Prove: ci sono stati nuovi casi quest’estate. Ma ciò che è particolarmente importante sapere è che la maggior parte di questi nuovi casi sono lievi o asintomatici. Smettiamo di contare i casi di inquinamento su base giornaliera! E smettila di testare tutti! Tutto questo accadeva in passato, quando eravamo in modalità di “gestione della crisi di panico”. Devi mettere le cose al loro posto e sapere come mantenere la sanità mentale. Il nostro motto è: non temere più! Diamo un’occhiata all’effetto su ricovero, rianimazione e sorveglianza epidemiologica.

READ  Creare un percorso per la salute, lo sport e la botanica

CENTAUR, la nuova alternativa di OMICRON è pericolosa

Falso – Questo fa parte della normale evoluzione del virus. Tutti i virus mutano da migliaia di anni. Quindi, ovviamente, è necessaria la sorveglianza virale da parte degli scienziati! Ma soprattutto il grande pubblico! Non c’è bisogno di fare titoli allarmanti! Tanto più che la naturale evoluzione delle variabili tende ad indebolire il virus. Questo vale per il Covid ma anche per tutti gli altri virus, perché mutando commettono errori di trascrizione e diventano meno aggressivi.

La vaccinazione per le persone di età inferiore ai 60 anni è solo per le persone fragili

Vero – d’altra parte, per gli over 60, una dose di richiamo dopo l’ultima dose deve essere assunta entro sei mesi. Sono pratico e analizzo cosa sta succedendo con i numeri. È un virus che infetta i più vulnerabili tra noi, proteggiamoli e lasciamo vivere gli altri! Les plus vulnérables sont les plus âgés d’entre nous (en particulier plus de 80 ans), ceux qui sont ateints de maladies chroniques (les insuffisants rénaux, les personnes greffées et ceux qui ont des déitfinciences) immund aux’ Obesità.

Copertura immunitaria inadeguata La copertura immunitaria sta stagnando con oltre l’80,4% della popolazione che ha ricevuto la prima dose del vaccino, quasi il 60% una dose di richiamo e il 79,1% ha beneficiato del programma di immunizzazione completo. D’altra parte, circa il 20% dei francesi non è ancora immunizzato, il che significa che la copertura vaccinale è ancora insufficiente, soprattutto nei reparti all’aperto e tra le persone anziane.

L’epidemia continua a diminuire

Vero e falso – Dopo la settima ondata di quest’estate, il declino sembra essere iniziato a settembre. Ma tra un mese potremmo essere di nuovo in ripresa… Quel che è certo è che dovremo convivere con questo virus. Come tutti i virus respiratori che conosciamo dagli albori della storia, si sta evolvendo a ondate. Attualmente si possono gestire i ricoveri (a fine agosto si registravano 854 casi ogni 20.000 posti letto). L’evoluzione è endemica, non più una pandemia.

READ  Trend di 4 settimane: meteo fino al 6 febbraio

Discorso dell’esperto, il dottor Gerald Kerczyk, medico d’urgenza a Parigi, direttore medico di Doctissimo e autore di Your Health in the World (editore di Du Rocher).

Alicia colpevole