Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cambio di nome, strategia redditizia?

Questa settimana, la società madre di Facebook è diventato “morto”. Non è la prima volta che GAFAM cambia nome. Nel 2015, Google ha raggruppato le sue attività sotto un’entità chiamata Alphabet. Quindi, cosa potrebbe motivare tali aziende a cambiare nome?

Sono orgoglioso di annunciare che da oggi la nostra azienda è diventata MetaGiovedì ha gioito Mark Zuckerberg, nome scelto dal fondatore di Facebook che in greco antico farebbe riferimento a ‘oltre’ e, soprattutto, al metaverso, la tecnologia di realtà aumentata che il gruppo intende sviluppare.


►►► Leggi anche: Meta, la scommessa rischiosa di Facebook, che sarà costosa prima (forse) di ripagare


Ma dietro questo cambio di nome si nascondono altri motivi. Secondo Francois Lampout, professore alla Scuola di Comunicazione dell’UCLouvain, si possono citare due modi.

Perché “Profili Facebook”

In primo luogo, ci sono problemi di gestione della reputazione.“, spiega. È vero che Facebook ne ha parlato di recente. A settembre, il Wall Street Journal ha pubblicatoFile di Facebook‘, un’indagine basata su documenti interni esposti da un ex dipendente.


►►► Leggi anche: Accuse di informatori, un gigantesco blackout… Facebook fa sprofondare la borsa


Problemi di moderazione, algoritmi che promuovono la disinformazione, reti tossiche per i bambini più piccoli, ecc. Le accuse contro Facebook sono molteplici e basta per metterle in subbuglio. Quindi non sorprende pensare che questo nuovo nome possa essere, tra l’altro, un modo per creare un diversivo.

Gestione del rischio reputazionale

Ma come spiega François Lampout, il cambio di nome nasce anche dalla diversità delle attività del gruppo.

Il nostro marchio è troppo legato a un prodotto e non può rappresentare tutto ciò che facciamo oggi.‘”, ha giustificato Mark Zuckerberg durante lo spettacolo. Tuttavia, ci sono rischi reputazionali alla luce delle recenti – e più vecchie – controversie.

Ci sono rischi reputazionali significativi associati ai loro prodotti primari

Facebook è un gruppo con un capitale enorme. Ma hanno riconosciuto che ci sono rischi reputazionali significativi associati ai loro prodotti primari.‘”, ha detto il professore all’UCLouvain College of Communication.

Cambiando il nome, il gruppo può investire in nuove attività in futuro per conto di Meta e più di Facebook. “È un modo per proteggersi e per tenersi fuori dai guai.

E Google?

Quando la società madre di Google ha cambiato nome nel 2015, è stato per gli stessi motivi. Ma nell’altra direzione. “All’epoca, erano i nuovi investimenti di Google ad essere eticamente problematici (eccesso umano). Quindi, è stato il contrario: Google ha scelto di proteggere la sua posizione di leader nel settore creando un proprio gruppo.L’obiettivo: proteggere il marchio Google.

Quindi il cambio di nome èUn modo per gestire la reputazione e il patrimonio di un gruppo, separandolo dal prodotto e operandolo“.

Cambio di marca belga

Il cambio di nome non è limitato solo a GAFAM. Ricorda: nel 2014, Belgacom divenne Proximus – Un marchio che Belgacom ha già assorbito dal 2010. Secondo François Lambout, scegliere di cambiare nuovamente marchio consiste nel tracciare una linea sul passato delle telecomunicazioni nazionali”Con tutto ciò che suggerisce come immagine negativa associata a un servizio pubblico“.


►►► Leggi anche: Belgacom-Proximus “Cambia il marchio”: perché il nome del marchio è cambiato?

READ  Bitcoin (BTC) ed Ether (ETH) continuano a consolidarsi: è in arrivo un nuovo ATH?

A quel tempo, Proximus era una storia di successo. Il capitale della simpatia del marchio era molto importante per il pubblico. Per questo motivo, hanno scelto di pagare Proximus anziché Belgacom.

Approccio rischioso?

Tuttavia, cambiare il nome non è sempre un processo vincente. A volte, nel caso di piccoli gruppi, la ridenominazione può essere discutibile. Come spiega François Lampout, quando la brand equity è importante a livello regionale, “Vale la pena cancellarlo durante la notte? Non è questo un rischio?“.