Gennaio 24, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questi metalli rari hanno proprietà eccezionali che sono essenziali per la sopravvivenza dell’umanità digitale

Pochi giorni fa, la Cina ha annunciato l’istituzione di “China Rare Earth Group”, società direttamente collegata al Paese, che comprende tre grandi player nell’estrazione di terre rare. Un annuncio che non ha stupito: il Paese è da dieci anni leader in questo mercato: fornisce quasi il 95% degli elementi delle terre rare del mondo, assicurandosi di essere uno dei principali attori nello sviluppo delle tecnologie delle terre rare. I grandi problemi ruotano attorno a queste materie prime essenziali per lo spazio, alle tecnologie avanzate (in particolare per la salute) e ai tanti dispositivi elettronici che sono diventati quasi essenziali per la nostra vita quotidiana.

‘Rare Earth’ è finalmente così abbondante

Poiché il loro nome non ti consente di ascoltarli, le terre rare sono minerali che si trovano quasi ovunque sulla Terra. Se si chiama “raro”, allora questo è solo in confronto ai cosiddetti altri metalli ordinari (ferro, oro, rame, ecc.), Che sono essi stessi più abbondanti. Si stima che ci siano scorte di 100 milioni di tonnellate di elementi delle terre rare nella crosta terrestre.

Queste terre rare sono 17 metalli* con proprietà molto specifiche, che consentono all’umanità di raggiungere l’attuale livello di sviluppo tecnologico: gli dobbiamo i nostri schermi piatti, la miniaturizzazione dei computer (in altre parole, i nostri smartphone e tablet), i dispositivi medici come la risonanza magnetica, le automobili Tecnologie elettriche e ibride, o anche “verdi” (fotovoltaico, eolico, ecc.).

Alcuni esempi di terre rare e loro usi:

  • Il neodimio (Nd) fa parte della composizione del magnete permanente e si trova nelle turbine eoliche, nei motori elettrici, nei dischi rigidi e nelle cuffie stereo.
  • L’erbio (Er) è utilizzato nella produzione di laser, in particolare in chirurgia e amplificatori ottici per reti di telecomunicazioni.
  • Lutécium (Lu) è usato specificamente in medicina nucleare per trattare alcuni tumori.
  • Il disprosio (Dy) è utilizzato nell’industria aerospaziale, come lega con il magnesio.
  • Il lantanio (La) si trova nei vetri ottici, e quindi anche nei telescopi, come James Webb, il più grande telescopio spaziale del mondo, ha appena lasciato la Terra a bordo dell’Ariane 5.
  • L’ittrio (Y), è presente nei raggi catodici e negli schermi a LED.
READ  Acquistare nel 2022 sarà molto più semplice: i prezzi degli immobili alla fine dovrebbero scendere!

* Elenco completo delle terre rare: scandio, ittrio e lantanidi (lantanio, cerio, praseodimio, neodimio, promezio, samario, europio, gadolinio, terbio, disprosio, olmio, erbio, tulio, itterbio, lutezio)

Altre terre rare che non fanno parte delle terre rare sono strettamente legate allo sviluppo tecnologico: cobalto, gallio, silicio, litio, per esempio.

Ma alcuni sono molto sotto pressione

La civiltà umana attualmente utilizza 130.000 tonnellate di terre rare all’anno, poiché questi minerali sono spesso utilizzati in piccole quantità. Sullo stock di 100 milioni di tonnellate c’è molto da vedere, si potrebbe dire. Ma ci sono molte ragioni: queste terre rare sono più difficili da estrarre rispetto ai minerali comuni, richiedono tecnologie avanzate e sono inquinate. Le terre rare sono a forma di lumaca nella crosta terrestre, il che significa che le troveremo “legate” ad altre rocce e minerali. Occorre poi utilizzare prodotti, spesso tossici, per purificare rocce o minerali.

Quindi, se le scorte sono importanti, non saranno necessariamente facilmente accessibili: a causa dell’attuale crescita delle tecnologie digitali, alcuni esperti stimano che ci saranno, su base ricorrente e temporanea, carenze di alcuni elementi delle terre rare, altri metalli rari ( come il cobalto) o il litio), perché l’offerta non sarà in grado di tenere il passo con la domanda. Dal 2019, ad esempio, c’è una carenza di silicio, che è coinvolto nella produzione di chip elettronici. L’industria automobilistica, dei videogiochi e dei giochi per computer è stata gravemente colpita da questa carenza, a causa del fatto che poche aziende in grado di fornire questi minerali non sono state in grado di tenere il passo con la crescente domanda.

READ  Estrazione del litio, una speranza per affondare l'area della California

Infine, alcuni elementi delle terre rare sono meno abbondanti di altri, o sono più richiesti di altri: Secondo ADEME (Agenzia francese per la trasformazione ambientale), se la crescita complessiva degli ordini di terre rare è in media del 6%, alcuni di essi sono sottoposti a pressioni molto più forti: +700% per disprosio (utilizzato nell’aviazione) e +2500% per neodimio (utilizzato in molti settori).

Da quando la miniera di Moutain Pass in California è stata chiusa nel 2015, la Cina ha praticamente monopolizzato la produzione di minerali e terre rare, le sue terre contengono le più grandi riserve del mondo. Pertanto, l’Unione europea dipende per il 98% dalle sue importazioni dalla prima potenza mondiale e gli Stati Uniti per il 95%.

Perché estrarre questi minerali con queste proprietà speciali ha un costo umano e ambientale molto alto, perché è necessario estrarre molte rocce per ottenere pochi chilogrammi di questi minerali. Secondo i dati del governo, finora quasi tre milioni di ettari sono stati colpiti dall’attività mineraria cinese di terre rare. o la regione del Belgio.

Le terre rare esistono solo sotto forma di lingotti, quindi i processi di raffinazione sono molto importanti per ottenere terre rare e pure e richiedono circa 200 metri cubi di acqua per una tonnellata di roccia (che produrrà meno di 1 kg di terra, raramente). Quest’acqua inquinata e radioattiva viene spesso scaricata nella natura senza previo trattamento.

Il giornalista Guillaume Pitron, che da anni fa ricerche su questi minerali, ha riferito che nel 2006 il tasso di mortalità per cancro era del 70% nella regione di Baotou, dove alcuni villaggi sono stati svuotati delle loro popolazioni a causa dell’attività di estrazione delle radiazioni.

READ  A Bruxelles e in Vallonia quasi un ospedale su due è in zona rossa

Pertanto, il trasferimento della produzione di terre rare è anche un trasferimento del suo inquinamento e del suo costo umano. Le Nazioni Unite stimano che solo l’1% degli elementi delle terre rare sia attualmente riciclato. Mentre le tecniche di marketing evolvono eccessivamente i design che creano dipendenza, stabilendo l’obsolescenza programmata che guida il consumo eccessivo delle nostre tecnologie.


Andando avanti, le produzioni di Guillaume Petron, giornalista specializzato nel problema delle terre rare: