Novembre 27, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Biden Crafts A Climate Plan B: agevolazioni fiscali, regolamentazione e azione statale

Washington – Dopo l’apparizione Al centro della sua agenda climatica Una settimana prima di andare a un importante vertice sul riscaldamento globale, il presidente Biden ha affermato che gli Stati Uniti hanno un nuovo piano per soddisfare ulteriormente le proprie ambizioni di tagliare i gas serra che provocano il riscaldamento del pianeta.

La nuova strategia dell’amministrazione include nuovi generosi incentivi fiscali per l’aria, l’energia solare e altre energie pulite, regolamenti più severi per controllare l’inquinamento da centrali elettriche e tubi di scappamento delle automobili e un approccio su tre fronti alle leggi sull’energia pulita emanate dagli stati.

UN L’analisi è stata rilasciata questa settimana dal Rhodium Group, Una società di analisi indipendente, ha scoperto che entro il 2030, l’ambiziosa promessa di Fiden di ridurre i livelli del paese dal 50% al 50% potrà essere tecnicamente soddisfatta. L’America è la più grande fonte di inquinamento da riscaldamento globale.

Ma le possibilità di successo sono scarse; L’approccio affronta sfide legali, logistiche e politiche significative. Il processo di elaborazione delle regole può richiedere anni e la Corte Suprema di tendenza conservatrice può respingerle o il futuro presidente può ritirarle. Aumentare la loro dipendenza dagli stati per aumentare le loro leggi sull’energia pulita sposta l’attenzione degli attivisti ambientali e la lotta contro gli interessi dei combustibili fossili a livello locale alle case statali.

“La combinazione di crediti d’imposta e le nuove normative federali e le nuove misure statali rende possibile raggiungere l’obiettivo. Ma ci sono molti se”, ha affermato John Larson, autore di Rhodium Analysis. “Gli Stati devono promuovere l’energia pulita che non hanno mai fatto prima. È necessario che l’Agenzia per la protezione dell’ambiente metta controlli su ogni centrale elettrica negli Stati Uniti come non hanno mai fatto prima. Devi avere fiducia che la Corte suprema non spingerà esso. Devi rompere tutto nel modo giusto. “

La Casa Bianca ha fatto marcia indietro sul piano dopo la sua principale speranza di ridurre significativamente le emissioni Progetto elettrico pulito, Bloccato dal senatore della Virginia Occidentale Joe Munch III, un voto chiave nel Senato equamente diviso.

Il progetto dell’elettricità pulita avrebbe rapidamente ripulito il settore energetico premiando le centrali elettriche che convertono da carbone, petrolio e gas a energia eolica, solare, nucleare e altre energie pulite e penalizzando coloro che non cambiano. Ha spinto il settore elettrico del paese a produrre dall’80% al 40% di fonti di energia pulita entro il 2030.

READ  Il pilota del Boeing 737 Max accusato di aver imbrogliato i regolatori statunitensi

Il signor che ha legami finanziari con l’industria del carbone. Manjin Si oppone inoltre a qualsiasi azione che possa colpire le società del carbone e del gas che producono gas naturale.

UN Importante rapporto scientifico Ad agosto è stato annunciato che le nazioni devono bruciare immediatamente combustibili fossili per evitare gravi siccità, forti ondate di calore, scarsità d’acqua, tempeste catastrofiche, innalzamento dei mari e collasso dell’ecosistema.

La rimozione di un progetto di energia pulita da un grosso progetto di legge è ora in fase di negoziazione a Capitol Hill. B. La mano di Pitton si indebolì e lui annuì. Leadership statunitense nella lotta al cambiamento climatico.

Parlando al municipio della CNN giovedì sera, Biden ha detto quando è arrivato in Scozia: “Mi impegno con il mondo che otterremo effettivamente zero emissioni nette di elettricità entro il 2035 e zero emissioni nette entro il 2050 o prima, ma ora e entro il 2030, andateci.” Dobbiamo fare molto per dimostrare cosa faremo.

I consiglieri per il cambiamento climatico di Fiden, John Kerry e Gina McCarthy, saranno membri anziani dell’amministrazione Obama, con il presidente che si dirigerà in Scozia per una parte significativa del suo governo. Durante quell’amministrazione, il signor Kerry e la signora McCarthy si sono recati a diversi colloqui internazionali sul clima, dove il sig. Kerry si è impegnato negli Stati Uniti. Emanerà una nuova legge sul clima che non è mai stata adottata, e la signora McCarthy ha descritto le nuove draconiane norme sull’inquinamento che disciplinano il fumo e le centrali elettriche, che sono state emanate ma in seguito ritirate dall’amministrazione Trump.

Il signor Biden ha l’opportunità di presentare il suo Progetto B a un pubblico scettico a Glasgow.

“Era forte in ciò che Biden aveva da dire sul cambiamento climatico”, ha detto Lawrence Dubiana, ex ambasciatore francese per il cambiamento climatico, che ora è amministratore delegato della Fondazione europea per il clima. “Ma la credibilità è un problema. Ci sarà ancora un punto interrogativo: come può consegnare?”

Tuttavia, Biden sembra pronto a offrire una delle tre politiche chiave per la riduzione dell’anidride carbonica.

L’ampio disegno di legge di spesa all’esame del Congresso include circa 300 miliardi di dollari in sgravi fiscali per i produttori eolici, solari e nucleari, gli acquirenti ei consumatori di veicoli elettrici. Gli incentivi fiscali durano un decennio: un cambiamento rispetto ai regimi esistenti di credito d’imposta per l’energia pulita, che di solito scadono dopo uno-cinque anni, anche se spesso vengono rinnovati. Ciò include 13,5 miliardi di dollari per costruire stazioni di ricarica per veicoli elettrici e promuovere l’elettrificazione dei veicoli pesanti. La ristrutturazione della rete elettrica costerà 9 miliardi di dollari, rendendola più ottimale per la trasmissione di energia eolica e solare, e costerà 17,5 miliardi di dollari per ridurre le emissioni di anidride carbonica degli edifici e dei veicoli federali.

READ  Lauren Bobert contrasta il tentativo di Pelosi di vendere l'agenda di Biden

Quel pacchetto è il singolo più grande costo federale per promuovere l’energia pulita e l’analisi del rodio ha rilevato che gli obiettivi di riduzione delle emissioni di Biden possono ridurre l’inquinamento fino a un terzo, riducendo le emissioni di anidride carbonica di circa il 25% entro il 2030 entro i livelli del 2005.

Ron Wheaton, un democratico dell’Oregon che presiede la commissione per le finanze del Senato, è il redattore capo di quel pacchetto di crediti d’imposta per l’energia pulita. Se la legge verrà approvata entro la fine del vertice di Glasgow del 14 novembre, il sig. Wyden ha detto che stava volando in Scozia per inviare la notizia che gli Stati Uniti avevano emanato una legge per emettere le sue emissioni di anidride carbonica.

“Il presidente può dire che questo è il disegno di legge sul clima più longevo al Congresso”, ha detto. Wheaton ha detto in un’intervista, tuttavia, che l’asticella è bassa: l’America non ha mai attraversato il grande cambiamento climatico, la legge.

“Questa è la prima modifica fiscale che combina incentivi in ​​denaro per ridurre le emissioni e, quando ridurrà le emissioni, i tuoi risparmi saranno maggiori”. Sig. disse Wheaton. “Pensiamo che tu abbia uno straordinario aumento del traffico rinnovabile e pulito”.

Analista di rodio Mr. Larson acconsentì. “Gli Stati Uniti non hanno mai avuto questa base per crediti d’imposta a lungo termine sull’energia pulita prima”, ha detto. “Fornirà una rassicurazione senza precedenti alle aziende elettriche, alle case automobilistiche e ai costruttori”.

“Ma non hanno raggiunto l’obiettivo di renderti presidente loro stessi”, ha detto.

A tal fine, l’analisi del rodio ha rilevato che l’Agenzia per la protezione dell’ambiente deve rilasciare una serie di rigide normative mirate ai tre principali inquinanti a effetto serra del paese: automobili, centrali elettriche e Pozzi di petrolio e gas traslucidi a metano, Un potente motore termico a gas.

Quando gestiva l’EPA sotto il presidente Barack Obama, la signora McCarthy ha contribuito a creare le nuove regole sul clima più ambiziose che gli Stati Uniti abbiano mai visto, con l’obiettivo di inquinare da queste tre fonti di inquinamento.

READ  Oulad Abdoun Italiani

Nessuno di loro è ancora in vigore oggi. La Corte Suprema ha smesso di far rispettare la regola della signora McCarthy per ridurre l’inquinamento da centrali elettriche a carbone. L’amministrazione Trump ha ritirato il resto.

“C’era molto sostegno e fiducia nell’amministrazione Obama quando queste regole sono state fatte”, ha detto Joseph Aldi, uno dei negoziatori di Obama al vertice sul clima di Copenaghen del 2009. “Ma ora ci saranno persone scettiche, che diranno: ‘Siamo preoccupati per quello che avrà fatto la prossima amministrazione’. La domanda è: quanto durerà, sia legalmente che politicamente?

L’ombra di Trump, che si è divertito a dissolvere le politiche climatiche di Obama, sorge su questa domanda. L’industria dei combustibili fossili sfiderà sicuramente le nuove normative ambientali, che finiranno alla Corte Suprema con una maggioranza conservatrice, tra cui tre giudici nominati da Trump. L’ex presidente sembra destinato a soppesare un’altra corsa alla Casa Bianca nel 2024.

Ha detto che l’azione del governo, che non dipendeva dai residenti della Casa Bianca, era una parte importante della strategia nazionale per le emissioni. ha detto Larson.

Già 29 stati hanno messo in atto le proprie versioni del programma di elettricità pulita che il signor Biden prevede di implementare per l’intero paese. Guidati dalla California, diversi stati hanno rivisto quelle leggi per renderle più ambiziose. Se molti o la maggior parte di questi stati adotteranno leggi progettate per generare tutta l’elettricità da fonti a zero emissioni di carbonio entro il 2035 – lo stesso obiettivo fissato da Biden a livello nazionale – ridurrà significativamente l’impronta di carbonio del paese.

Sig. Larson ne indicò uno La legge è stata approvata in Illinois Taglierà l’energia a carbone e gas entro il 2050.

Ma la continua attuazione di tali leggi dipende dalla struttura delle case statali – e alcuni stati con elevate risorse rinnovabili hanno una forte opposizione politica a tali politiche.

“Se il mio stato, Sunshine State, avesse uno standard di energia pulita, gli interi Stati Uniti sarebbero ulteriormente avanzati nel raggiungimento dei nostri obiettivi di energia pulita”, ha affermato Kathy Castor, democratica della Florida. Crisi. “Ma l’industria dei servizi energetici nel mio stato è contraria”.

Tuttavia, i Democratici continueranno a insistere, ha detto la signora Custer. “Faremo il possibile”, ha detto, “poi ci alzeremo e faremo di più”.