Dicembre 1, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bombardamenti italiani, una specie in via di estinzione? (4/4)

Nelle prime tre pagine di questo documento, calciomio Analizzata la performance di Numbers 9 Nazionale Negli ultimi due decenni. Nonostante la vittoria del titolo mondiale nel 2006 e dell’Euro lo scorso luglio, questo problema continua a pesare su diversi allenatori e ogni sconfitta riporta in tavola la lezione. Abbiamo già visto che se ci sono buoni attaccanti in Italia nessuno può vincere nel tempo. Inzaghi, Toni, Gilardino, Balotelli, Pellè non sono riusciti a trattenere il numero di giocatori che hanno segnato più di due o tre stagioni consecutive. Quello con il punteggio più alto Nazionale Nel 21° secolo Daniel de Rossi, noto come centrocampista difensivo முயற்சி tenta una spiegazione in quest’ultimo episodio, che affronta l’evoluzione dello spazio dato agli attaccanti italiani in Serie A.

La Lazio è l’unico attaccante italiano

Se c’è Nazionale Non si trova più un attaccante utile, visto che i grandi club di La Pote si sono affidati al centravanti straniero in vantaggio. Dei club di Serie A coinvolti nelle Coppe dei Campioni, solo la Lazio ha un attaccante italiano: Zero Immobile. Il punteggio più alto Nel 2020 titolare del campionato, n°17 Squadra blu Perde tutta la sua efficacia quando si evolve nell’esame. Se ci rivolgiamo agli altri club in testa alla classifica, l’attenzione è abbagliante: nessun italiano! L’Inter con Lautaro e Dzeko, o il Milan non si affida agli esperti Ibrahimovich e Giroud. Stesso discorso per la Roma con l’inglese Abraham o Osimhen al Napoli, e l’Atlanta che si affida al duo colombiano.

La Juventus ha catturato bene Moyes Keane quest’estate, ma il 21enne italiano ha iniziato solo tre volte in questa stagione. Un tempo di gioco che fa fatica a convincere l’allenatore. Tra i club sopra citati ci sono alcuni italiani, come Piccoli (Atlanta), Bellegri (Milan) o Pedagna (Napoli). Ma come Keane, questi giovani marcatori sono sostituti per tutta la vita che non possono più rivendicare la proprietà della loro missione. Nazionale.

A partire dal Migliori punteggi Sempre più stranieri

La seconda osservazione che non ha aiutato Mancini: Delle ultime venti stagioni di Serie A, ce ne sono dodici. Migliori punteggi Gli italiani, solo quattro negli ultimi dieci anni, si uniscono a Luca Tony nel 2015 con Icardi. Inoltre, il numero medio di attaccanti italiani nella top ten della classifica del campionato è passato da 6 tra il 2001 e il 2011 a 3,8 tra il 2011. E il 2021. Come nel 2006-2007, è quasi impossibile vedere otto italiani al giorno tra i primi dieci marcatori di una stagione. Di questi, solo due sono stranieri (Ibrahimovic e Pearl).

READ  Italia - Inghilterra (1-1) / Mancini: "Gli italiani meritano questa incoronazione" - Euro 2020 calcio

Nelle ultime cinque stagioni, in numeri altiAssuri È cinque: eravamo nel 2018-2019, siamo diventati Quacliarella Il punteggio più alto 36 e nei primi 10 Pavoletti, Caputo, Petagna e Immobile. Al contrario, la scorsa stagione, gli italiani sono usciti dai primi quattro in posizioni che includevano Ronaldo, Lukaku, Muriel e Vilahovic.

Gli attaccanti italiani giocano in manutenzione

L’ultimo weekend di Serie A offre un ultimo sguardo da paura: i marcatori italiani non sono più legionari in campionato. Solo quattro delle 20 squadre hanno iniziato la loro partita 13 con uno (o due) centravanti italiani. Quel che è peggio è che queste sono solo squadre attualmente nella seconda metà. Ecco dunque Bellotti del Torino e Skomaka e Raspateri del Sassuolo convocati da Mancini durante l’ultimo rally. Questo fine settimana c’era anche il duo di militari di Pinamonti d’Mpoli e Sampdoria, Caputo/Quagliarella. A volte vengono nominati Bonazzoli, Cutrone o Destro, ma i loro club si occupano anche di manutenzione. Mancini dovrebbe quindi trovare il suo finisher in queste squadre. Un grave inconveniente per Nazionale La Coppa dei Campioni (ad eccezione dell’immobile) non può essere invocata per l’attaccante sempre emergente. In questo periodo di mancato gol, con gli spareggi in bilico a marzo, si parla della possibile convocazione di Jono Pedro a giocare in Serie A o della finale del big match Cagliari – soprattutto la taglia (2,01 m) – Lorenzo Luca , che gioca in Serie P.…

Questo è possibile perché agli attaccanti italiani è stato dato pochissimo spazio in Serie A. Nazionale Alla ricerca del suo bomber provvidenziale ancora per qualche anno.

Trova altri capitoli:
Capitolo 1 – La cerimonia di incoronazione del 2006 o l’albero che ricopre la foresta
Episodio 2 – La Nazionale Non riesco a trovare l’abbinamento giusto
Episodio 3 – Alcuni barlumi di speranza si sono rapidamente offuscati
Episodio 4 – Il bombardamento italiano, una specie in via di estinzione?