Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Batopin continua la sua espansione: qui sorgeranno 970 futuri bancomat in Belgio, «sono convinto che non scomparirà»

Batopin continua la sua espansione: qui sorgeranno 970 futuri bancomat in Belgio, «sono convinto che non scomparirà»

Se dovessimo stilare una classifica delle aziende preferite dai belgi, o di quelle di cui si fidano di più, Batopen non figurerebbe certamente tra le prime dieci (e nemmeno nella lista delle cinquanta). Va detto che la società non gode di una buona reputazione e il nome Batopin fa rima con la rimozione di migliaia di bancomat nelle agenzie preferite dai clienti di BNP, ING, KBC o Belfius.

Un’altra cosa sbagliata è la tempistica scelta dalle banche. In molti luoghi i bancomat sono scomparsi ancor prima che nelle vicinanze venisse installato un bancomat. Basta questo per alimentare la rabbia di migliaia di clienti che si sentono lontani dalle proprie banche, e soprattutto dai propri soldi.

Preoccupazioni per la desertificazione bancaria Ad Anwing, Batubin ha bisogno dell'accesso alla PMR per risiedere in Grand-rue

Quattro anni dopo la sua creazione, Batopen vuole rassicurare i belgi e ripristinare la propria immagine. Jeroen Gessell, CEO dell'azienda da giugno 2023, ci ha rilasciato un'intervista per valutare il piano di implementazione di Batopen nei prossimi mesi e anni.

Prima di iniziare, dobbiamo ricordare il contesto della creazione di Batopen in Belgio. Ci siamo basati sull'evoluzione dei metodi di pagamento in Belgio, con sempre più pagamenti tramite cellulare o carte e una diminuzione del 50% del numero di prelievi di denaro dagli sportelli bancomat.lui comincia. Allo stesso tempo, però, molti belgi hanno ancora un disperato bisogno di soldi e un belga su tre paga ancora in contanti almeno una volta alla settimana.

Creare questa rete neutrale non è quindi una cattiva idea, ma avviarla non è stato privo di difficoltà. “Batopen è stato creato in piena Covid e questo non ha aiutato. Ci rendiamo anche conto che non abbiamo comunicato sufficientemente con la popolazione per rassicurare i belgiApprova. Ora è il momento giusto per farlo, poiché abbiamo raggiunto la metà dello sviluppo della rete.

READ  Il vaccino Pfizer rimane efficace al "100%" negli adolescenti dopo 4 mesi

https://www.dhnet.be/dernieres-depeches/2023/12/08/batopin-a-ouvert-170-nouveaux-points-de-retrait-de-cash-en-2023-N7Q4L3EV6JDTBH5YCAUJ66UQ54/

Concretamente, 970 punti bancomat (rispetto ai 750 punti del piano iniziale presentato nel 2020, ndr) saranno distribuiti in tutta la regione entro la fine del 2025. Dalla fine di questa settimana, tutti questi punti e quelli futuri saranno reperibili sul sito sito web di contanti. Sì, con lo strumento di geolocalizzazione. “Circa 400 di essi sono già aperti, un centinaio hanno già trovato la loro sede e apriranno nelle prossime settimaneLui spiega. Per il resto, circa 400 punti cassa, stiamo ancora cercando la location perfetta, ma abbiamo già concordato la città o il paese in cui verrà installato.

Perché la promessa resta la stessa: il 95% dei belgi dovrebbe trovare un punto Batopen a meno di 5 chilometri da casa propria. “La stragrande maggioranza dei belgi, infatti, avrà un punto Batopen a meno di 5 chilometri da casa propriaE conferma. Questo non vale solo per le grandi città, perché il 40% dei nostri sportelli bancomat sono (o saranno) in piccoli centri o villaggi. In un caso su due si tratterà di luoghi dove non c'è un distributore da almeno 3 anni.

Egli sottolinea inoltre che meno di un anno fa è stato firmato un protocollo con le banche affinché i distributori tradizionali non scompaiano prima che venga raggiunto il punto Batopin. “Ci sono stati casi in cui le cose sono andate male, come è successo a Rexensart, ma dopo la firma di questo protocollo le cose sono diventate più chiare.“, specifica.

E chi teme che Batoppen sia solo un passo verso l’eliminazione del contante può stare tranquillo, almeno secondo Jeroen Giesel. “L’obiettivo è fornire una rete a lungo termine. Ogni contratto di locazione è firmato per un periodo minimo di 9 anni. Fine dei soldi? Sono sicuro che non scomparirà. Potrebbe esserci ancora un leggero calo nei prossimi anni, ma i numeri sono rimasti molto stabili dalla fine della crisi Covid. Ci saranno sempre persone che avranno bisogno di soldi.

READ  Proximus costringe i primi clienti a passare alla fibra ottica (più costosa).

Resta il fatto che la sicurezza a volte (spesso?) lascia a desiderare in questi punti Batopen. Negli ultimi mesi sono stati segnalati diversi casi di attacchi o di abusi di denaro. “A volte c'è una sensazione di insicurezza legata al fatto che si tratta di un posto nuovo, di un nuovo indirizzo, e che ci manca la fiducia nel vedere il nome Batopin invece del nome della nostra solita banca. Ma in realtà abbiamo lo stesso livello di sicurezza di qualsiasi banca e lavoriamo a stretto contatto con la polizia. Inoltre i nostri spot vengono fotografati 24 ore su 24, sette giorni su sette“, conclude.