Novembre 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alla scoperta del mondo al lavoro: Sarah ci racconta questa esperienza “che cambia la vita”.

A soli 25 e 31 anni, Sarah e la sua compagna Jordan hanno già vissuto un anno in Canada e lasceranno l’Australia all’inizio di dicembre per un anno. Tutto grazie al programma e al visto “permesso di lavoro” per i giovani. spiegazioni.

Sarah (25 anni) e Jordan (31 anni), una giovane coppia di Anfaying, nell’Hainaut, sono quelle che chiameremmo avventuriere. E hanno deciso di contattare la redazione tramite il pulsante arancione avvisandoci di condividere la loro esperienza e magari suscitare in qualcuno la voglia di provare l’avventura. Un ex assistente di un’infermiera e un ex macellaio decidono di rinunciare a tutto per vivere la loro passione: i viaggi e l’avventura. “Abbiamo deciso di lasciare la nostra routine per poterci ritrovarespiega Sara.Abbiamo sempre desiderato viaggiare e nel 2020 abbiamo iniziato!

Più precisamente, l’idea è nata nel 2020, perché quest’anno non è stato il massimo quando si tratta di viaggiare. “Abbiamo scoperto di più su questo programma grazie al SIEP (Studies and Careers Information Service). A causa del virus covid abbiamo dovuto aspettare ancora un po’, ma l’anno successivo siamo partiti per il Canada, a Montreal per 8 mesi e poi in viaggio attraverso il Paese.Ma come sopravvivere finanziariamente per un anno intero lontano da casa?È allora che arriva il PVT (Programma per le vacanze di lavoro).Ottimo programma per i giovani‘ dice Sara.

Combina azione e scoperta

PVT riunisce una serie di accordi tra paesi per viaggiare all’estero al fine di viaggiare o imparare una nuova lingua, con il diritto di lavorare in loco per finanziare l’alloggio. Dal Belgio vengono proposte 5 destinazioni ai giovani tra i 18 ei 31 anni, età minima per beneficiare del programma: Canada, Australia, Nuova Zelanda, Corea del Sud e Taiwan. Per il nostro Paese vengono aperti 750 posti ogni anno”.Di solito, non tutti i posti si ottengono. Comunque è molto raro che ci sia delusione. Ogni volta che ho potuto chattare con qualcuno che ha partecipato a questo programma, poteva andare nel paese che voleva”..

Per dimostrare che è possibile intraprendere una strada diversa da quella tradizionale

Grazie a questo programma, dopo aver presentato la domanda, riceverai un visto che ti permetterà di lavorare sul sito, sufficiente per finanziare il tuo soggiorno, lo shopping o il viaggio. “Il mio amico lavorava in una fabbrica di birra e io lavoravo in un asilo nido. Inoltre, abbiamo alloggiato in un appartamento condiviso, che aggiunge cordialità a questa avventura.“.

READ  Elezioni legislative francesi: Emmanuel Macron imparerà a governare alla maniera belga


(c) Nabhna – Jordan Haubourdin


(c) Avvisateci – Jordan Haubourdin

Per Sarah e Jordan, lo scopo del loro appello alla redazione di RTL Info è mostrare che ci sono modi diversi da quelli tradizionali. “Abbiamo imparato che bisogna avere un diploma, poi un lavoro, poi una casa… Con questo programma e questi viaggi è possibile fare qualcos’altro, avere un’alternativa alla cosiddetta base“.

“Dobbiamo andare!”

Se fosse semplicemente un’esperienza piacevole “Gli hai cambiato la vita“Vuole anche aiutare altri giovani che sono ancora riluttanti a prendere una decisione”.Ho solo una parola: provaci! “, lei urla. “Il mio viaggio in Canada mi ha cambiato. Ci rendiamo conto che abbiamo bisogno di pochissime cose per essere felici. Doccia, letto, cibo… Questo viaggio ci ha aperto gli occhi sui bisogni reali, con il mio amico è un po’ come la scuola di vita, questo viaggio nell’ignoto“.

Fuori c’erano -46 gradi e dentro la tenda tra -5 e 0!

Un piccolo aneddoto sul viaggio? “Ce ne sono molti, ma se dovessi raccontarne uno per motivare gli spiriti degli avventurieri, limiterei il tempo che abbiamo per dormire in una tenda da cercatore (NdR: una tenda speciale dal Canada per resistere al freddo). Fuori c’erano -46 gradi e dentro la tenda tra -5 e 0! Vivere in un’avventura infernale”Annuncia la ragazza.

Se il freddo non l’avesse colpita incommensurabilmente, Sarah sarebbe partita in poche settimane per una destinazione opposta, sia geografica che meteorologica. “Stiamo partendo di nuovo, questa volta in Australia, ci cambierà sicuramente. Per l’organizzazione, utilizziamo PVT. Puoi prenderlo solo una volta per paese, ma puoi provare molti altri vantaggi di questo programma di vacanza d’affari!

READ  Emmanuel Andre risponde: "Il costo sanitario del loro rifiuto non può essere imposto al resto della società".

Il sito è facilmente accessibile con infiniti dettagli di viaggio, procedure ufficiali e punti amministrativi, disponibili ici. “Non ho mai sentito nessuno rimpiangere il proprio viaggio, devi fare il test per scoprirlo”Sarah, che condivide le sue avventure e i suoi suggerimenti su PVT, conclude tramite la sua pagina Instagram che nutre con la sua amica “Chattroteur”.