Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: la dipendenza corrompe l'esercito di Volodymyr Zelenskyj

La dipendenza è arrivata a un punto tale che i soldati hanno venduto i droni dell’esercito e le termocamere, barattando la propria sicurezza con una fugace speranza di arricchirsi con pochi clic.

Dopo più di due anni di guerra, i soldati separati dai propri cari e in costante pericolo cercano fuga e una dose di dopamina, secondo l'esercito, che sta conducendo una campagna per un controllo più rigoroso dei giochi.

“Per molti, il gioco d'azzardo è diventato l'unico modo per affrontare lo stress”, ha detto Pavlo Petrichenko, chiedendo che venga vietato ai soldati.

La fine della guerra tra Ucraina e Russia? Questo documento avrebbe potuto cambiare tutto

L'appello del censore ha raccolto in pochi giorni 26mila sostenitori, tanto da richiedere una risposta formale da parte del presidente.

Il 20 aprile, Volodymyr Zelenskyj ha obbedito firmando un testo che vieta il gioco d'azzardo online per i soldati, limita la pubblicità, pianifica una campagna di sensibilizzazione su questa dipendenza e blocca i siti web illegali.

Il Ministero della Salute svilupperà inoltre una strategia assistenziale per prendersi cura delle persone più dipendenti.

“ha perso tutto”

Pavlo Petrichenko aveva lanciato l'allarme ma non ha assistito alle ripercussioni. È morto sul fronte nella regione di Donetsk cinque giorni prima della firma del decreto presidenziale.

Tuttavia, la sua petizione ha scatenato un dibattito nazionale su questa scoperta causata dall’estrema pressione psicologica sulle forze armate ucraine.

Il funzionario eletto Oleksiy Goncharenko sostiene che nove soldati su dieci che combattono in prima linea sono dediti alle scommesse.

“Questo è un problema che sta distruggendo il morale delle truppe in questo momento”, ha detto su Telegram.

READ  I caccia F-16 belgi partecipano a un importante addestramento di aerei da combattimento della NATO nel Nord Europa

Oksana Sivak, viceministro responsabile dei veterani, afferma che misurare con precisione la sua prevalenza è complicato, in assenza di statistiche ufficiali. Ma i certificati ci permettono di esaminare gli importi coinvolti.

Il video mostra i convogli militari occidentali in viaggio verso l’Ucraina e la Polonia: cosa sta succedendo?

Ivan Zadontsev, l'ufficiale responsabile delle comunicazioni del battaglione Idar, ha detto all'AFP che un soldato della sua unità ha vinto 2,5 milioni di grivna, ovvero 59mila euro, ed è stato immediatamente restituito e perso.

“Pensava di poter vincere di più, ed è per questo che ha perso tutto”, spiega. Del suo guadagno iniziale il soldato ha trattenuto solo l'equivalente di una decina di euro.

Un altro ha vinto il jackpot di 60 milioni di grivna (più di 1,4 milioni di euro) ed è poi scappato.

Per spiegare questo fenomeno, Ivan Zadontsev fa riferimento agli stipendi dei soldati, che sono sei volte superiori alla media nazionale di circa 2.800 euro. “Fa girare la testa”, dice.

Oksana Sivak sottolinea invece l’impatto psicologico del conflitto che si verifica nel tempo.

“Durante conflitti di questo tipo, le persone spesso ricorrono al consumo di alcol, droghe o al fumo di hashish o hashish […] “Abuso del gioco d’azzardo”, ha detto.

“È una conseguenza della guerra”, ha dichiarato il viceministro. “Il gioco d’azzardo è un mezzo per sfuggire alla realtà, una reazione secondaria a un trauma grave”.

Azioni illegali

Il settore del gioco d’azzardo online sta vivendo una crescita insolita per l’economia ucraina devastata dalla guerra.

Nel centro di Kiev non è raro vedere cartelloni pubblicitari.

READ  I leader dell'Africa occidentale adottano sanzioni "estremamente dure"

Ma questa crescita sta destando preoccupazione anche nel settore, che teme il fiorire delle attività illegali.

Anton Kochukidze, capo del Consiglio ucraino del gioco d'azzardo, stima che ci siano 1.200 siti illegali, di cui da 300 a 400 sono società russe.

Ma sottolinea che non esiste alcuna ricerca che dimostri che la dipendenza sia comune tra i soldati ucraini.

“Quando una persona è in trincea, non può giocare d'azzardo perché non c'è Internet”, dice. Le antenne di Starlink, un servizio di comunicazione satellitare, “vengono utilizzate per i droni, per la ricognizione e non per il gioco d'azzardo online”, continua Kochukidze.

Guerra in Ucraina: “La Russia si sta armando in massa e penso che Putin abbia un piano”

Tuttavia, se nelle aree vicine alla linea del fronte non è disponibile Internet mobile, i soldati spesso utilizzano i loro telefoni per accedere a Starlink.

Secondo Anton Kuchukidze, l'anno scorso le società di gioco d'azzardo hanno pagato 12 miliardi di grivna (più di 283 milioni di euro) di tasse.

Secondo lui, il numero di giocatori nei casinò online si sta avvicinando al livello precedente all'invasione russa.

Tuttavia, i funzionari militari che spingono per un controllo più rigoroso del settore affermano che l’industria prende di mira deliberatamente i soldati, sfruttando le loro vulnerabilità psicologiche e la loro paga.

Nella sua petizione Pavlo Petrichenko li ha anche accusati di cercare di creare una buona immagine facendo piccole ma pubbliche donazioni all'esercito.

Per l’ufficiale Ivan Zadontsev, “Capiamo tutti cosa rappresentano 20 camioncini, quando (le aziende) guadagnano soldi veri”.