Dicembre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Vergognoso’: insulto e sbiancamento sugli invenduti della Lidl a Jemeppe-sur-Sambre, cosa è successo?

Un residente di Jemeppe-sur-Sambre, nella provincia di Namur, ci ha inviato uno scatto in cui vediamo cibo Lidl invenduto, spruzzato di candeggina. Non capisce perché questi prodotti siano profanati, quando così tante persone ne hanno bisogno. La società di distribuzione ha anche una politica di ricerca dei rifiuti attiva.

“Vergogna” è la didascalia che accompagna l’immagine sopra, che viene ricevuta tramite il pulsante arancione “Avvisaci”. Vediamo chiaramente mele, pere, fette di limone, … e una lattina di candeggina con la scritta: “Stai lontano dalla puzza!”. Il nostro testimone (che desidera rimanere anonimo) ha scritto: “Lidl di Jemeppe-sur-Sambre versa candeggina in modo che nessuno possa mangiare il cibo”. Trova “In tempi di crisi, possono fornire questi articoli a coloro che ne hanno più bisogno. Le persone piangono ogni giorno anche solo per avere una mela o qualcosa del genere e preferirebbero farlo”. Aggiunge che il rapitore è stato prelevato da qualcuno che aiuta i bisognosi.


© Avvisaci

cosa è successo ?

Abbiamo contattato la catena di supermercati. Lidl, che è impegnato nella lotta allo spreco, si dice sorpreso dal fatto che la merce invenduta non debba essere scaricata (spruzzata con candeggina).

Al contrario, l’opponente ha adottato diverse misure per ridurre il più possibile gli sprechi alimentari. Le misure che dettagliamo più avanti.

Dopo la verifica interna, Lidl conferma che c’era effettivamente un file “gesto”, installato da un dipendente del negozio Jemppe-sur-Sambre. Il cartello indica che si tratta di un incidente isolato e non rispetta in alcun modo la procedura. Questa azione sarà rigorosamente ricordata al dipendente interessato e verranno intraprese azioni contro di lui, ma questo non può essere divulgato a noi.

READ  Jerome estrae la sua bacchetta magica

Il kit di distribuzione elenca le disposizioni adottate per evitare sprechi. Prima di tutto, migliorare le richieste per adattarsi meglio alla domanda. Poi il cibo è scontato.

prezzi sacrificati

Due giorni prima della data di scadenza è previsto uno sconto del 30%. Lo stesso giorno la merce viene offerta ad un prezzo esorbitante: 50 centesimi per carne, pesce e dolci. 20 centesimi per prodotti lattiero-caseari e vegetali confezionati. E un euro per tre chili di frutta, verdura e cibo secco. Il ricavato di queste vendite viene devoluto ai banchi alimentari.

Trasformazione in energia

Tuttavia, ci sono ancora eccedenze nutrizionali. I prodotti idonei al consumo sono presentati all’Associazione belga dei banchi alimentari, che li ritira presso i centri di distribuzione Lidl.

Il cibo scaduto, che non può più essere consumato, viene gettato in un cestino dei rifiuti organici. Questi rifiuti vengono poi convertiti in biogas.

Torniamo all’incidente di Jemeppe-sur-Sambre, aveva spiegato il collaboratore “Aver agito in risposta ai furti di questo cestino per rifiuti organici”. Liddell dice di non giustificare questa azione, ma la società di distribuzione vorrebbe sottolineare “Il cibo lì non è più adatto al consumo e quindi potrebbe essere pericoloso”..

Sul proprio sito la Lidl precisa inoltre che l’operazione ‘rifiuti zero’ ha consentito nel 2021 di evitare lo spreco di quasi 2.000 tonnellate di cibo e di donare 302.607 euro ai banchi alimentari.