Aprile 17, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una sorpresa totale all'Eupen, dove in Belgio sono allo studio diversi profili noti: “Anche lo staff non si aspettava questo” – Tutto Il Calcio

Una sorpresa totale all'Eupen, dove in Belgio sono allo studio diversi profili noti: “Anche lo staff non si aspettava questo” – Tutto Il Calcio

Senza allenatore, l'AS Eupen ha due settimane per prepararsi alle partite di qualificazione. Molti profili sono già stati studiati e l’amministrazione di lingua tedesca dovrà agire rapidamente. I nostri microfoni, Boris Lambert e Jerome Demme, hanno espresso la loro sorpresa dopo le dimissioni di Florian Kauffeldt.

La pesante sconfitta subita dallo Standard ha sicuramente lasciato il segno nelle fila dell'AS Eupen. Pochi minuti dopo il fischio finale, tra la sorpresa di tutti, l'allenatore Florian Kauffeldt ha annunciato le sue dimissioni prima nello spogliatoio e poi in una conferenza stampa.

“Ha dato tutto quello che aveva. Avevamo un bel rapporto ed è stato un piacere lavorare con lui. La delusione è ancora più grande. È sempre difficile separarsi da un allenatore, è un anno che viviamo insieme. Vedremo in futuro.” “Cosa accadrà nei prossimi giorni. Abbiamo due settimane per trovare una soluzione e rimetterci in piedi per la prima partita”, ha detto al microfono il capitano Boris Lambert, che ha sorpreso anche lui tutti.

“Non ce lo aspettavamo, nessuno. Lo ha saputo a fine partita e non c'era nessun segnale di avvertimento. In settimana è successo tutto normalmente, credo che anche lo staff non sapesse nulla. Questa elettrica stava per succedere uno shock.” “Forse lo farà prima delle qualificazioni. Forse ha scelto questo momento per avere una reazione della squadra in vista delle partite importanti”.

© Notizie fotografiche

Diversi i profili allo studio per provare a salvare l'AS Eupen

In Oriente è in corso una corsa contro il tempo, dove dobbiamo trovare rapidamente un allenatore per preparare le ultime sei partite della stagione. È stato menzionato il percorso verso il deputato Christopher Andersen, così come il percorso verso Mario Kunen (foto a sinistra).

Mario Konen è un figlio di casa ed ex assistente del club (ha servito come T1 per tre partite). Attualmente ricopre questo ruolo al Dender, dopo aver seguito Edward Steele a Kortrijk all'inizio della stagione. Conosce già il gruppo, il che è sicuramente un vantaggio.

È anche possibile che arrivi l'esterno presentato da Aspire. E non dimentichiamoci di Tim Cahill. L'ex nazionale australiano è il direttore tecnico dell'Aspire Academy e membro del consiglio di amministrazione dell'Alleanza.

“Dobbiamo accettare e comprendere la sua scelta, dobbiamo andare avanti. Questo avviene regolarmente. Dobbiamo assorbirlo nei prossimi giorni e tornare rapidamente al lavoro. La sua decisione è stata chiara, motivata da diverse ragioni e dobbiamo rispettarla. Lo ringraziamo. Per il lavoro svolto, anche se è sempre difficile separarsi da qualcuno che apprezzi”, ha continuato Boris Lambert.

“È una sua scelta, ha le sue ragioni. Non ce lo aspettavamo affatto, tutti sono rimasti sorpresi. Ci concentreremo sulle ultime sei partite”, ha sottolineato Jerome Demme, completamente sorpreso dalla scelta del suo ormai ex allenatore. allenatore.

READ  Inizia l'azione: Obiettivo D1A!