Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un russo critica la guerra in Ucraina e viene condannato a otto anni di carcere: la sua reazione è sorprendente

Venerdì un tribunale di Mosca ha condannato il dissidente Ilya Yashin a otto anni e mezzo di carcere per aver criticato l’attacco militare all’Ucraina, dopo un processo che ha mostrato il clima di repressione in Russia.

Il 39enne è stato processato perché, in una diretta su YouTube, ha denunciato: “uccidendo civiliNella cittadina ucraina di Bucha, vicino a Kiev, dove i militari russi sono stati accusati di abusi, che Mosca nega.

Il tribunale ha condannato l’opponente per la trasmissione”.Notizie falseÈ stato arruolato nell’esercito e condannato a otto anni e mezzo in una colonia penale, secondo un corrispondente dell’AFP. Il pubblico ministero aveva chiesto nove anni di reclusione.

Il signor Ayachin, che indossava un dolcevita e occhiali sottili, ha salutato la decisione con una risata, mentre i suoi sostenitori in aula gridavano con rabbia. “Uscirai per primo! Non arrenderti !Uno di loro ha sparato Venerdì è arrivato sorridente in tribunale, moltiplicando ammiccamenti e gesti delle mani in direzione dei suoi parenti e trovando anche l’occasione per scherzare.Penso che il giudice non voglia leggere il verdettoHa sparato, mentre il giudice entrava lentamente in aula.

Il suo processo è stato particolarmente visto in Russia, dove è stato uno degli ultimi eminenti dissidenti russi a non fuggire dal suo paese oa non essere imprigionato. Perché, parallelamente all’intervento in Ucraina, il Cremlino ha accelerato la repressione all’interno della Russia, perseguitando coloro che si oppongono a questa operazione militare.

L’avversario Alexei Navalny, un alleato del Cremlino che sta scontando una pesante pena detentiva dall’inizio del 2021 dopo essere sopravvissuto all’avvelenamento, ha denunciato la sua condanna venerdì.vergognosoin un messaggio su Instagram.

READ  Un favorito contro l'aborto per la presidenza del Parlamento europeo

Segno della tensione circostante, il processo del signor Yashin è stato segnato da diversi eccessi. Durante un’udienza di fine novembre è scoppiata una rissa davanti all’aula, durante la quale gli uomini della security del tribunale hanno buttato a terra il padre dell’avversario. Un’udienza prevista per mercoledì è stata rinviata a causa di una minaccia di bomba.

Amo il mio paese e sono disposto a sacrificare la mia libertà per vivere qui

Il signor Yashin è stato arrestato a giugno e posto in custodia cautelare a luglio. Il processo all’opponente si è svolto sulla base di articoli del codice penale che sono stati introdotti poco dopo l’inizio dell’attentato in Ucraina e che puniscono chi “Discredito“Esercito russo o”Diffondere informazioni falsesulle sue azioni.

Questi testi sono ambigui e la loro portata è molto ampia. I critici del Cremlino lo vedono come uno strumento “onnicomprensivo”. Per soffocare le voci di tutti coloro che si oppongono al suo intervento militare in Ucraina.

Nonostante il suo arresto, Iachin ha continuato a essere molto critico nei confronti delle autorità e ha denunciato l’offensiva dell’esercito di febbraio.
All’inizio di novembre, i giudici russi sono stati accusati di essere “Servi“Potere e dare al signor Putin”Sensazione di impunità“.

In occasione di un’altra udienza, ha spiegato il suo rifiuto di fuggire dalla Russia dicendo: “Amo il mio paese e sono disposto a sacrificare la libertà di vivere qui (…). Sono patriottico“.

Il signor Yashin era vicino all’avversario Boris Nemtsov, assassinato nel 2015, ma era anche vicino all’attivista omicida Alexei Navalny.
Il suo processo faceva parte di diverse azioni legali contro politici dell’opposizione o privati ​​che hanno criticato l’intervento della Russia in Ucraina.

READ  les secouristes sont entrés dans il tunnel pour sauver le petit garçon

A luglio, il deputato del sindaco di Mosca dell’opposizione, Alexei Gorinov, è stato perseguito per aver pubblicato “Notizie falseL’esercito russo dopo aver denunciato il conflitto in Ucraina è stato condannato a sette anni di carcere.