Febbraio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Terremoto al Club Brugge: Vincent Manart lascerà la carica di amministratore delegato a fine stagione

Terremoto al Club Brugge: Vincent Manart lascerà la carica di amministratore delegato a fine stagione

Grande cambio di pagina al Club Brugge. Vincent Manart lascerà la carica di amministratore delegato. Per dodici anni ha formato un duo inseparabile con Bart Verhaeghe. Già l’anno scorso si erano diffuse voci sulla possibile fine del suo governo. I risultati deludenti del club in una stagione e mezza non hanno certamente nulla a che fare con questa decisione.

Club Brugge: la partenza di Vincent Manert non è più da escludere

Ma questa notizia è ancora un fulmine a ciel sereno per Venezia al Nord. Lo ha annunciato martedì allo staff del club ed è stato annunciato immediatamente. “Il presidente del consiglio d’amministrazione Bart Verhaeghe e il consiglio d’amministrazione si prenderanno il tempo per trovare un successore adeguato e comunicheranno a tempo debito ulteriori dettagli in merito.si legge nel comunicato stampa.

Al suo arrivo nel 2011, Vincent Mannaert è stato un attore chiave nella ripresa del Club Brugge. “Gli ultimi 12 anni sono stati senza dubbio i più intensi della mia vita.Lo ha detto nel comunicato stampa. “È stato un onore assoluto guidare questo fantastico club, THE Club, con Bart e svilupparlo al massimo del suo potenziale. Ho vissuto momenti indimenticabili in questi anni, in compagnia di tanti colleghi, alcuni dei quali sono diventati veri amici.

Secondo le prime informazioni, sembra che Mannert stesso abbia fatto questa scelta. “Ho pensato a lungo e intensamente prima di prendere questa decisione. Rimarrò coinvolto in Blauw en Zwart come azionista. Ma come CEO, passerò il testimone ed è tempo di affrontare altre sfide.

Anche Bart Verhaeghe ha parlato dopo questa decisione, che cambierà il futuro del Club Brugge. “Per 12 anni ho lavorato a lungo con Vincent e sono stato al suo fianco. Penso che possiamo giustamente dire che abbiamo riportato il Club Brugge nella posizione che merita.Egli ha detto.

READ  Voci recenti di trasferimento 06/09: Tillmans - Gattuso - Lacazette - Trossard - De Jong - Alvini - Ellis - Lopez

Il presidente del club ha aggiunto di essere felice che il suo amico rimanga azionista. Voleva anche rassicurare tutti: il Club Brugge non crollerà senza uno dei suoi uomini forti. “Questa organizzazione è ora abbastanza forte da non dipendere dagli individui. Disponiamo di dipendenti talentuosi, competenti e altamente motivati ​​a tutti i livelli. Ora mi prenderò del tempo con il Consiglio per trovare un successore adeguato in modo che il club possa continuare a crescere e ad avere successo.

Un track record incredibile

In qualità di CEO, Vincent Mannert ha cambiato il volto del Club Brugge. Dopo una bella esperienza allo Zulte Waregem, è arrivato a Bruges con un progetto: diventare il club leader del Belgio.

Nel giro di dodici anni, Blauw en Zwart è diventato campione cinque volte, è arrivato secondo quattro volte e ha vinto la Coppa Kroki. Il Brugge ha giocato sei volte in Champions League, dove l’anno scorso ha giocato gli ottavi di finale per la prima volta nella sua storia.

Se il suo record sportivo non è più in dubbio, ha anche dato un forte impulso all’economia del club. Sotto la sua guida, Borouge ha aumentato il proprio capitale di 68 milioni di euro e ha chiuso con un anno finanziario positivo in nove occasioni.

Altro dato interessante: le 22 migliori vendite finanziarie del club sono state realizzate sotto la sua guida. Dobbiamo risalire alla partenza di Timmy Simons per il PSV Eindhoven per trovare traccia di un trasferimento in cui non era coinvolto. Tornato fin dalla stagione 2005/2006. È chiaro che il calcio è cambiato durante il suo mandato. Ma questo la dice lunga sul posto che ha al Club Brugge.

READ  Il padre di Luke dona il suo corpo alla scienza e il disegno di legge sconvolge la sua famiglia: come funziona esattamente?