Aprile 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Simon Mignolet ricorda l'era di Rooney Deila: “Eravamo molto ignoranti” – Tout le Football

Simon Mignolet ricorda l'era di Rooney Deila: “Eravamo molto ignoranti” – Tout le Football

Il Club Brugge ha ricevuto molte critiche in questa stagione. Ed è vero, visti i punti persi e il livello di gioco, Simon Mignolet lo capisce e sa perché con Ronnie Deila non ha funzionato.

Ronnie Deila tendeva a ritirarsi e ad apportare modifiche difensive. “Se vai in cortile, commenta se non sai cosa fare? Se non sai cosa fare con la partita e ti senti più sicuro a riguardo”, ha detto Simon Mignolet. ultime notizie.

Non c'erano soluzioni per continuare a controllare la partita. “Ma non era quello il problema. Eravamo impegnati a imparare a giocare a calcio. Costruire, segnare. Ecco perché continuavamo a subire certi gol”.

“La formazione a Brugge è diversa”

“A poco a poco siamo entrati nella zona del panico, perché avevamo già ricevuto tre schiaffi. Non c'erano più standard. Nessun controllo. Nessuno scenario specifico di ciò che sarebbe dovuto accadere. Eravamo all'oscuro. Molti punti interrogativi. Non siamo riusciti a cambiare la situazione.”

Ha sottovalutato la pressione

Chiaramente tutti gli occhi erano puntati sull'allenatore. “Penso che Ronnie se ne sia reso conto da solo. Soprattutto dopo quella partita in STVV, dove tutto era sotto controllo finché non hanno aggiustato qualcosa tatticamente. All'inizio non ci sono stati problemi, ma dopo la pausa abbiamo perso completamente il controllo. E ancora una volta non siamo riusciti a trovare un'alternativa. Risposta.”

Sembrava che la pressione fosse diventata eccessiva per lui. “Potresti pensare di aver già subito molta pressione nella tua carriera, ma essere un allenatore al Bruges è diverso. È ancora il club più grande del paese. Devi sapere come affrontare questa situazione”.

“Credo che Rooney forse l'abbia sottovalutato, sì. Anche lo Standard ha tifosi appassionati, ma non tutto è sui giornali tutti i giorni. Mentre qui bisogna provare a vincere ogni partita. In Europa, in coppa e in campionato”.

READ  Riepilogo di sabato mattina, 6 aprile