Luglio 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Shock vallone: ​​lo Standard de Liege controlla il posto nelle qualificazioni 2, lo Charleroi non può avere rimpianti

Shock vallone: ​​lo Standard de Liege controlla il posto nelle qualificazioni 2, lo Charleroi non può avere rimpianti

C’è stato uno shock vallone nello show venerdì sera all’inizio della 33a giornata della Jupiler Pro League. Lo Standard de Liège ha dato il benvenuto allo Sporting de Charleroi allo Sclessin. Il calcio d’inizio è stato presentato da Johan Museeuw e Jelle van Damme.

Nessuna sorpresa da Liegi. Non cambiare mai squadra vincente. Ronnie Della si è schierato per la sesta volta consecutiva nella stessa formazione titolare. Da parte di Carullo, Felice Mazzo ha effettuato tre cambi. Kayembe, Nkuba e Heymans sono stati nominati mentre Andreou e Tchatchoua sono partiti in panchina. Bayo era assente.

A causa di notevoli problemi di mobilità intorno allo stadio, la partita è stata rinviata di quindici minuti (21:00) per consentire ai tifosi di essere nello stadio e assistere al calcio d’inizio.

© Fotonotizie

Entrambe le squadre hanno iniziato la partita forte ed è stato lo Charleroi ad avere le prime due grandi occasioni, ma gli Zebris non sono riusciti a trovare il gol. Dopo una leggera corsa sulla fascia destra, Nkuba ha messo la pelle sulla testa di Heymans, ma l’intermediario ha messo da parte la palla (9). Poco dopo, Boudart ha dovuto bloccare un potente colpo di Ilaimaharitra (10). Quindi Standard ha risposto con un calcio da fermo. Zinckernagel ha servito Alzate con un bel colpo, ma Koffi ha fatto un riflesso davanti al nazionale colombiano (12′). Tuttavia, il Burkina Faso non ha potuto fare nulla dopo un minuto in porta dell’Ohio che ha permesso al Roche di prendere il controllo della partita (13), 1-0.

© Fotonotizie

Dopo lo sparo del cannoneggiamento, l’intensità dell’incontro è stata ridotta per venti minuti. Abbiamo dovuto aspettare mezz’ora per vedere alcune mosse entusiasmanti e nuove opportunità dallo Sporting de Charleroi. Bodart ha reagito alla grande, parando in area di rigore il tiro di Zorgan, prima di mettere al volo un tiro dalla distanza di Mbenza pochi istanti dopo (36′). Gli ospiti hanno avuto un’altra grande occasione a fine primo tempo con un gran tiro di Mbenza, ma la palla sarebbe appena scivolata sulla traversa (43′). Il risultato non si è mosso e gli ospiti hanno potuto mordersi le dita viste le tante possibilità che gli sono state concesse durante i primi 45 minuti.

© Fotonotizie

All’inizio del secondo tempo, le forze di Phyllis Matzo sono partite nuovamente per attaccare la gabbia di Liegi, ma non sono riuscite a trovare un difetto. Per fermare le sofferenze, Della chiama Emond e Perica invece di Ohio e Balikwesha poco prima dell’ora. Appena entrato in campo, Emond è penetrato e si è presentato contro Koffi, ma Gaumais non ha pressato abbastanza il suo tiro per ingannare il portiere avversario (66). Lo Standard de Liege rompe a fine partita su calcio d’angolo. Brica l’ha riconquistata a Fauci che ha mandato in rete la pelle (82′), 2-0.

© Fotonotizie

Quattro minuti dopo, lo Charleroi riduce il vantaggio con un bel cross, firmato da Nkoba (86° posizione), 2-1. Ma Emond mette fine alle ultime speranze delle Zebre ai tempi supplementari (90+1), 3-1. L’attaccante del Liegi era già stato avvertito che gli è stato mostrato un secondo cartellino giallo per l’emozione dopo essersi tolto la maglia per festeggiare il suo gol. Il punteggio non si è mosso.

Il Benchmark aveva bisogno di una piccola unità per confermare il suo posto nelle qualificazioni 2, e lo ha fatto con una vittoria stasera. I Rouches salgono temporaneamente al 5° posto con 55 punti e possono ancora segretamente sognare Match 1. Carolus ha avuto molte possibilità, ma non è riuscito a metterle in fondo. Le forze di Felice Matze attendono con ansia il risultato dell’Anderlecht (46 punti), in trasferta questa domenica contro il Genk.

Norma di Liegi: Bodart, Fossey, Dussin, Bokadi, Laives, Dunum, Alsat, Semeru (Melegoni 71), Balikuesha (Berica 56), Zinkernagel (90+3), Ohio (Emond 56)

Sporting di Charleroi: Koffi, Kayembe, Marcq, Knezevic, Nkuba, Zorgane (Bongiovanni 90e + 4), Ilaimaharitra, Heymans (Stulic 77e), Hosseinzadeh (Tchatchoua 64e), Mbenza, Badji,

governare: Lorenzo Viser

avvertimento : Dosen (50), El Zat (74), Emond (76 e 90+2); Hosseinzadeh (63° posto)

Cartellino rosso : Emondo (90 + 2)

Ma : Ohio (13) e Fauci (82); pioggia (86e)

aiuto : 25.472

READ  Corsa al Pallone d'Oro: per Messi non ci sono dubbi sul vincitore