Maggio 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Shiba Inu sale del 20% dopo il crollo di ieri, Bitcoin fatica a riprendersi Investing.com


Investing.com – Dopo un forte calo alla fine della scorsa settimana e all’inizio del weekend, che ha portato a un calo di 34.080$ sabato mattina, la criptovaluta si è stabilizzata e ha riguadagnato terreno, attualmente a 35.800$, ma senza troppa convinzione rialzista.

La seconda criptovaluta più grande sul mercato è rimbalzata leggermente di più da ieri, appena sopra i 2.500$ al momento della stesura, dopo aver toccato il fondo a 2.310$ sabato.

Shiba Inu sale del 20% dopo il crollo di ieri

Tuttavia, mentre BTC ed ETH sono ancora a livelli bassi, altre criptovalute hanno registrato guadagni molto maggiori rispetto al calo di ieri.

In effetti, è la sesta criptovaluta più importante, in aumento di circa il 9% da ieri. Al numero nove della classifica guadagna quasi il 12%, mentre (i primi 10) guadagna l’8%.

Ma la criptovaluta che mostra il rimbalzo più forte nella top 20 è quella che sta guadagnando il 20% nelle 24 ore.

Il calo del bitcoin a $ 30.000 non è escluso

Come spesso accade, gli Altcoin rimbalzano più rapidamente dei Bitcoin. Tuttavia, questo non significa che qualsiasi ulteriore calo di BTC non li farà invertire i loro recenti guadagni.

Quindi terremo d’occhio Bitcoin, le cui condizioni tecniche sono ancora fragili, sapendo che al di sotto della regione di $ 35.000, un po’ di supporto può essere individuato prima della soglia psicologica chiave di $ 30.000.

Il sentimento di rischio rimane uno dei principali fattori trainanti della criptovaluta

Infine, quando si tratta dei fondamentali da considerare, il motivo principale del calo del mercato delle criptovalute questa settimana è stata un’ondata di avversione al rischio che ha colpito in modo massiccio anche le azioni di tutto il mondo.

READ  L'étudiant qui traquait Elon Musk s'attaque maintenant à Poutine et aux oligarques russes

Gli investitori hanno già risposto al forte aumento dei rendimenti negli Stati Uniti e in Europa, mentre il mercato inizia concretamente ad anticipare una stretta monetaria.

responsabile: Media di fusione Vorrei ricordare che i dati su questo sito Web non sono necessariamente aggiornati o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi forex non sono forniti dalle borse ma dai market maker, e pertanto i prezzi potrebbero non essere accurati e differire dal prezzo effettivo di mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non appropriati ai fini del trading . Fusion Media pertanto non si assume alcuna responsabilità per eventuali perdite commerciali che potresti subire a seguito dell’utilizzo di questi dati.

Media di fusione o chiunque sia coinvolto con Fusion Media non avrà alcuna responsabilità per perdite o danni derivanti dall’affidamento alle informazioni incluse dichiarazioni, citazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita inclusi in questo sito Web. Si prega di essere pienamente consapevoli dei rischi e dei costi associati al trading sui mercati finanziari, è una delle forme di investimento più rischiose.