Aprile 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rari segreti di Claire Chazal (67 anni) sulla sua vita sessuale: “Ho vissuto…

Rari segreti di Claire Chazal (67 anni) sulla sua vita sessuale: “Ho vissuto…

Scritto da Elsa Gerard Basset | Giornalista web

Claire Chazal, giornalista senior di TF1 per molti anni, è una delle figure mediatiche più riconoscibili dell'ultimo mezzo secolo in Francia. Oggi, con solo sporadiche apparizioni, la nativa di Thiers non ha perso nulla della sua abilità analitica e della sua premurosità. Anche quando parla di argomenti intimi.

Anche se la sua presenza nei media è limitata, preferendo progetti che hanno più significato ai suoi occhi, Claire Chazal rimane molto presente nella mente di molti francesi. Con Anne Sinclair, tra gli altri, ha incarnato il giornalismo femminile forte, potente e progressista nel senso nobile del termine. Quindi quando si apre, lo ascoltiamo.

Claire Chazal parla della sua grande libertà sessuale quando era giovane

In una lunga intervista rilasciata a Partita di Parigi Nel 2018, Claire Chazal ha ripensato in particolare agli inizi della sua carriera negli anni '70, un periodo in cui non si è pentita di nulla, felice di aver potuto perseguire i suoi ideali, in particolare la libertà sessuale, particolarmente apprezzata all'epoca. Ha spiegato così:

Lavora, prospera, sii libero. Ho sperimentato l'arco incantato, la pillola anticoncezionale e l'aborto autorizzato. Niente AIDS. Praticamente dieci anni, tra i 18 ei 28 anni, senza vincoli, barriere o etiche preconcette, con la voglia di sperimentare senza paura. Questo non significa più felicità! Questo è ciò che dice bene Houellebecq quando parla di sessualità triste. In ogni caso, la mia generazione ha goduto di completa libertà.

I tempi sono cambiati molto da questo periodo, e ora Claire Chazal è diventata più matura, e non è più affascinata dal desiderio di innamorarsi. Avendo vissuto molte storie, in particolare quella con Patrick Poivre Darfur, il peso del dolore e del fallimento sembra aver pesato molto su di lei:

Ovviamente, non c'è niente di più bello che avere il cuore che batte e vibra e vivere questo tipo di relazione esclusiva alla ricerca dell'amore assoluto. Ma la passione si accompagna anche al dolore e alla distruzione, e forse è proprio questo che oggi domina la mia memoria e mi spinge verso altro.

Quindi è perfettamente logico che una persona che ammette di “non sempre accettare i vincoli che la vita insieme presenta” ora dia maggiore importanza all'amicizia. Senza dimenticare alcuni rimpianti sulla sua vita sentimentale:

Penso che l'amicizia mi soddisfi di più, mi spaventi meno e mi demotiva meno. Poi c’è anche il rapporto con il desiderio, che è molto legato all’età. Questo è quello che sento, forse a torto, ma lo associo ad un corpo giovane, alla bellezza.

(Essere solo adesso?) Mi sento triste quando vedo alcune famiglie, alcune coppie la cui longevità mi rende geloso, perché danno l'immagine di una bella compagnia, di solidarietà, perché quando si diventa grandi, abbiamo bisogno di una spalla… In quel momento , la domanda non è stata posta

Senza negare nulla di ciò che ha fatto, né delle tante domande che l'hanno sempre tormentata, oggi Claire Chazal è arrivata al punto in cui guarda indietro alla sua vita. Una vita impegnata, sia emotivamente che professionalmente, che non cancella alcuni “e se?” “Qua e là. Ma dopo aver assistito a così tante storie, sembra pronta a tracciare un limite all'amore appassionato.

READ  "C'era una vicinanza sotto la trapunta, era ermetica"