Aprile 18, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Volevo chiedere al mio medico…

“Volevo chiedere al mio medico…

Scritto da Elsa Gerard Basset | Giornalista web

Nonostante oggi sia un omosessuale accettato e confermato, per Gary non è sempre stato tutto così semplice. In una recente intervista, la star francese è tornata con franchezza alle sue prime domande sulla sua vita sessuale, durante la sua infanzia. Spiegazioni.

Ora 46enne, Gary, il cui vero nome è Anthony Lambert, si è guadagnato un posto nella scena televisiva francese. L'angersiano ha ripreso straordinariamente, dal luglio 2023, l'offerta del “ognuno vuole prendere il suo posto” al posto di Laurence Boccolini. È anche il movimento che ha portato Jean-Luc Reichmann ha risposto molto francamente al suo potenziale rivale.

Perché il minimo che possiamo dire è che i fan sono piuttosto buoni con Gary. “Tutti vogliono prendere il loro posto” non è certamente ancora al livello di “Douze Coups de midi” di TF1, ma il nuovo presentatore piace al pubblico e dimostra di essere molto bravo a condurre lo spettacolo, cosa che è, come anche un attore. Promemoria, soprattutto comico.

Gary: un personaggio dal passato travagliato

Ma dietro le sue tante battute e il suo sorriso contagioso, Gary nasconde anche una storia relativamente difficile. Questo in particolare è ciò che ha catturato nel gruppo In attesa di domenicaPochi giorni fa:

il mio vicino : Mia mamma mi ha salvato la vita… perché penso che abbia capito molto presto che ero un bambino un po' diverso dai miei fratelli. “Dobbiamo lasciarlo libero”, si disse, “e allo stesso tempo devo proteggerlo”. Senza mia madre, non credo che sarei più qui.

Quando ho scoperto di essere gay, sono andato da un medico e ho detto: “Okay, c'è un problema”. […] Volevo chiedergli una “medicina contro l'omosessualità”. Perché i miei tre fratelli sono pescatori, viticoltore e calciatore, ma io sogno solo di morire su un palco al rallentatore. [rires]

Avevo troppa paura per uscire! Abbiamo paura che i nostri genitori ci buttino in strada. Quando gliel'ho confessato, mia madre stava guardando la TV e mi ha detto: “Beh, al lavoro vado più d'accordo con loro!” » Era un modo per dire a me stesso: “Lo so da quando sei nato”. Ho avuto la fortuna di essere accettata nella mia famiglia per quello che sono e questo non ha prezzo

Se la scoperta dell'omosessualità comporta numerose possibili reazioni, la testimonianza di Gary mostra ancora una volta quanto sia cruciale il ruolo della famiglia e delle persone care nel processo di accettazione.