Giugno 24, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quanto sono lontani i giorni in cui i tassi scenderanno sei volte nel 2024?

Quanto sono lontani i giorni in cui i tassi scenderanno sei volte nel 2024?

Dopo i dati sull’occupazione di venerdì scorso, il gruppo di analisti irriducibili che credono che i tassi di interesse non scenderanno nel 2024 ha guadagnato nuovi membri. Non mentiremo, il fatto che i numeri ufficiali fossero di circa 100.000 posti di lavoro superiori alle aspettative è stata (di nuovo) un'ottima notizia per l'economia. Ma d’altro canto, è stato molto meno stimolante per i funzionari della Fed che aspettano che il rallentamento delle assunzioni e l’inflazione ritorni verso il 2% prima di tagliare i tassi di interesse. All'improvviso, questo lunedì mattina, coloro che erano ancora convinti che i tassi d'interesse sarebbero caduti tre volte quest'anno si sono sentiti molto soli.

Audio datato 8 aprile 2024


Scarica il podcast

Il MACRO è il centro del mondo

La settimana sarà quindi ancora una volta posta sotto il segno macroeconomico, poiché per tutta la settimana si parlerà solo di quello. Tra l'indice dei prezzi al consumo, l'indice dei prezzi alla produzione, i verbali dell'ultima riunione del FOMC e della riunione della Banca Centrale Europea di giovedì, senza dimenticare le richieste di disoccupazione, non vi dipingerò un quadro; Parleremo solo di questo e delle conseguenze di un potenziale taglio dei tassi di interesse – o meno. Una cosa è certa: quando raccogliamo i commenti dei membri della Fed della scorsa settimana, il più “colonista” del gruppo è ancora Powell, perché il resto è passato da tre a due ribassi. Per alcuni si parla addirittura di un calo “zero” quest’anno, perché questa economia è già molto forte.

Quindi dovremo affrontare tutto questo e, ad essere onesti, quando vedremo come sono andate le cose nell'ultima settimana, ci chiederemo come faranno i ragazzi a tirarci fuori dall'inflazione “non è andato troppo in alto” nelle ultime settimane. Ed è in realtà ciò che è così magico, perché quando approfondiamo le previsioni di mercato, ci rendiamo subito conto che, se prendiamo l'IPC come esempio, gli esperti di Wall Street si aspettano “un aumento di 0,3 %” in un mese. Ma ci sono ottimisti che stimano che il numero potrebbe raggiungere lo 0,2%. Mi piace… “Ottimisti “Che pensano che le cose aumenteranno 'più lentamente'. Vedete, ci siamo ridotti a sperare che aumenterà ' meno del previsto”. La Fed ha annunciato che taglierà i tassi di interesse se l'inflazione si muoverà fortemente verso il 2% e/o se il mercato del lavoro rallenta improvvisamente. Ed eccolo qui. Ci aspettiamo un “aumento meno robusto” come buona notizia per l'indice dei prezzi al consumo. e occupazione, quindi parliamone…

READ  Intermarché rachète Mestdagh: ce qui va changer pour le consommateur

PFN nei denti

Venerdì scorso, i dati sull'occupazione erano oltre 300.000, quando ci si aspettava un aumento di “soli” 212.000. Pertanto, questa è la 47esima volta nella storia della finanza che gli esperti sbagliano quasi 100.000 posti di lavoro. Questo numero non indica quindi un calo dei tassi di interesse, poiché la Fed sperava di creare 1.000 posti di lavoro prima di prendere in considerazione qualsiasi cosa. Siamo lontani da questo. Avremmo potuto quindi aspettarci una delusione e vedere il mercato scivolare inesorabilmente verso una correzione, soprattutto perché la disoccupazione è scesa dal 3,9% al 3,8%.

Ma questo senza tenere conto della nostra eccellente capacità di cercare solo buone notizie per spingere il mercato al rialzo. Sì, perché devi sapere che in questo momento i mercati azionari globali vedono solo ciò che sta andando bene e ignorano completamente il resto. È un po' come se un paracadutista saltasse, il suo paracadute non si aprisse e colpisse il cemento quando toccava terra, e quando è il momento di trasmetterlo alla radio in ospedale, il radiologo è molto felice che il suo indice sia in forma la sua mano destra non è rotta. I mercati finanziari sono gli stessi, ci sono 10 numeri che sono tutti marci, ma se è a metà tra 10, c'è un buon numero – PAF!!! – Mercato rialzista per sempre!!!

Ebbene, venerdì il numero impressionante è stato che la retribuzione oraria media è aumentata “solo del 4,1%”, rispetto al 4,3% di febbraio. Inutile dire che la notizia era eccezionale! Senza contare che, secondo alcuni esperti, dei 300.000 posti di lavoro creati, gran parte di essi erano solo temporanei. Vedete, le notizie di venerdì erano ancora eccellenti. Ottimo, sì, solo che stamattina nessuno sembra osare credere ad un taglio dei tassi a giugno. O forse nel giugno 2025.

la verità

Quindi iniziamo la settimana con la consapevolezza che fa ancora un po’ male. Dopo aver dovuto rinunciare a 6 o 7 tuffi all'inizio dell'anno. Dopo aver dovuto rinunciare ad un taglio dei tassi a marzo, e poi a maggio. Dobbiamo ancora ammettere che ci saranno solo tre ribassi, dopodiché dovremo accettare la possibilità che “nessun declino” a meno che mercoledì non avvenga un miracolo dell’indice dei prezzi al consumo. Inoltre, ci stiamo già preparando a “trovare” il miracolo, poiché gli dei della finanza ci hanno già avvertito, dovremo guardare soprattutto all'IPC core, perché l'IPC stesso contiene energia e cibo ed è così “poco volatile” in questo momento sii molto teatrale.

READ  Riforma della tassa di immatricolazione in Vallonia: tra 50 e... 9.000 € da pagare a seconda del tipo di auto

Mi stupisci!!! Con il barile in crescita del 10% da inizio marzo e il cibo che continua a salire, è meglio non tenerne conto e poi allo stesso tempo, se smettiamo di mangiare e facciamo una passeggiata invece che un giro in macchina, non perderemo più peso di noi, non solo con Ozempic, ma non ci sentiremo più gonfi. A proposito di inflazione, ecco l’andamento dei prezzi di alcuni beni alimentari di consumo negli ultimi cinque anni negli Stati Uniti d’America:

1. Cacao: +345%
2. Succo d'arancia: +260%
3. Olio d'oliva: +219%
4. Calcio: +120%
5. Snack alla frutta: +77%
6. Olio da cucina: +54%
7. Barrette di cioccolato: +52%
8. Salsa di mele: +51%
9. Manzo: +51%
10. Maionese: +50%
11. Dolore: +42%
12. Uova: +40%
13. Luce: +40%
14. Cereali: +38%
15. Burro: +24%

L’inflazione è ufficialmente al 3% o più da esattamente 3 anni. L’americano medio ora paga i generi alimentari quasi il 40% in più rispetto al 2019, e più di 100 prodotti alimentari hanno registrato un’inflazione superiore al 50% dal 2019. In breve, non sono sicuro che le buone notizie sull’inflazione arriveranno mercoledì.

Questo lunedì mattina

Ma per ora va tutto bene. L'indice Nikkei è salito dello 0,77%. Le azioni cinesi e di Hong Kong sono scese dello 0,15% perché siamo nuovamente preoccupati per il mercato immobiliare cinese. Il petrolio sta crollando di nuovo violentemente, dopo aver perso quasi il 2% durante il fine settimana ed è scambiato a 85,60 dollari – sono sicuro che sentiremo qualcuno dire che il “recente calo dei prezzi del petrolio” allenterà le pressioni inflazionistiche. Sempre questa intenzione costante di vedere il bene in mezzo al caos. L'oro è in rialzo e non sembra volersi fermare. Abbiamo raggiunto i 2.362 dollari l'oncia per il metallo giallo e questo fine settimana l'economista David Rosenberg ha affermato che l'oro potrebbe facilmente aumentare di un altro 30%. In breve raggiungeremo i 3.000 dollari. Per quanto riguarda Bitcoin, si attesta a 69.333 dollari e attende con impazienza l’halving.

READ  Il prezzo del parcheggio raddoppia cinque volte nelle serate di concerti al Forest National: "Vergognoso", dice Anthony

Per quanto riguarda le notizie del mattino, noteremo che Biden si sta avvicinando alla Cina e consiglia loro di non agire in modo troppo intelligente nel Mar Cinese. Biden, ancora una volta perso sul palco durante un discorso elettorale, ha avuto tutte le difficoltà del mondo a trovare la sua destra e la sua sinistra. Bene, in sua difesa; Sappiamo tutti che non è facile. Durante questo periodo. L'aereo Boeing perse nuovamente la carenatura del reattore e fu costretto a schiantarsi al suolo. Comincio a pensare che sarà più facile fare rapporto quando il Boeing non si schianta al suolo. A parte questo, stiamo parlando di prezzi delle Tesla usate che continuano a scendere e nessuno le vuole più. C'era un articolo questo fine settimana che diceva che a questo prezzo sta diventando difficile non comprarne uno. Nel giro di pochi mesi, le auto usate sono crollate di oltre il 50%, e personalmente lo accetterei non appena vendessi una Tesla per 100 dollari. E poi, a conclusione dell’articolo di Bloomberg di questa mattina, stimiamo che sia “probabile” che il barile ritorni sopra i 100 dollari. Come previsto.

I numeri di oggi

È lunedì mattina e iniziamo la settimana lentamente. In termini numerici, avremo la produzione industriale in Germania e anche la bilancia commerciale in Germania. Avremo le previsioni sull'inflazione della Fed di New York e ci sarà Thomas Jordan, presidente della BNS, che distillerà la sua scienza. Ci rallegriamo.

Attualmente i futures sono in ribasso dello 0,12%. Non mi resta che augurarvi una buona giornata, un ottimo inizio di settimana, e ci vediamo domani, alla stessa ora e nello stesso posto!

Domani !

Tommaso Villette
Investir.ch

“Io la chiamo la regola del tre. Se leggi i rendiconti finanziari di un'azienda tre volte e ancora non riesci a capire come guadagna, di solito c'è un motivo.” James Chanos