Maggio 17, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Proximus costringe i primi clienti a passare alla fibra ottica (più costosa).

A marzo, l’operatore di telecomunicazioni smetterà effettivamente di fornire servizi sui vecchi cavi VDSL nelle prime strade. Pertanto i clienti interessati dovranno passare ad abbonamenti in fibra ottica più costosi. Da diversi anni Proximus installa nuovi cavi Internet in fibra ottica. Questa tecnologia consente velocità di navigazione molto più elevate rispetto ai vecchi cavi in ​​rame VDSL. Nel frattempo l’azienda ha già installato nuovi cavi in ​​varie parti del Paese, soprattutto nelle città. Entro la fine di settembre, 686.000 abitazioni e aziende erano collegate alla rete.

Questi clienti possono già passare, se lo desiderano, a uno dei loro abbonamenti in fibra ottica. Costa di più, ma offre velocità più elevate. Proximus renderà presto inevitabile il passaggio alle fibre ottiche in alcuni luoghi eliminando gradualmente gli abbonamenti al vecchio cavo. Secondo il suo portavoce Fabrice Jansbky, l’operatore evita così di dover mantenere due reti in parallelo.

Il cambiamento inizierà a fine marzo nel quartiere Boulevard Anspach di Bruxelles, dove cinque anni fa Proximus ha installato i primi nuovi cavi in ​​fibra ottica sulle pareti. Seguirà i quartieri di altre città come Gand, Hasselt e Deurne entro la fine dell’anno. Proximus dice che informerà i suoi clienti in anticipo della data in cui il servizio si fermerà sulla rete in rame.

Le persone che non hanno ancora ottenuto un abbonamento adeguato al momento del disservizio e desiderano rimanere con Proximus dovranno contattare un tecnico per l’installazione di una connessione in fibra ottica e dovranno quindi ottenere un abbonamento.

L’abbonamento Internet più economico sul vecchio cavo costa 27,50 euro al mese, mentre per la fibra il meno costoso costa 42,95 euro al mese. Le popolari offerte Flex convergenti costano € 5 in più al mese se abbinate a una connessione in fibra ottica.

READ  Valori USA da non perdere a Wall Street (aggiornati)

Tuttavia, Proximus offrirà un gesto commerciale ai clienti interessati offrendo loro un abbonamento in fibra ottica al vecchio prezzo per qualche tempo a venire. E’ possibile anche trasferire ad altro provider, ma ovviamente non se si tratta di servizi che transitano sulla vecchia linea VDSL.

Scarlet, la sussidiaria low cost di Proximus, al momento non offre connessioni in fibra ottica. Pertanto questo fornitore non potrà servire i clienti nelle aree in cui il vecchio cavo in rame sarà disattivato.

Alcuni clienti Scarlet sono già stati informati che il loro abbonamento verrà presto interrotto. Proximus vuole compensarli dando loro un abbonamento Proximus al prezzo Scarlet molto più conveniente per due anni. Inoltre, Scarlet potrebbe iniziare a offrire abbonamenti in fibra ottica, il cui prezzo non è ancora noto, entro la fine dell’anno.