Agosto 15, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Preoccupazione per i ripetuti avvelenamenti dei campi scout a Lopez

Questo è un campo che i partecipanti non dimenticheranno mai. Più della metà dei bambini si è ammalata. Evacuati ieri, martedì gli chef tornano per fare le valigie. Con ricordi non molto piacevoli. “Sei stato il primo a mostrare i sintomi‘”, spiega Chloe, Chef Luten. “Mi sono svegliato ed era finita per me. Stavo vomitando e ho dovuto andare dal dottore dove abbiamo fatto degli esami per scoprire che era un germe”. Molti dei bambini sono finiti in ospedale. Questo è il quinto campo in tre settimane che deve essere boicottato nella stessa località.

Secondo l’unità di scouting, il proprietario sapeva e non ha fatto ciò che era necessario per proteggere i nuovi arrivati. Jean-Pierre Adan si rende conto che il problema è già sorto. Aveva già avvertito la Walloon Water Company. Ma ha continuato ad ospitare i campi senza cambiare nulla nella sua composizione. ““Penso che sia l’acqua quella responsabile”, spiega. “Ma è l’acqua della città, quindi è SWDE che non ha fatto nulla.”

Ad eccezione dei microfoni, il proprietario si vanta della qualità dell’acqua sorgiva. Il FASFC sta attualmente analizzando i campioni per chiarire questo problema. Nel frattempo, l’acqua non è più potabile. Tutte le attrezzature delle truppe devono essere disinfettate. “Dobbiamo pulire tutto. Bottiglie d’acqua e stoviglie e anche noi e le nostre mani e tutto il resto”, Particolare Giustino. C’è ancora una lunga giornata per questi capi unità.

Potrebbe sorgere un conflitto legale tra il proprietario terriero e l’Associazione Scout oi genitori. L’area è chiusa dalle autorità locali.