Febbraio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché Elon Musk è così preoccupato?

Perché Elon Musk è così preoccupato?

Secondo il CEO di Tesla Elon Musk, i produttori cinesi potrebbero demolire tutti i loro concorrenti se non si fa nulla per fermarli. Crede che quest'ultimo sia molto forte, mentre BYD è diventata il numero 1 al mondo nelle auto elettriche all'inizio del 2024.

BYD Seal U // Fonte: Marie Lizak per Frandroid

Fino a qualche anno fa sconosciuti nella nostra regione, i produttori cinesi si stanno imponendo con forza sul mercato. E a ragione, nel Vecchio Continente ne arrivano sempre di più, come MG, Xpeng e BYD.

Vera minaccia

Questo non piace molto ad altri marchi, che sono già affermati da diversi anni. Questo è soprattutto il caso di Tesla, che già sapeva che lo avrebbe fatto Presto sarai molestato da queste aziende Dal Medio Regno. È una previsione che è già stata confermata, dato che la rivale BYD è appena diventata il numero 1 al mondo nei veicoli elettrici all'inizio dell'anno. E potrebbe essere ancora lungi dall’essere finita.

Questo è ciò che preoccupa davvero Elon Musk, che recentemente ha parlato di questo argomento. L'uomo d'affari, che ha incontrato il capo di Xiaomi dieci anni fa, ha affermato francamente che i produttori cinesi lo avrebbero semplicemente fatto “Demolire” i loro concorrenti Se non si fa nulla per fermarli. Secondo il manager, questi ultimi sono attualmente i più competitivi e possono ottenere un grande successo al di fuori del mercato locale, soprattutto grazie ai loro prezzi.

Elon Musk // Fonte: Nvidia

Trasmesso dall'agenzia britannica ReutersElon Musk ritiene che sia necessario Stabilire barriere commerciali, al fine di ridurre i danni. Secondo lui, queste cose sono necessarie per evitare che altri produttori vengano semplicemente distrutti. È chiaro che il governo cinese non è proprio di questo avviso, pur raccomandando “ Mantenere un ambiente di lavoro giusto e aperto“.

READ  Funziona solo con software gratuito su base giornaliera: l'abbiamo testato. Perché non lo usiamo di più?

Ciò che preoccupa soprattutto i brand europei e americani Prezzi molto competitivi Offerto dai produttori cinesi, nei loro mercati e qui. I prezzi sono crollati, facendo vedere in rosso Bruxelles, che ha addirittura aperto un'indagine, accusando il governo del Regno di Mezzo di sovvenzionare i suoi marchi. Questo per permettere loro di farlo Ridurre i prezzi e inondare il mercato. Il che ha fatto arrabbiare Pechino.

Guerra dei prezzi

Pertanto, l’Unione europea l’anno scorso ha preso in considerazione l’idea di istituirlo Tariffe più punitive Auto elettriche dalla Cina. Poco prima erano state rivelate anche altre misure con l'obiettivo di Potenziare la produzione sul suolo europeo. Da parte sua, il governo francese ha cancellato il bonus ambientale per i modelli prodotti nel Medio Regno. Tuttavia, alcuni produttori come MG e BYD produrranno presto le loro auto qui.

Nonostante tutte queste restrizioni, i cinesi continuano il loro attacco. Questo grazie a prezzi molto bassi, mentre BYD si aspetta una battaglia più intensa nei prossimi mesi. È allora che è iniziata la guerra con Tesla, che all’inizio dello scorso anno ha ridotto i prezzi della sua Model 3 e Model Y. Soprattutto perché il colosso cinese potrà addebitare tariffe più basse per le sue auto, grazie a costi di produzione inferiori rispetto ai suoi concorrenti, Tesla in primis.

A volte sono presenti marchi cinesi Margini più alti rispetto ad altriCiò consente loro di abbassare ulteriormente i prezzi. Ma Tesla è riuscita anche ad andare oltre, poiché l’azienda ridurrà i costi di produzione grazie al Gigacasting. Un metodo che dovrebbe essere utilizzato per produrre il futuro Model 2, che dovrebbe arrivare nel 2025 e che potrebbe consentire al marchio di tornare al rivale cinese. Tuttavia, i marchi asiatici hanno anche un vantaggio tecnologico.

READ  USA-Valori da seguire a Wall Street (Aggiornato) - 01/03/2023 15:14

Secondo Spencer Emmel, partner della società di analisi dei consumatori Lansington, citata da Reuters, quest'ultima ” Sfruttare la forte domanda in Cina attraverso innovazioni come la tecnologia di bordo e Cambio batteria“Basta dire che i marchi tradizionali hanno interesse a lavorare per restare in corsa di fronte alla concorrenza cinese sempre più agguerrita.