Dicembre 3, 2021

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Parigi: un progetto controverso da lanciare presto

La costruzione del controverso Tour Triangle, a Parigi, inizierà “entro la fine dell’anno”, con il sostegno finanziario dell’assicuratore Axa, Unibail-Rodamco-Westfield Group (URW) ha annunciato lunedì in un comunicato stampa, che ha fino alla fine del ottobre per firmare un contratto di locazione.

“La Triangle Tower sarà una risorsa per lo sviluppo economico e l’impatto della capitale. Durante la sua costruzione, il progetto creerà più di 5.000 opportunità di lavoro dirette e indirette”, osserva il colosso dei centri commerciali, proprietario di Forum de Halle.

Con questo progetto, URW afferma di enfatizzare la sua “rilevanza per i progetti di strutturazione dell’impatto della città e del territorio”.

Afferma che il supporto di AXA le consente di rispettare la sua “strategia chiara per migliorare l’allocazione delle risorse”, riferendosi alla sua strategia di riduzione del debito.

Senza respirare aria fresca dall’esterno, infatti, questo progetto del valore di circa 700 milioni di euro, secondo le stime che circolano sui giornali, non era certo di vedere la luce.

Unibail-Rodamco-Westfield ha risentito molto della crisi sanitaria e della chiusura delle cosiddette attività “non essenziali”. Il volume delle vendite del gruppo è diminuito prima di recuperare leggermente nel terzo trimestre del 2021.

Axa, il cui contributo finanziario non è stato specificato, si è detto “orgoglioso” di essere coinvolto nella costruzione del Tour Triangle: un “progetto pionieristico per la città di Parigi e la sua regione”, “un luogo particolarmente innovativo che beneficia della migliori certificazioni ambientali”, è stato ricevuto da Isabel Simama, Presidente di Axa IM Alts, dipartimento della compagnia assicurativa francese dedicato agli investimenti alternativi.

READ  Come si spiega l'aumento dei prezzi delle materie prime?

Progettata dallo studio di architettura svizzero Herzog et de Meuron, questa torre è alta 180 metri, ha 42 piani e sarà eretta all’interno del parco del centro espositivo Porte de Versailles, nel 15° arrondissement di Parigi.

In particolare, dovrebbe ospitare un hotel a quattro stelle, oltre 2.000 metri quadrati di spazio di co-working (“co-working”), un centro sanitario e uno spazio culturale.

URW ha sottolineato che i lavori, affidati a Besix, dovrebbero proseguire fino al 2026.

Indagine con la Procura Finanziaria

Il progetto è al centro di una battaglia politica.

E il sindaco del 15° arrondissement Philippe Goujon ha valutato “totalmente contro” il progetto lunedì che “tra i meravigliosi discorsi fatti dal sindaco di Parigi sull’ambiente e la realtà della costruzione di una torre a quasi 200 metri dalla cima, c’è un oceano”.

Nato nel 2008 sotto Bertrand Delanoy, quando Anne Hidalgo era assistente urbanista, il Triangolo Rotondo è ancora sostenuto dal consiglio comunale ma non dagli ambientalisti eletti, alleati della signora Hidalgo.

Per il consulente EELV Emile Meunier, questo progetto è “il più anti-ambientale possibile” è “disgustoso”. “Sono particolarmente arrabbiato con AXA che ha salvato questo progetto al massimo”, ha detto lunedì all’AFP, apprezzando che il gruppo “che è orgoglioso di fare investimenti responsabili ed ecocompatibili, sta investendo in questo progetto del secolo scorso”.

“Possiamo vedere che se permettiamo alle questioni economiche e alle grandi aziende di guidare le scelte infrastrutturali, la nostra politica (…) sarà sempre contro il clima, contro l’interesse pubblico. E chi sarà scelto”, ha aggiunto il vice EELV per trasformare lo spazio pubblico David Billard.

Da parte sua, il vicepresidente dell’urbanistica (PS) Emmanuel Gregoire ha accolto “l’eccellente notizia del fascino di Parigi e del nostro paese”, aggiungendo che “questo progetto soddisfa gli standard ambientali più esigenti e sarà perfettamente integrato nel tessuto urbano parigino”. Dalla Porta di Versailles”.

READ  Bitcoin 25 novembre 2021 - PlanB Crash

Vantaggiosa anche la concessione da parte della città di Parigi dove sorgerà la torre. La Procura nazionale delle finanze (PNF) ha aperto un’indagine preliminare lo scorso giugno per “favoritismo”, a seguito di una relazione nel 2020 del sindaco di LR per il Settimo distretto, Rashida Dati, e di una denuncia presentata all’inizio del 2021 dall’Associazione Anticor.

Dati e Anticor si basano su un rapporto pubblicato dalla Camera dei conti regionale dell’Ile-de-France nel luglio 2020 sul centro espositivo Porte de Versailles. Secondo questo rapporto, la città di Parigi in particolare ha accettato di risarcire il concessionario del parco, Viparis, una controllata di URW, fino a 263 milioni di euro “per danni non provati”. Mentre Viparis si è aggiudicato “in circostanze parzialmente discutibili” un nuovo contratto per continuare a gestire gli impianti.

Dopo l’annuncio di questa indagine iniziale, l’URW aveva “contestato formalmente le accuse infondate mosse contro di essa” e si rammaricava della “confusione con il Triangolo Rotondo”.