Luglio 20, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nucleare: chi installerà il primo “piccolo reattore modulare” al mondo?

Nucleare: chi installerà il primo “piccolo reattore modulare” al mondo?

Abbiamo parlato molto di lui piccolo reattore modulares (SMR) ultimamente. Ma cos’è esattamente? “I reattori SMR sono semplicemente una versione ridotta dei grandi reattori ad acqua bollente e ad acqua pressurizzata già in servizio”.“Spiega Geric de Crombrugghe, cofondatore di Nuketech, fondo di investimento dedicato all’energia nucleare. L’energia nucleare è una tecnologia che richiede un enorme investimento iniziale. Il vero grande vantaggio di queste aziende è che sono più piccole e quindi meno costose. Grazie a questo prezzo ridotto, l’industriale può acquistare SMR. Dow Jones ha recentemente annunciato, ad esempio, il suo interesse all’acquisto di SMR.

Inoltre, le PMI hanno il vantaggio di essere prodotte in fabbrica, prima di essere trasportate nel sito produttivo. Ciò consentirebbe agli acquirenti di avere una visione migliore dei tempi di consegna. La realizzazione dell’impianto, infatti, riduce il rischio di intasamenti in cantiere.

NuScale, una società statunitense che ha sviluppato i propri microreattori, stima che potrebbe costruirne uno in tre anni, con 1.400 persone sul posto. In confronto, secondo NuScale, il grande reattore AP1000 di Vogtle 3 ha richiesto undici anni e 8.000 persone per essere costruito.

Nessuna sicurezza passiva ancora?

Inoltre molte aziende pubblicizzano che le loro PMI offriranno sicurezza passiva. Ciò significa che l’SMR può arrestarsi da solo, senza alimentazione idrica esterna e senza essere collegato alla rete elettrica. La maggior parte dei dispositivi di piccole e medie dimensioni di prima generazione non fornisce sicurezza passivaTuttavia, Damien fa arrabbiare Ernest, il professore dell’ULiège. Per controllare i costi, i produttori hanno semplicemente miniaturizzato le centrali elettriche esistenti, che non fornivano sicurezza passiva.

“Si fa molta pubblicità al fatto che le PMI generano meno rifiuti o sono più sicureAggiunge Guerick de Crombrogy. La verità è che non lo sappiamo, vedremo se queste promesse verranno mantenute. Ma, ripeto, il loro grande vantaggio è che sono di dimensioni più ridotte.

READ  Arnault non riceve bollette elettriche da... 14 mesi: "Non so quanto mi costerà il regolamento"

Secondo i nostri interlocutori, è l’azienda americano-giapponese GE-Hitachi che dovrebbe vincere la corsa per il primo SMR installato nel mondo (al di fuori di Cina e Russia). L’SMR, che sarà costruito in Canada, sarà probabilmente il primo ad essere installato nel mondo (Nota del redattore: Con le regole di sicurezza occidentali)Guerick de Crombrog spiega. Il vantaggio di GE-Hitachi è che si tratta di un’azienda con un grande potere di attacco. Inoltre, il suo SMR è molto avanzato ed è stato adottato anche da Svezia ed Estonia.” Altre aziende, come NuScale, sono più avanti ma più piccole. “Potrebbe spaventare il cliente e allontanarlo dal lavorare con una start-up nuclearespiega Damien Ernst. C’è il rischio di fare progressi e di perdere tutto in caso di fallimento”.

molto costoso ?

Secondo David Brown, direttore della transizione energetica di Woodmac, i primi reattori piccoli e medi dovrebbero produrre elettricità a un costo di 180 euro per MWh, una cifra molto elevata. Ma egli stima che il prezzo potrebbe essere abbassato a 120 euro per MWh entro il 2040, il che consentirebbe alle piccole e medie imprese di essere competitive.

In Belgio, il governo ha concesso sussidi al Centro di ricerca nucleare SCK CEN di Mole, per condurre ricerche sulle armi piccole e medie. Il modello qui sviluppato deve avere sicurezza passiva e funzionare bruciando scorie nucleari. Si tratta di una nuova generazione di velivoli di piccole e medie dimensioni, che dovrebbero arrivare più tardi, tra il 2040 e il 2050.