Febbraio 26, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non è mai troppo tardi: 10 anni dopo la loro scomparsa, questi internauti hanno finalmente recuperato i bitcoin perduti

Non è mai troppo tardi: 10 anni dopo la loro scomparsa, questi internauti hanno finalmente recuperato i bitcoin perduti

Notizie sulla tecnologia Jvi Non è mai troppo tardi: 10 anni dopo la loro scomparsa, questi internauti hanno finalmente recuperato i bitcoin perduti

condivisione :


Dieci anni fa, il settore delle criptovalute subì la sua prima tragedia: uno degli hack più significativi della sua storia. Oggi, dopo diversi anni di incertezza e azioni legali, gli utenti interessati hanno finalmente ricevuto un risarcimento.

Crollo del Monte Jux: centinaia di migliaia di Bitcoin rubati

Durante questi primi anni, Bitcoin era raro su Internet. A quei tempi il mercato non era sviluppato come lo è oggi e le piattaforme che offrivano criptovalute in vendita si contavano sulle dita di una mano.

Tra loro c'era Mount Gox. Creata nel 2009 come piattaforma di trading di Magic Card, L’azienda ha preso una svolta completamente diversa un anno dopo il suo lancio, iniziando a vendere Bitcoin. Questa strategia è stata chiaramente efficace da quando Mt.Gox ha dominato il mercato Bitcoin, gestendo oltre il 70% delle transazioni globali in questa criptovaluta. Su questo importante scambio di criptovalute era possibile ottenere Bitcoin allo stesso modo delle piattaforme che conosciamo oggi. A quel tempo il numero di utenti era limitato e conservavano con sicurezza i loro bitcoin su Mt.Gox.

Tuttavia, nel 2014, mentre la piattaforma riscuoteva un successo clamoroso, si verificò un incidente che cambiò lo straordinario destino di Mount Gox. Il 7 febbraio 2014 gli utenti sono stati informati che le richieste di prelievo non sarebbero state elaborate. I clienti, la maggior parte dei quali voleva incassare le plusvalenze realizzate durante il mercato rialzista del 2013, alla fine si sono ritrovati senza bitcoin. E per una buona ragione, Mt.Gox ha appena perso 850.000 BTC, per un valore all'epoca di 450 milioni di dollari.

READ  La versione SUV da cui siamo scappati

Alla fine, questo gigantesco hack è riuscito a sconfiggere la piattaforma che, a causa della mancanza di liquidità, è stata costretta poco dopo a dichiarare bancarotta.

Certo, a quei tempi il valore del Bitcoin non raggiungeva i 37.000 euro come oggi, ma per i clienti della piattaforma questo fu il colpo finale. Alcuni avevano gran parte dei loro risparmi a Mount Jux. Pertanto, dal crollo del sito, i 24.000 creditori hanno intensificato le azioni per cercare di recuperare i bitcoin perduti.

Mount Gox: i primi recuperi di Bitcoin sono qui

Dopo aver navigato per anni in un mare di pratiche burocratiche, i clienti frustrati stanno ora per raggiungere la fine del tunnel.

Annunciato provvisoriamente per la fine del 2023, I rimborsi sembrano essere pagati in tempo. Secondo alcuni utenti Reddit e Telegram il trasferimento del risarcimento è già iniziato.

“Ho appena ricevuto il mio primo pagamento tramite PayPal! Ero sicuro che nelle mie e-mail si trattasse di un tentativo di phishing, ma no, sono soldi”, dice un utente.

Anche se il risultato sembra troppo bello per essere vero, si prevede che verranno ridistribuiti 142.000 BTC, 143.000 BCH e 69 miliardi di yen (422 milioni di euro). Anche se la cifra pagata in Bitcoin non era pari all’intera somma persa inizialmente, oggi ammonta a 5,2 miliardi di dollari (ovvero 4,58 miliardi di euro). Questo importo prevede teoricamente un risarcimento per le perdite finanziarie subite dai clienti negli ultimi dieci anni. Si prevede che il rimborso proseguirà fino al 2024.

Notizie sulla tecnologia Jvi

Centesimi di Bitcoin: cos'è un satoshi (SAT)?

Notizie sulla tecnologia Jvi

Bitcoin e criptovalute sono ancora sinonimo di libertà e anonimato?

Notizie sulla tecnologia Jvi

Bitcoin: cosa succederà dopo che sarà stato minato l’ultimo BTC?

Notizie sulla tecnologia Jvi

Bitcoin: un computer quantistico potrebbe distruggere la tecnologia blockchain e le criptovalute?