Luglio 14, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Negli Stati Uniti, le onde radio sono sature di talk show conservatori mondo

Negli Stati Uniti, le onde radio sono sature di talk show conservatori  mondo

Cuffie alle orecchie e un chihuahua in ginocchio, Jeff Katz si sporge verso il microfono, pronunciando un discorso via etere che smentisce l’atmosfera rilassata del suo studio: Joe Biden e i democratici stanno distruggendo l’America.

“Non mi piace”, dice il conduttore 59enne agli ascoltatori di Newsradio WRVA, da uno studio decorato con souvenir installato nella sua casa ad Ashland, Virginia (Est). Ha portato un gruppo di truffatori alla Casa Bianca. È un uomo cattivo.

Come Jeff Katz, molti commentatori conservatori, alcuni piuttosto famosi, saturano le onde radio statunitensi con migliaia di programmi rivolti principalmente a un pubblico maschile, bianco e anziano. E su quasi 1.500 stazioni radio conservatrici il malcontento è generalmente in pieno svolgimento, ad esempio contro il “declino cognitivo” dell’ottantenne Joe Biden. Negli ultimi anni, hanno alimentato milioni di ascoltatori con teorie del complotto, che si tratti di Barack Obama, delle sparatorie nelle scuole o dei vaccini. In tal modo, hanno spinto temi di estrema destra e hanno contribuito a far nascere Donald Trump.

In onda, i problemi legali dell’ex presidente vengono spesso ignorati e i critici che lo dipingono come una minaccia per la democrazia vengono attaccati. Nel programma radiofonico di Sean Hannity, il più ascoltato negli Stati Uniti con 16 milioni di ascoltatori settimanali, le elezioni presidenziali del 2020 vengono spesso falsamente descritte come fraudolente, truccate o rubate. È il caso di 35 dei 45 episodi su cui si è basato uno studio universitario seguito dal New York Times nel 2021.

Il tuo populismo

Jeff Katz ha dichiarato all’AFP che “Trump è senza dubbio la scelta dei repubblicani” per affrontare l’uscente Joe Biden nel novembre 2024. Secondo lui, la popolarità di Trump è aumentata perché è stato in grado di imitare il tono populista dei talk show e, come loro, abbandonare l’agenda Repubblica tradizionale.

READ  Emmanuel Macron ha cambiato la bandiera francese!

Nel 2007, le stazioni radio conservatrici hanno avuto un ruolo nell’abbandono della riforma sull’immigrazione preparata dallo Stato Maggiore repubblicano. Lo storico Paul Matzko vide l ‘”emergere” di una forma di nazionalismo etnico nella politica americana. Trump ha utilizzato questa ideologia per controllare il panorama politico e le onde radio, secondo Matzko.

Dom Giordano (74 anni), la più anziana emittente radiofonica di Filadelfia, ha confermato all’Agence France-Presse di trovare “molti” elementi di programmi radiofonici conservatori nelle dichiarazioni di Trump. I suoi ascoltatori, come i milioni di altri che ascoltano Hannity, Glenn Beck, Mark Levin o Dana Loesch nelle ore di prima serata, sostengono inequivocabilmente lo sfacciato miliardario. In questo momento, il nome di Trump viene menzionato in queste onde radio – e non sempre per scherzo – per sostituire il presidente della Camera Kevin McCarthy, che è stato messo sotto accusa questa settimana su iniziativa della frangia di Trump nel suo stesso Partito Repubblicano. Tecnicamente è possibile ma altamente improbabile.

“divertimento”

La rabbia che inonda questi canali talvolta flirta con lo spettacolo. “Intratteniamo”, ammette Jeff Katz. Per lui, gli insulti – per esempio Joe Biden che viene definito una “pianta con le gambe” da Glenn Beck – sono solo il risultato di una “emozione” traboccante. Wendy Yohman, un’ascoltatrice della Virginia, apprezza questo tono crudo. I conservatori, dice, “sono sempre stati troppo sottomessi e non abbastanza aggressivi”. “Sono stanchi di comportarsi bene.”

La revisione delle onde radio nel 1987 ha aperto le porte a tale programmazione, introdotta da Rush Limbaugh, un ex disc jockey diventato maestro della retorica politica. Ha aperto la strada alle idee di estrema destra sfidando la Network for Public Radio (NPR), etichettata come troppo progressista. Poco prima della sua morte nel 2021 gli è stata assegnata la medaglia Trump. “L’influenza delle emittenti conservatrici è grande”, ha detto il giudice Michael Harrison della rivista specializzata Talkers. Secondo questa pubblicazione, i dieci migliori talk show radiofonici di oggi sono stampati a destra.

READ  Documenti sequestrati a Trump: nuovo nel caso

Brian Rosenwald, autore di “Talk Radio’s America”, sostiene che la relativa invisibilità della sinistra sulle onde radio può essere spiegata dal fatto che “sfumature e compromessi non fanno una buona radio”. Negli anni 2000, i progressisti lanciarono la rete di sinistra Air America. Era privo di umorismo e indifferenza e non sapeva come trovare il tono giusto. Ha vissuto sei anni.

Leggi anche

Il leader repubblicano alla Camera Kevin McCarthy è stato messo sotto accusa per la prima volta nella storia degli Stati Uniti