Maggio 29, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non c’è tempo da perdere”: le famiglie degli ostaggi chiedono un accordo per la loro liberazione

“Non c’è tempo da perdere”: le famiglie degli ostaggi chiedono un accordo per la loro liberazione

I parenti di Keith Siegel e Omri Miran hanno tenuto una conferenza stampa lunedì per chiedere un accordo immediato sulla restituzione degli ostaggi detenuti da Hamas, dopo che il movimento ha pubblicato sabato un nuovo video di propaganda che mostrava entrambi.

“Diciotto leader da tutto il mondo hanno inviato un messaggio chiedendo il rilascio immediato di tutti gli ostaggi e vorrei chiedere a tutti di smettere di parlare e iniziare ad agire”, ha detto Elan Siegel, figlia dell'ostaggio Keith Siegel. “Stiamo perdendo persone ancora vive e non c’è tempo da perdere”, ha detto Ilan Siegel. “Sappiamo anche che raggiungere un accordo è possibile”, ha aggiunto. La moglie di Omri Miran ha chiesto il rilascio del marito affinché possa ricongiungersi con le sue due giovani figlie. “Nessun bambino dovrebbe essere costretto a crescere con un lontano ricordo del padre catturato in una foto”, ha detto Leshai Lavi Miran. “Diamo gli ultimi ritocchi all’accordo sul tavolo per restituire gli ostaggi, porre fine alle ostilità e essere d’accordo ad un cessate il fuoco”. Permetteteci di celebrare il prossimo mese il Giorno dell'Indipendenza di Israele con i nostri cari riuniti qui in Israele”. Sotto gli auspici egiziani sono in corso difficili negoziati che potrebbero portare ad un periodo di “calma permanente” in cambio del rilascio degli ostaggi. “Siamo ottimisti “, ha detto Sameh Shoukry, capo della diplomazia egiziana a Riyadh, sottolineando che la proposta tiene conto “delle posizioni di entrambe le parti” e cerca di “dare prova di moderazione”.