Maggio 22, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Vuoi prenderlo in mano e riempirtene le dita”: la torta brioche fa ridere durante Restaurant Wars su Top Chef!

Lunedì sera è tornata la guerra dei ristoranti. Concept, menu e arredamento: i candidati avevano 48 ore per progettare un ristorante dalla A alla Z. Ma il periodo natalizio significa sorpresa! I candidati per questa stagione non potevano fare affidamento sui comandanti di brigata che avevano precedentemente visitato i ristoranti prima dell'esame. Questa volta i candidati sono stati completamente lasciati a se stessi. Gli chef della brigata hanno assaggiato i menù dei due ristoranti che hanno potuto aprire alla cieca. Ma non è tutto; Oltre ad essere giudicati dagli chef e critico culinario François Régis Gaudry, i candidati sono stati giudicati anche dai loro familiari, che hanno effettuato anche la degustazione alla cieca.

Sedici punti di distribuzione

Le Brigate Arancione e Grigia erano divise in tre gruppi. Due squadre arancioni e una grigia. Dato che gli arancioni erano ancora cinque mentre i grigi erano quattro, uno dei candidati dovette unirsi alla squadra arancione per l'occasione. La selezione è stata fatta tramite lotteria ed è stato Brian a unirsi alla squadra di Yorick e Arno. La seconda squadra arancione è composta da Quentin, Pavel e Valentin. Infine, la squadra grigia comprendeva i tre candidati rimanenti di questa brigata, vale a dire Marie, Pierre e Cloutier.

Dopo aver visitato le tre vetrine, i ristoranti sono stati la squadra di Marie, Pierre e Cloutier con il loro concept “Cueillette”, con un piatto a base di carne di cervo, che ha raggiunto un totale di nove punti, e la squadra di Quentin, Pavel e Valentin con i loro La proposta “iodio e pasta” che unisce mare e pane, che ha raggiunto un totale di cinque punti.

Con due punti, “Quadrato, restiamo bambini”, il concetto sull'infanzia dei belgi Arno e Briand, accompagnati da Yorick, è stato un fallimento. Tuttavia, gli chef e il critico, che hanno apprezzato l'arredamento del locale, hanno criticato la mancanza di coesione tra la proposta visiva ritenuta troppo originale e il menu. “Non so se non si dovrebbe avere l'audacia di non descrivere i piatti del menù“, ha spiegato lo chef Paul Barrett.

READ  Un mese dopo aver annunciato il loro divorzio, Sylvester Stallone e Jennifer Flavin cambiano idea

Il dolce che vince tutti i voti

Al termine della degustazione dei due menù, è la squadra di Quentin, Pavel e Valentin a vincere l'evento con 8 voti contro i sei della squadra avversaria. Soprattutto grazie alla presentazione audace del dolce: “brioche di aragosta caramellata”, che ha scatenato le risate generali al tavolo degli chef della brigata dopo la spiegazione di Philippe Etchebest: “A noi piace un po' il foodporn, vorrai prenderlo in mano e farti scopare tutto con le dita“, annunciò molto rapidamente e fu raggiunto da Glenn Viel, che non esitò ad aggiungere uno strato ridendo: “Perché Paul (Perret) ne ha uno più grande?

Sulle spezie

Pierre, Marie, Cloutier, Briand, Arnaud e Juric hanno dovuto gareggiare in una gara ad eliminazione. I candidati avevano 45 minuti per suggerire i condimenti per la tartare di manzo. Durante la degustazione alla cieca condotta dagli chef della brigata, due candidati si sono distinti: Arnaud con una tartare al “sapore di carbone e funghi crudi” e Juric con una tartare di “peperoni d'Espilet e gelatina di pomodoro”.

Bryan, che era molto emozionato per questo ultimo evento, è scampato per un pelo all'eliminazione. Dopo essersi classificato ultimo, è stato finalmente Pierre a lasciare l'avventura di Top Chef.