Febbraio 26, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Natale in casa padroni di casa, tristezza per la partenza dal Belgio: quando Caicedo, il trasferimento più costoso della storia della Premier League, giocava nel Beerschot

Natale in casa padroni di casa, tristezza per la partenza dal Belgio: quando Caicedo, il trasferimento più costoso della storia della Premier League, giocava nel Beerschot

È un divario enorme che spezzerebbe il muscolo adduttore di un calciatore. Il 27 ottobre 2021, sul prato dello stadio Robert Orbán Country di Francs Borens, quando segnò uno dei quattro gol nelle qualificazioni alla Coppa del Belgio di Anversa, Moises Caicedo non avrebbe potuto immaginare che mesi dopo avrebbe messo in mostra i suoi tre cani campo al Tottenham Hotspur Stadium. La magia del calcio può farti partecipare alla peggiore partita Beershot della storia e poi richiamarti per farti diventare uno dei giocatori del più grande torneo del mondo.

Moises Caicedo, che ha segnato per Beerschot, ha eliminato Franks Borens di Steven Krölje nella Coppa del Belgio nell’ottobre 2021 a Bosso.

Nonostante un record disastroso, in cui Beerschot raccoglierà solo otto punti in quattordici partite, il nativo di San Domingo mantiene il sorriso sulle labbra in un gruppo il cui temperamento non distrae. Cosa ricordiamo di questa breve avventura durata quattro mesi ad Anversa, fatta di scarse statistiche (un gol e un assist nella Jupiler Pro League) ma ricordi impressi nella memoria dal dribbling di un simile gioiello?

“E’ un ragazzo molto bravo ma, anche se si esprimeva con facilità con i piedi in campo, non era sempre facile parlare con lui a causa della barriera linguistica.ci racconta Thibault De Smet, suo ex compagno al Kiel, ora al Reims. Ha trascorso il suo tempo con Ramiro Vaca (Nota del redattore: ex mediatore boliviano a Beershot), La nostra ospite, Siba Rodriguez, lo ha aiutato molto perché parlava spagnolo. Ciò è stato utile per la sua integrazione perché Moises viveva da solo in Belgio. “Era come un padre per lui.”

Se è stato importante anche per Ramiro Vaca e Mauricio Lemos, Cepa Rodriguez ha stretto un legame indissolubile con Moises Caicedo. © Dott

Professionalità garantita nonostante le 24 ore trascorse a bordo

La persona che si occupa dell’attrezzatura a Beerschot gioca un ruolo così importante nel viaggio del sudamericano che i due uomini sono ancora in regolare contatto. “Dovevo andare a vedere Chelsea e Arsenal il 21 ottobre, Suret Siba Rodriguez. Moises mi ha detto che avrei dovuto dormire a casa sua. Alla fine, non è successo a causa del mio programma, è stato semplicemente posticipato. Gli ho parlato di nuovo al telefono questa settimana.

READ  Standard o altrove, futuro per Zinho Vanheusden? - Tutto il calcio

Fin dal primo giorno, il belga-spagnolo è stato fondamentale nei primi passi di Anversa per il blocco ecuadoriano, che ha lasciato il suo Paese per la prima volta all’inizio del 2021, trasferendosi dall’Independiente del Valle a Brighton, quando aveva diciannove anni, e poi è stato ceduto in prestito al Beerschot. Dal club inglese nell’estate successiva. “Sono andato a prenderlo all’aeroporto e la mia lingua madre è lo spagnolo. Quando sei in quella situazione hai già guadagnato il 60% della sua fiducia.

In allenamento, Rodriguez vede in prima persona che Caicedo non si farà le ossa a Kiel. “È un mago. C’era qualcosa di eccezionale in lui. Il suo corpo era davvero costruito per il livello elevato.”

Forse ha la testa un po’ più bassa, ma il centrocampista dei Blues costruisce la mentalità potendo contare sul padrone di casa. “Può chiamarmi anche nel cuore della notte se ha un problema. Ed era interessante perché era un ragazzo ben educato anche se cresciuto in povertà. Moises può ringraziarmi 50 volte per qualcosa che ho fatto per lui.

Nawras

Moises può ringraziarmi 50 volte per qualcosa che ho fatto per lui.

Molto rapidamente la professionalità del centrocampista è diventata evidente. In Belgio il calcio è l’unica priorità. “Appena è tornato dalla Nazionale. Il suo viaggio in aereo è durato 24 ore. Abbiamo giocato il giorno dopo e il tecnico Javier Torrente mi ha detto che lo avremmo lasciato riposare. Quando sono andato a prenderlo all’aeroporto l’ho informato di questa decisione ed era sull’orlo di un esaurimento nervoso e piangeva. Voleva assolutamente giocare. Ho chiamato Javier per dirgli che doveva portarlo nel gruppo.

READ  L'arbitro ha dovuto pacificare Islam Soleimani, come spesso accade

Nonostante un record disastroso in cui Beerschot raccoglierà solo otto punti in quattordici partite, il nativo di San Domingo mantiene il sorriso in un gruppo il cui temperamento non vacilla nonostante la solida posizione in fondo alla classifica. “Abbiamo cambiato allenatore tre volte quella stagione (Nota dell’editore: Javier Torrente è subentrato a Peter Maes a settembre, prima che Greg Vanderet finisse il torneo. Ma l’atmosfera all’interno del gruppo era fantastica. Naturalmente c’erano dei disaccordi, ma non erano così gravi come nel 2012. Moises si stava abituando sempre di più perché andavamo nei ristoranti spagnoli e gli trovai persino un negozio che vendeva prodotti alimentari ecuadoriani. “

Nawras

Per Natale mi ha regalato… delle pantofole rosa.

Se gli manca la famiglia ad Anversa, Caicedo può contare su Rodriguez per consolarlo nei momenti difficili come i festeggiamenti di fine anno in Belgio per Santo Stefano. “A Natale era completamente solo. Ho invitato lui e Ramiro Vaca a trascorrere del tempo con la mia famiglia. Ognuno doveva fare un regalo alla persona che aveva disegnato. Lui ha disegnato una carta Ceiba ma con la scritta di mia moglie, Moises l’ha letta. Lui pensavo fosse una donna, così mi ha regalato… delle pantofole rosa! Tutti hanno riso in modo incontrollabile.

Seba Rodriguez ha nella sua collezione diverse magliette del suo amico Moisés Caicedo. © Dott

Il suo cuore gli diceva di restare in Belgio

Pochi giorni dopo, il 25 dicembre 2021, Rodriguez, che all’epoca apparteneva al Brighton, chiamò Rodriguez. I Seagulls vogliono riportarlo in patria durante il mercato invernale. A sorpresa, la possibilità di restare nella capitale dei diamanti lo solletica nonostante la retrocessione ormai quasi arrivata per il numero 155. “Graham Potter voleva ricordarglielo. Mi ha detto: Ragazzo, cosa devo fare? Non so se giocherò o no, mentre in Belgio ho tempo per giocare e sono felice”.

READ  Perché Jeremy Perbet ha preferito lasciare Liegi e restare alla Nazionale 1

Il cinquantesimo anniversario illumina l’ecuadoriano sulla sua scelta. “Il Beerschot non è la Premier League. Non devi seguire il tuo cuore altrimenti so che rimarrai qui. Ciò che conta è il tuo futuro”.

Durante il suo primo mese in Inghilterra, nel gennaio 2022, Caicedo chiama spesso l’amico belga cercando quel conforto che non riesce a trovare al Brighton dove non sarà in panchina fino al 9 aprile. Prima di iniziare otto partite per concludere la stagione. E vola via con i gabbiani per sempre Ultima stagione.

Moises Caicedo per Brighton contro Arsenal nel novembre 2022. © Copyright 2022 The Associated Press. Tutti i diritti riservati

Tanto che Todd Buhle, il proprietario americano del Chelsea, l’estate scorsa ha prelevato 133 milioni di dollari dalle sue tasche bucate. Con in testa i ricordi di Caicedo del Belgio. Le persone vicine sono sempre immuni alle divisioni sorprendenti.