Maggio 23, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nadal ha sofferto dopo la sconfitta contro De Minaur a Barcellona

Nadal ha sofferto dopo la sconfitta contro De Minaur a Barcellona

Il test è stato più affidabile del test del giorno precedente contro Copule, che è stato molto impressionante e costoso in termini di errori diretti. Come previsto, Rafael Nadal, forte e fiducioso al suo ritorno martedì, ha sofferto molto di più contro Alex de Minaur, che lo ha messo alla prova anche fisicamente nelle prime tre partite durate 26 minuti. Data la mancanza di gioco e di standard e l'esitazione in alcuni colpi, lo spagnolo ha dovuto vedersela con un avversario formidabile, fedele alla sua reputazione di cavaliere. Se era fiducioso in certi momenti della partita, il Maiorca ha avuto difficoltà a mantenere il ritmo.

Nadal ha dovuto lavorare sulla maggior parte dei punti, è stato colpevole di alcune stime approssimative e, a volte, ha dovuto mollare la presa, con scatti di potenza. Dopo essere stato sotto 3-1, ha avuto un tono febbrile nel cuore del primo set, con potenti rovesci vincenti che gli hanno permesso di passare in vantaggio sul 5-4 contro un traballante avversario australiano. Ma proprio quando sembrava stesse riprendendo il controllo, il suo ritmo ha rallentato e ha perso dodici degli ultimi tredici punti del round.

42 errori non forzati di Nadal

Alex de Minaur, il numero 11 del mondo che sta facendo girare la testa, era pieno di fiducia grazie a un ottimo inizio di stagione e aveva qualcosa di cui rispondere. Dato che era in grado di controllare l'alzata del rovescio dello spagnolo, non aveva troppa paura dei lanci lunghi. Rimanendo spesso sulla sua linea, riusciva a controllare i tiri in posizione difensiva, con un grande potenziale di contropiede, sorprendendo Nadal con tiri che lo spagnolo non ha preso.

READ  Quando ho scoperto la verità, era irreale.

Il servizio è stato interrotto dall'inizio del secondo set e de Minaur ha continuato il suo lavoro distruttivo, mentre Nadal si è indebolito nel servizio, poiché la velocità delle prime palle non ha superato i 170 chilometri orari. Senza illusioni sul finale, lo spagnolo ha finito per commettere 42 errori non forzati, l'ultimo dei quali è stato un dritto troppo lungo sul match point.