Maggio 26, 2024

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Eliud Kipchoge è vittima di minacce di morte dopo la morte di Kelvin Kiptum

Eliud Kipchoge è vittima di minacce di morte dopo la morte di Kelvin Kiptum

“Sono rimasto scioccato quando le persone sui social media hanno detto che ero coinvolta nella morte di questo ragazzoha confidato in un’intervista a BBC SportAfrica. Ho ricevuto molte minacce: che avrebbero bruciato il campo (un esercizio)Che avrebbero bruciato i miei investimenti nella città, nella mia casa e nella mia famiglia. Non è successo, ma il mondo è così. »

Tuttavia, Kipchoge si è unito ai tanti tributi resi al detentore del record della maratona a febbraio, con un messaggio sul suo account X. “Sono profondamente rattristato dalla tragica scomparsa del detentore del record mondiale di maratona e stella nascente Kelvin Kiptom (…) Offro le mie sincere condoglianze alla sua giovane famiglia. Possa Dio confortarvi in ​​questo momento difficile.” Aveva scritto.

La sua famiglia è stata colpita e ha perso i suoi amici

Tuttavia, il due volte campione olimpico di maratona (2016, 2021) spiega che ora deve accompagnare e andare a prendere i suoi figli a scuola ogni giorno e che queste molestie informatiche colpiscono anche sua madre. “Vengo da una zona molto rurale. Quando mia madre è cresciuta, ho capito che i social network potevano insinuarsi ovunque, ma mi ha dato coraggio.

Kipchoge spiega anche di aver perso il 90% dei suoi amici dalla morte di Kiptum, a causa di questo abuso online. “È stato davvero doloroso sapere che chi mi è vicino, i miei compagni di allenamento e coloro con cui comunico hanno avuto parole cattive nei miei confronti. Ho imparato che l’amicizia non dura per sempre; Continua. Quello che è successo mi ha portato a non fidarmi di nessuno. Non mi fido più nemmeno della mia ombra. »

READ  Vittoria importante sconvolta: Cristiano Ronaldo è rovinato da una madre e può davvero essere fermato

Impatto sulle sue prestazioni?

La leggenda della maratona ritiene inoltre che l’abuso dei social media abbia influenzato le sue prestazioni competitive. In realtà è arrivato 10° alla Maratona di Tokyo del 3 marzo, il suo piazzamento più basso dal suo debutto nel 2013, tagliando il traguardo a più di due minuti e mezzo dal vincitore Benson Kipruto. “Quando ero a Tokyo, ho trascorso tre giorni senza dormire.”E rivelato. “È stata la situazione peggiore in cui mi sia mai trovato.” »

Ciò non basta a fargli rinunciare al sogno di realizzare una tripletta olimpica, cosa mai accaduta prima. “Si tratta di alzarsi e andare dritto verso il proprio obiettivo. Voglio entrare nei libri di storia, per essere la prima persona a vincere consecutivamente”.