Giugno 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Monitoraggio della salute psicologica e fisica dei disoccupati di lungo periodo

PARIGI: Quando Sandrine, una manager commerciale di 55 anni, ha perso il lavoro, la “sola” e la “perdita di fiducia in se stessi” hanno peggiorato la sua salute: Pôle Emploi, come le associazioni, ora vuole tenere conto della salute mentale e fisica . La salute dei disoccupati di lunga durata.

“Quando cerchiamo un lavoro, ci dimentichiamo della nostra salute… paradossalmente, abbiamo tempo per farlo”, dice Sandrine. Ha detto all’Afp che la parigina non voleva rivelare il suo vero nome perché “parlare della sua salute mentale è ‘interrogatorio’ con le reclute”.

Società umanitarie disoccupate, come New Solidarity Against Unemployment (SNC), riferiscono che molte persone in cerca di lavoro a lungo termine soffrono di una grave depressione, persino di depressione.

Uno studio condotto da quattro associazioni, tra cui New Solidarity Confronting Unemployment, che lamenta la mancanza di follow-up medico da parte di Paul Employe, rileva che “vedono la loro salute deteriorarsi mentre la disoccupazione continua”.

Jean-Pierre Tabor, portavoce di Pôle Emploi, se ne rende conto: “C’era un divario tra i nostri servizi e la salute” delle persone in cerca di lavoro.

Per cercare di rimediare, l’operatore pubblico ha lanciato nel febbraio 2022 il “Parcours emploi santé”. Questo programma, destinato a persone disoccupate da più di un anno, mira a integrare nel corso 50.000 persone in cerca di lavoro nel corso del primo anno.

Quando il consulente del Pôle emploi ha dei dubbi sulla salute del suo interlocutore, può offrirgli una diagnosi con uno psichiatra e un’infermiera prima di una visita medica e pensare al follow-up necessario.

Particolare attenzione è riservata alla salute mentale. Un disoccupato può iscriversi gratuitamente a uno psicologo in qualsiasi momento. Se necessario, può anche essere reindirizzato a un dietista o un filosofo.

READ  Il gemello della Terra "morto" per soffocamento!

“non solo”

Al termine dei sei mesi di sostegno al corso, “o il progetto di carriera è coerente (con lo stato di salute: ndr), o la persona in cerca di lavoro passa al congedo per malattia”, riassume il trasportatore. Discorso di Paul Employ all’AFP.

Oltre alla possibilità di seguire un percorso di sponsorizzazione, il dispositivo permette anche di “considerare la possibilità di proseguire in una carriera o di riorientamento”, identifica Isabelle Procho, direttrice di Tingari, una delle aziende che lavorano nel “Parcours emploi santé” del centro per l’impiego.

In una zona a nord di Parigi, un martedì mattina di inizio giugno, decine di persone in cerca di lavoro, di età compresa tra i 35 ei 55 anni, sono state accolte da una filiale locale di Tingari attorno a uno psichiatra.

“On repère les freins pour travailler sur l’estime de soi, la confiance en soi et le pouvoir d’agir”, explique Danièle Marty, la psychologue, qui anime ce jour-là un atelier pour apprendre à gérer le stress lié à la cercare un lavoro.

“Vediamo che non siamo gli unici ad affrontare difficoltà”, dice Alexandra, una delle partecipanti.

Disoccupata da tre anni, ha sentito “un enorme calo di motivazione” dopo diverse candidature senza successo. Il suo morale è peggiorato notevolmente lo scorso gennaio e ha poi chiesto al suo consulente del Pôle Emploi un follow-up psicologico. Questo quarantenne è uno dei primi a unirsi a Parcours emploi santé.

“Con il consulente Pôle Emploi, non abbiamo molto tempo per parlare della nostra salute”, ammette Alexandra. Teme anche le conseguenze per la percezione che il consulente ha di lei. “Non voglio mostrargli che non mi sento bene…”.

READ  L'astronauta Thomas Bisquet è tornato sulla Terra

Tra i laboratori offerti, “attività escursionistica” è molto popolare, dice Ann-Laurie Chesnow, di Tingari. Questi disoccupati isolati hanno spesso il permesso di incontrare altre persone. “Abbiamo anche accolto alcuni che non hanno lasciato le loro case per due anni”.